Notizie fintech della settimana

Lokky raccoglie fondi, Lamborghini lancia nuovi NFT, investitori italiani truffati da New Financial Technology Ltd.

le notizie fintech della settimana 2022

Crypto lending italiano New Financial Technology finito nei guai

New Financial Technology Ltd è un servizio che prometteva rendite sulle criptovalute depositate fino al 10%.

Un servizio con base a Londra, ma dal cuore italiano, che da qualche mese è finito nei guai e, pare, secondo le cronache, che il buco nelle tasche di chi si è affidato alla piattaforma sia cospicuo.

La storia di New Financial Technology ha qualcosa di vagamente somigliante con la bancarotta controllata di Celsius Network negli Stati Uniti, una ferita ancora aperta e che sta lasciando strascichi nel settore delle criptovalute.

Questa è la storia di piattaforme che promettono alte rendite sui crypto asset depositati, che le banche non sarebbero mai capaci di eguagliare sui depositi in valuta.

Gli utenti si affidano fiduciosi, ma ecco che quando il mercato delle criptovalute si incrina, quando arriva il Crypto Winter, queste piattaforme si rivelano dai piedi di sabbia.

Secondo Il Gazzettino si conterebbero migliaia di clienti italiani di New Financial Technology privati dell’accesso ai proprio fondi.

Non solo, un’associazione italiana che ha preso a cuore la situazione (il Movimento difesa del cittadino), afferma di avere ottenuto informazioni riguardo la situazione patrimoniale della società.

Risulterebbe che già nel 2020 l’impresa era in perdita, dunque, ben prima del “crypto boom” del 2021.

Al momento Emanuele Giullini risulta unico amministratore della società ed è in Italia, da dove sta seguendo la situazione. Al quotidiano La Repubblica ha affermato di non essere il fondatore e che i fondatori italiani sono a Dubai in questo momento.

Giullini, che di mestiere fa l’avvocato, ha affermato che ci sono accertamenti in corso su uno dei due fondatori italiani, Christian Visentin (l’altro è Mauro Rizzato).

Per ora non vuole dire altro Giullini, ma ha affermato che se si dovessero riscontrare fatti perseguibili sarà il primo a denunciarli alle autorità.

Giullini ha anche affermato che ha tutta l’intenzione di restituire i fondi ai clienti, ma aggiunge: “Sto facendo accertamenti. Al momento non si sa perché non ho accesso ai portafogli dei clienti”.

Lokky raccoglie fondi via MamaCrowd

crowdfunding

Il servizio di assicurazioni per il mondo business Lokky, ha avviato una campagna di raccolta fondi attraverso la nota piattaforma Mamacrowd.

La società italiana di insurtech dedicata alle piccole imprese, ai professionisti e ai freelance, vuole raggiungere i 150 mila clienti e un fatturato di 16 milioni di euro entro il 2026.

Negli ultimi 12 mesi, 1.500 clienti hanno sottoscritto polizze per un controvalore di 600 mila euro.

La polizza media è di 436 euro, mentre nel mese di giugno 2022 sono state sottoscritte 210 polizze per un valore complessivo di 100 mila euro di premi.

Lokky ha all’attivo 16 partner, tra cui marketplace, società del fintech e servizi di utilities.

L’obiettivo della raccolta fondi è raggiungere un minimo di 1,5 milioni di euro, con un tetto massimo di 2,2 milioni di euro.

La raccolta fondi scade il prossimo 26 settembre e al momento Lokky ha raccolto 831.559 euro da 67 investimenti.

Per partecipare l’investimento minimo è pari a 249,60 euro. Tra gli investitori, ha reso noto Lokky, c’è anche Azimut Eltif – Venture Capital Alicrowd II che ha versato una prima tranche di investimento.

Da sottolineare che l’investimento in Lokky beneficia dell’agevolazione fiscale del 30%.

Corso crypto lanciato da Revolut, 1,5 milioni di persone lo hanno concluso

Secondo quanto comunicato da Revolut, il servizio di mobile banking presente in Europa e non solo, dal lancio nel mese di luglio dei corsi crypto “Learn & Earn”, almeno 1,5 milioni di clienti da 32 paesi hanno completato i corsi.

Revolut per ora ha pubblicato corsi di base che insegnano alle persone come usare le criptovalute, il concetto di decentralizzazione e di Web3, ma conta nel prossimo futuro di pubblicare nuovi corsi.

I corsi sono incentivati, infatti chi completa i percorsi crypto lanciati da Revolut riceve premi per averli superati attraverso la app del servizio bancario.

La società ha fatto sapere che tra gli oltre 850 mila clienti italiani iscritti al suo servizio finanziario, cresce l’interesse per le criptovalute tanto che nel solo mese di luglio gli acquisti sono aumentati del 20% rispetto al mese di luglio del 2021.

L’Iran punta ai pagamenti internazionali in criptovaluta: prima transazione da $10 mln

L’Iran vorrebbe usare le transazioni in criptovaluta per mantenere i canali commerciali aperti con nazioni “selezionate”. La prima transazione del valore di 10 milioni di dollari sarebbe già stata effettuata secondo l’agenzia di stampa iraniana Tasnim, come riportato dall’Adnkronos.

L’agenzia iraniana ha aggiunto che entro settembre il paese, colpito da pesanti sanzioni da parte degli Stati Uniti, aprirà del tutto all’uso delle criptovalute per garantire il commercio con paesi target.

Non viene reso noto, tuttavia, il nome della criptovaluta o delle criptovalute ammesse come metodo di pagamento per gli scambi internazionali, e questo forse per evitare il monitoraggio.

Gli Stati Uniti da mesi, infatti, stanno effettuando controlli presso gli exchange registrati nel paese per scongiurare che cittadini iraniani o entità pubbliche e private possano usare tali piattaforme per effettuare gli scambi monetari.

Lamborghini, nuovi NFT dallo spazio alla Terra

lamborghini nera

Tornano gli NFT Lamborghini e, dopo il viaggio spaziale intorno alla Luna e oltre, l’iconica casa automobilistica di Sant’Agata Bolognese ha annunciato il lancio di una nuova serie di NFT epici, che condurranno il collezionista in un viaggio tra scenari terrestri leggendari.

Per ogni NFT (token non fungibile) emesso dalle società NFT PRO e INVNT, vi sarà una Lamborghini ad accompagnare il collezionista.

La nuova collezione di NFT Lamborghini è mensile. Ogni mese saranno rilasciati 4 NFT artistici che resteranno disponibili all’acquisto fino a 24 ore dopo la prenotazione. Ogni mese sono previsti 3 NFT e un esemplare unico in edizione limitata, si apprende dal comunicato.

La campagna terminerà a marzo 2023 e, i collezionisti che dimostreranno la loro fedeltà agli NFT Lamborghini, al termine riceveranno un NFT esclusivo.

I primi NFT sono disponibili dall’8 agosto sul sito di riferimento nft.lamborghini.com.

Fabio Carbone avatar
Fabio Carbone

Scrittore web tecnico ma versatile dal 2013, ha studiato informatica e filosofia ed anche un pizzico di sociologia. Dal 2016 si occupa di temi legati all'Industria 4.0 e al mondo del digitale. Scrive di finanza, criptovalute e blockchain per quotidiani online, siti di settore e aziende.