Ottenere un mutuo oggi: è ancora un buon momento?

Ottenere un mutuo non è mai semplice. Come comportarsi e a cosa prestare attenzione in questo periodo storico d'incertezza?

mutuo cover

Molti dei servizi finanziari presenti su Fintastico ci sono stati segnalati dai nostri partner che ci compensano. Ciò può influenzare i servizi di cui scriviamo e come appaiono e vengono posizionati sulle nostre pagine. Tuttavia, questo non influenza le nostre valutazioni. Le opinioni espresse su Fintastico sono opinioni personali dell’autore e non devono essere intese come una consulenza professionale. Fintastico non è responsabile di alcuna perdita o danno derivato dalla visione o uso di queste informazioni.

Stiamo vivendo un periodo storico complicato, specie dal punto di vista finanziario: i mercati oscillano e sono incerti, e l’inflazione continua a crescere.

C’è chi, dopo due anni di emergenza sanitaria, ha deciso di realizzare i propri sogni andando a vivere da solo, sposandosi, mettendo su famiglia, e si trova a voler e dover acquistare casa.

Per la maggior parte di questi individui, comprare casa significa accendere un mutuo. Ma è ancora un buon momento oggi per ottenere un mutuo?

Sicuramente è più sfavorevole di 5 anni fa, ma in generale, i tassi d’interesse applicati sui mutui prima casa, nonostante l’influenza dei movimenti della BCE, restano ancora convenienti. Analizziamo insieme lo scenario generale per comprendere meglio.

Quali sono le tipologie di mutuo?

mutuo casa

Il mutuo deve essere scelto e studiato attentamente, deve essere impostato su misura perché inciderà notevolmente sulle nostre vite.

Scegliere il finanziamento più adatto alle nostre esigenze e ai nostri scopi è fondamentale.

Ecco perchè è sempre bene fare una valutazione attenta e precisa del motivo per cui si decide di richiedere un mutuo.

In base alla finalità è possibile distinguere ben 6 tipologie di mutuo. Nello specifico:

  1. Mutuo prima casa
    può arrivare fino all’80% del valore dell’immobile. Solo in casi particolari e specifici potrebbe coprire il 100%.
  2. Mutuo seconda casa
    non può superare il 60-70% del valore dell’immobile.
  3. Mutuo ristrutturazione
    in linea generale non si può superare il 30% del valore dei lavori.
  4. Mutuo liquidità
    è un finanziamento che non prevede una finalità particolare, pertanto è soggetto a vincoli più restrittivi.
  5. Surroga
    è il trasferimento di un mutuo già in corso dalla banca in cui è stato acceso in un altro istituto a condizioni migliori.
  6. Rinegoziazione
    modifica del contratto di mutuo in accordo con la banca presso cui è stato acceso.

Ottenere un mutuo oggi: ecco a cosa prestare attenzione

Per compiere la scelta migliore sul mutuo in questo particolare e complesso periodo storico, è bene prestare attenzione ad alcuni aspetti. Ecco un breve vademecum per meglio capire se e come muoversi per ottenere un mutuo.

Tasso fisso o Tasso variabile

mutuo tassi

È una delle prime scelte da compiere. Non c’è una risposta giusta in assoluto. Il “dipende” vale anche in questo caso.

In generale, il tasso fisso è normalmente un po’ più alto, ma permette di sapere con anticipo l’importo da pagare, non avendo così negli anni sorprese di cambiamento.

Il tasso variabile, generalmente è più conveniente, ma subisce le variazioni dei tassi e non è quindi prevedibile.

La valutazione va fatta considerando il periodo storico, l’andamento e le previsioni dei mercati finanziari e la propria disponibilità economica.

Ad oggi, per esempio, in quest’epoca di inflazione e incertezza sul futuro economico finanziario, conviene di più il tasso fisso poiché i tassi sono destinati a crescere nei prossimi mesi. Ma nel caso si volesse iniziare con il variabile, è bene ricordare che c’è sempre l’opzione futura della surroga.

Durata

Il secondo aspetto da considerare attentamente prima di accendere un mutuo è la sua durata. Questa può variare dai 5 ai 30 anni e deve essere scelta proporzionalmente all’ammontare del finanziamento richiesto.

In alcuni casi, è possibile che l’istituto bancario conceda anche mutui a 40 o 50 anni. Ad oggi, il consiglio per ottenere un mutuo è valutare attentamente la durata dello stesso, chiedendo insieme al preventivo anche l’esatto ammontare delle spese di istruttoria, il piano di ammortamento, le spese di apertura pratica, le spese di incasso delle rate e le spese assicurative obbligatorie.

Confronto

Confrontare più preventivi e opzioni, cercando di capire nel breve, medio e lungo periodo quale sia il più conveniente.

Il confronto, fattibile anche su comparatori online gratuiti, è utile anche per capire le differenze in termini di costi tra mutuo a tasso fisso e mutuo a tasso variabile.

In questo particolare periodo storico, avere più preventivi è molto importante data l’alta variabilità dei tassi d’interesse applicati dai singoli istituti bancari.

Agevolazioni

Per chi è davvero a un passo dall’acquistare casa, per esempio, è consigliabile valutare e informarsi su eventuali bonus e agevolazioni in vigore. Ad oggi per esempio gli under 36 possono godere di importanti sgravi fiscali legati all’accensione del mutuo prima casa.

Meglio non aspettare troppo

In questo periodo i tassi d’interesse sono cresciuti, ma sono ancora accettabili. Le previsioni, però, li vedono ancora in rialzo nei prossimi mesi, con forti impennate che non favoriranno gli italiani e l’accensione di un mutuo.

In questo caso, quindi, vale il detto “meglio prima che dopo”. Si corre infatti il rischio di avere tassi insostenibili e non concludere l’acquisto nei prossimi mesi.

Ricorda che il mutuo è un prodotto bancario che incide notevolmente nella tua vita. Dedicare del tempo alla valutazione e al confronto delle offerte ad oggi sul mercato, e soprattutto in previsione degli andamenti futuri dei tassi, è fondamentale per compiere una scelta consapevole.

Alessandra Boraso avatar
Alessandra Boraso

Scrivo di Economia e Finanza, traducendo concetti complessi in testi semplici e diretti.