Migliori app per la gestione delle spese personali

Scopri le migliori app per la gestione delle spese personali per riuscire sia a risparmiare che a utilizzare al meglio il tuo denaro.

Migliori app per la gestione delle spese personali

Le app per la gestione delle spese personali sono uno strumento molto efficace per monitorare le spese e ottimizzare non solo le uscite ma anche i risparmi.

Queste app rendono disponibili in maniera semplice ed immediata statistiche complete e puntuali per capire a quanto ammontano e quali sono le spese che si affrontano ogni mese offrendo così molteplici spunti per intervenire in modo da evitare sprechi di denaro.

Scopri, allora, quali sono le migliori app per la gestione delle spese personali al fine di spendere meglio e in maniera più gratificante il tuo denaro, iniziare a risparmiare e magari anche a investire.

Cosa sono le app per la gestione spese

Le app per la gestione delle spese consentono un monitoraggio costante e in real time delle proprie finanze al fine di capire esattamente:

  • come vengono spesi i propri soldi
  • quanto è ancora possibile spendere

Molte persone appuntano questi dati su bloc notes o fogli Excel, abitudine utile ma che rispetto all’utilizzo di un app dedicata a questo scopo richiede un investimento di tempo più elevato ed espone al rischio di errori o imprecisioni.

App gestione spese condivise

Le app gestione spese condivise consentono di condividere i dati con uno o più utenti in modo che possano anche loro avere sotto controllo la situazione finanziaria.

Molte app, inoltre, offrono la funzione di suddivisione delle spese e richiesta di pagamento della varie quote rivelandosi particolarmente utili quando si desidera dividere le spese di casa con coinquilini o anche quando si va in vacanza con un gruppo di amici.

App gestione spese gratis

Vi sono molteplici app gestione spese gratis che offrono servizi e funzioni base per tenere monitorate entrate e uscite in maniera semplice ed efficace.

In genere, però le app che offrono funzioni più complesse o sincronizzazioni automatiche con conti correnti e carte di credito richiedono la sottoscrizione di un abbonamento che può ammontare a qualche decina di euro.

Alcuni conti corrente di banche digitali offrono, inoltre, gratuitamente la funzione di gestione delle spese dando così ai loro utenti un utile servizio gratis in più.

Vantaggi della gestione delle spese personali

Iniziare a gestire in maniera proattiva le proprie spese personali, senza vederle come un unico elenco di segni meno sul conto corrente è un passo fondamentale non solo per iniziare a risparmiare ma anche per spendere meglio e godersi di più il proprio denaro.

Tra i vantaggi della gestione delle spese personali vi sono:

  • maggior controllo su quanto e perché si spende, informazione fondamentale per riuscire a evitare o limitare sprechi di denaro. Ad esempio, può diventare più facile capire se si spende troppo per bollette di luce, gas o telefono e di conseguenza cambiare fornitore o offerta, oppure se l’assicurazione sottoscritta è poco competitiva ma anche individuare quelle spese che derivano da abitudini superflue.
  • possibilità di creare una previsione di spese future per accantonare il denaro necessario per pagare beni, servizi essenziali e tasse senza correre il rischio di restare senza fondi e dover richiedere rateizzazioni o prestiti che possono avere un costo
  • ottimizzare le capacità di spesa, individuando i costi che possono essere tagliati si avrà a disposizione maggiore budget da investire per l’acquisto di prodotti o per svolgere attività che danno gratificazione.

In generale, quindi, le app per la gestione spese favoriscono l’acquisizione di comportamenti e abitudini più virtuose nella gestione delle proprie finanze.

La regola del 50/30/20

La regola del 50/30/20 è un metodo di risparmio ideato da Elizabeth Warren, senatrice americana e docente di diritto commerciale a Harvard, e da sua figlia Amelia Warren Tyagi.

Dopo oltre 20 anni di studi e ricerche, le due donne sono giunte alla conclusione che il modo più efficace per tenere monitorate le proprie finanze è suddividere le entrate in base a percentuali fisse in modo di conoscere in maniera precisa quale cifra si può destinare alle varie tipologie di spesa.

Tali percentuali si sintetizzano nella regola del 50/30/20 secondo cui è possibile spendere le proprie entrate come segue:

  • 50% per le necessità, per pagare affitto, bollette, cibo e polizze assicurative;
  • 30% per lo svago, quindi per acquistare generi non strettamente necessari come abbigliamento e accessori e per pagare ristoranti, abbonamenti in palestra, corsi o a servizi di streaming;
  • 20% da destinare ai risparmi o per ripagare eventuali debiti aperti.

Le Migliori app per la gestione spese personali

Scopri le migliori app per la gestione delle spese personali che si distinguono per interfaccia semplice e intuitiva e completezza di funzioni.

Oval

Oval è l’app creata da Oval Money LTD una società italo-inglese fondata nel 2016 allo scopo di offrire uno strumento che consenta di gestire le proprie spese personali, risparmiare denaro, effettuare pagamenti o investimenti in maniera semplice.

L’app Oval è disponibile sia su Google Play che su Apple Store, il processo di registrazione è molto intuitivo e rapido e prevede il collegamento di un conto corrente.

Questa app funziona come un vero e proprio salvadanaio digitale in quanto è possibile creare uno o più goal di risparmio in base alle proprie esigenze e desideri, e impostare delle regole smart personalizzate sulle proprie abitudini di spesa che consentono di accreditarvi del denaro ogni settimana.

Una volta raggiunta la cifra da risparmiare stabilita è possibile spostarla istantaneamente nella sezione Pay e utilizzarla per acquistare o pagare quello che si desidera. Oval offre, infatti, anche la possibilità di effettuare pagamenti tramite una carta di debito VISA oppure con Apple Pay o Google Pay o fare bonifici nell’area euro.

L’utilizzo dell’app Oval è gratuito, si pagano solo 9,99€ all’anno nel caso si scelga questa realtà come sostituto di imposta.

Recensioni

Su Trustpilot il punteggio ottenuto da Oval è 1,9 su 5 e la maggior parte degli utenti considera questo strumento mediocre.

Il 42% delle recensioni definiscono il suo funzionamento scarso e molti utenti lamentano, addirittura, che i soldi siano stati trattenuti senza un motivo.

Hype

Hype è una banca digitale lanciata nel 2015 dal Gruppo Sella e illimity che offre molteplici prodotti e servizi bancari e finanziari sia tradizionali che innovativi.

La sottoscrizione di un conto Hype può rivelarsi molto utile per la gestione delle spese personali in quanto questa realtà offre la funzione Radar, una sorta di cabina di controllo del proprio denaro che consente di sapere dove si spende, come si spende e quanto si può risparmiare.

Ogni spesa viene, infatti, categorizzata in automatico e vengono rese disponibili delle statistiche che consentono in un colpo d’occhio di capire quali sono le varie voci di spesa e dove si può intervenire per risparmiare.

Hype offre, inoltre, una sezione Risparmi dove è possibile scegliere tra due diverse funzioni: box Salvadanaio e box Obiettivo. Utilizzando il box Salvadanaio è possibile stabilire un importo che si desidera risparmiare e la frequenza con cui accantonarvi denaro, mentre il box Obiettivo consente di definire un gol di risparmio e la data entro cui lo si vuole raggiungere.

Recensioni

Su Trustpilot Hype ha un punteggio di 2 su 5 determinato dai voti di quasi mille recensioni.

Il 62% delle recensioni definisce il servizio scarso, molti utenti lamentano difficoltà nel contattare e ricevere risposta dal customer care ma anche la ricezione di richieste di pagamento di canoni arretrati secondo loro non corrette.

N26

N26 è una realtà specializzata nell’offerta di servizi finanziari fondata in Germania nel 2013 che è stata nominata da Forbes la miglior banca online in Italia.

Scegliere di aprire un conto N26 può rivelarsi un’ottima scelta per la gestione delle proprie spese personali in quanto ogni spesa viene automaticamente inserita in diverse categorie predefinite e la funzione Statistiche ne consente un monitoraggio in tempo reale.

Se poi si desidera iniziare a risparmiare è possibile utilizzare la funzione Spaces che consente di creare fino a 10 spazi per gestire separatamente spese mensili e obiettivi di risparmio su cui si possono far confluire bonifici automatici provenienti dal conto principale.

Recensioni

Su Trustpilot N26 ha un punteggio di 3,4 a fronte di più di 20.000 recensioni rilasciate.

La maggior parte degli utenti si dichiara soddisfatta dei servizi ricevuti ma il 24% delle recensioni definisce il servizio scarso. Molti degli utenti insoddisfatti lamentano l'improvvisa chiusura del proprio conto ma in base alle risposte del customer care questa può avvenire in seguito al riscontro di violazioni dei termini e condizioni.

Satispay

Satispay è una realtà nata in Italia nel 2013 che offre la possibilità di effettuare pagamenti sia nei negozi fisici che online, di inviare e ricevere denaro ai propri contatti e di gestire le proprie spese, soprattutto, per favorire il risparmio.

Questa app consente di fissare un budget settimanale per le spese che non si può superare offrendo così un concreto aiuto per riuscire a risparmiare.

Allo stesso tempo è disponibile la funzione Risparmio che consente la creazione di un salvadanaio digitale dove far confluire anche il guadagno derivante dal cashback ottenuto facendo la spesa nei negozi convenzionati.

Recensioni

Sul sito di recensioni Trustpilot, Satispay ha un punteggio di 3.1 scaturito da oltre 400 recensioni. Gli utenti hanno opinioni decisamente polarizzate su questa realtà, il 46% reputa il servizio eccellente e il 39% lo reputa scarso.

Chi considera il servizio in maniera positiva evidenzia la semplicità dell’app, chi ne ha un’opinione negativa lamenta lentezza nella lavorazione delle operazioni di accredito del denaro dal conto personale a quello Satispay.

Tinaba

Tinaba è una banca digitale nata dalla collaborazione tra il fondo di private equity Sator e Banca Profilo che offre servizi bancari e finanziari a privati e aziende.

Questa realtà offre la possibilità di tenere sempre sotto controllo tutte le uscite finanziarie grazie a un’interfaccia molto semplice ed intuitiva, consente la condivisione di spese con altri utenti e anche la creazione di Salvadanai digitali per facilitare il risparmio.

Recensioni

Tinaba ha un punteggio di 3,4 su Trustpilot scaturito da oltre 230 recensioni. Le recensioni rilasciate paiono abbastanza discordanti, il 45% definisce il servizio straordinario e il 31% lo reputa scarso.

Le recensioni positive sottolineano la semplicità dell’app e la sua efficienza, mentre la maggior parte delle recensioni negative si riferiscono alla difficoltà registrata nell’effettuare disinvestimenti.

Fast Budget

Fast Budget è un’app ampiamente utilizzata e diffusa in tutto il mondo per monitorare in maniera professionale e puntuale tutte le spese personali.

Questa app disponibile sia su Google Play che su App Store ed utilizzabile anche da desktop, presenta alcune funzioni base gratuite e altre a pagamento per cui è possibile sottoscrivere un abbonamento trimestrale o annuale.

Tra le funzioni a pagamento vi è la possibilità di collegare uno o più conti corrente in modo da scaricare nell’app tutte le transazioni in maniera automatica al fine creare le categorie e sottocategorie di spesa che si desidera. In alternativa è possibile inserire valore del conto e spese in maniera manuale.

Successivamente, nella sezione Panoramica è possibile visualizzare tutti i dettagli relativi a spese e entrate mentre nella sezione Budget viene mostrato l’ammontare di denaro ancora disponibile.

Fast Budget presenta, anche, una sezione apposita per tenere traccia delle spese delle carte prepagate.

Recensioni

Su Google Play, Fast Budget ha ottenuto un punteggio di 4.6 su 5 scaturito da quasi 100 mila recensioni.

Gli utenti apprezzano la semplicità di questa app e la sua capacità di fornire una visione completa e personalizzabile della situazione finanziaria.

Expense Manager

Expense Manager è un’altra app per gestire le spese personali che si presenta come un tool decisamente professionale, completo e dettagliato.

Questa app è gratuita nella versione con pubblicità e a pagamento nella versione PRO ed è disponibile sia su Google Play che su Apple Store.

Una volta scaricata è possibile iniziare ad aggiungere le varie spese categorizzandole in maniera personalizzabile e flessibile.

Expense Manager offre, inoltre, altri utili strumenti che consentono, ad esempio, di calcolare sconti, tassi di interesse e IVA e anche un convertitore di valute.

Recensioni

Expense Manager su Google Play ha un punteggio di 4.1 su 5 scaturito da oltre 62.000 recensioni.

Gli utenti sottolineano la sua semplicità e il suo alto grado di personalizzazione per quanto riguarda inserimento delle spese e l’analisi dei relativi dati.