Risparmio e università: il fintech in aiuto degli studenti universitari

Tra le spese e gli ostacoli continui della vita universitaria, ecco come il fintech può aiutarti a risparmiare con poche e semplici scelte.
risparmio e università

Sia che tu sia uno dei fortunati ad avere una stabilità finanziaria familiare alle spalle, sia che tu ti debba sostentare da solo, il periodo universitario è caratterizzato da spese frequenti e variegate oltre alla retta universitaria. Con gli esborsi continui della vita di tutti i giorni, il costo della vita in aumento e le tasse universitarie che continuano a crescere, risparmiare durante il periodo universitario può sembrare per molti un ostacolo insormontabile.

In questo articolo ti fornisco alcuni consigli utili su come uno studente universitario può, seguendo pochi e semplici accorgimenti, risparmiare durante gli studi e migliorare la propria condizione finanziaria.

Qual è il miglior momento per iniziare?

Chiunque stia leggendo in questo preciso momento questo articolo sappia che il momento giusto per iniziare non esiste o è già passato. Non si è mai in anticipo per migliorare la propria situazione finanziaria, né in ritardo, il momento giusto è ora. Una cattiva gestione delle tue finanze personali, potrebbe rendere difficile la tua vita universitaria, ostacolando una più facile ascesa professionale

Lo stile di vita influisce sulla capacità di risparmiare

Come un’alimentazione sbagliata può vanificare tutti i tuoi sforzi in palestra, allo stesso modo questi piccoli accorgimenti non faranno di te un abile studente risparmiatore senza la giusta mentalità e le giuste scelte.

Dunque, prima di tutto, assicurati di voler veramente migliorare la tua situazione economica e di avere la volontà di impegnarti. Dopo di che cerca di seguire queste semplici regole di base da usare come solide basi di partenza per il tuo piano di risparmio.

vita senza eccessi

Vivi una vita senza eccessi. La vita è sicuramente una sola e va vissuta nella sua pienezza. Nonostante ciò, chiediti sempre se i benefici di quello che stai facendo sono maggiori rispetto al costo, fisico e mentale, che un’attività comporta. Evita dunque sregolatezze e spese folli che gravino eccessivamente sulle tue finanze. Il giubbotto o la borsetta all’ultima moda non faranno di te la persona che sogni di diventare, e ti precluderanno la possibilità di racimolare un gruzzoletto importante per costruire il tuo futuro. Cerca di scegliere soluzioni semplici e fai da te, cercando di evitare di delegare azioni che puoi compiere con facilità da solo (come cucinare invece di cenare fuori).

Fissa degli obiettivi ambiziosi. La presa di consapevolezza delle somme di denaro a tua disposizione mensilmente è fondamentale per fissare degli obiettivi personali di risparmio ambiziosi. Posiziona delle asticelle e stabilisci delle scadenze entro le quali mettere da parte la cifra prestabilita. In questo modo ti sarà possibile accumulare fin dall’inizio piccole somme di denaro. Questo capitale ti servirà infatti come base di partenza.

sotto controllo entrate e uscite

Tieni sotto controllo le tue entrate ed uscite. Cerca di tenere d’occhio e di monitorare tutte le tue entrate e le tue uscite, così da avere un quadro più completo del tuo stile di vita e di ciò di cui hai bisogno per creare il tuo piano di risparmio. Spendi solo una piccola parte di ciò che hai e metti da parte il più possibile.

Per aiutarti puoi utilizzare una delle tante app disponibili negli store in modo da tenere sotto controllo le tue finanze, creare piani di accumulo e risparmiare con maggiore facilità. Se preferisci uno stile più minimalista la più adatta a te è sicuramente Monefy, la quale ti aiuta a tenere traccia dei tuoi risparmi senza però risultare mai troppo complessa. Ai più temerari sono sicuramente più adatte Money Manager Expense & Budget & Oval. La prima permette in aggiunta di ottenere rapporti giornalieri, settimanali e mensili degli andamenti dei propri risparmi, la seconda cerca di insegnare la propensione al risparmio in modo semplice e con molte impostazioni aggiuntive. Non esiste una che superi le altre, il miglior modo è provarle e scegliere la più adatta alle proprie esigenze.

online banking

Apri un Conto Online. Come studente universitario la maggior parte delle banche offre servizi di online banking con elevati vantaggi, permettendoti di aprire comodamente da casa un conto interamente telematico. Ti starai chiedendo quale sia l’utilità di questa scelta. Un conto online ti permetterà, a costi ridotti, di avere un luogo sicuro in cui detenere i tuoi risparmi, dandoti una visione immediata della tua situazione finanziaria. I conti under 30 o per studenti con canone di apertura e mantenimento zero sono tanti. Per darti uno spunto da cui partire N26 offre con il suo conto corrente N26 Standard con canone mensile e costo dei prelievi zero. Se preferisci affidarti invece a una realtà che si appoggia a una banca tradizionale, come il Gruppo Sella, il conto Hype Start potrebbe essere adatto alle tue esigenze infatti offre un canone mensile base gratis e bonifici in area SEPA gratuiti. Anche in questo caso la cosa migliore è informarsi e scegliere l’opzione più adatta alle proprie esigenze.

Cerca un’entrata stabile e fissa. Che sia un lavoretto il sabato e la domenica alla gelateria del centro o un vero e proprio part-time, lavorare nel tuo tempo libero dallo studio ti permetterà di avere un’entrata fissa e stabile nel tempo da cui potrai attingere per i tuoi obiettivi e piani di risparmio. Lavorare, non solo ti permetterà di stabilizzare e sostenere le tue finanze ma ti garantirà anche un’importante crescita mentale e professionale, utile nel tuo percorso formativo. Per facilitare la tua ricerca lavorativa prova a utilizzare piattaforme specializzate come Infojob, LinkedIn o Indeed.

Cerca di risparmiare più che puoi. Come studente universitario avrai diritto ad un badge che ti identifica come tale. Cerca nelle tue spese giornaliere e mensili di usufruire degli sconti dedicati alla tua categoria. Le agevolazioni più comuni saranno sicuramente libri e trasporti, ma non dimenticarti di portare con te la tua carta dello studente anche in negozi, cinema, teatri e musei. Inoltre, non girare mai senza app di cashback nel tuo telefono. Il cashback non è altro che uno sconto che si ottiene dopo l’acquisto, o meglio la restituzione, a fronte di un acquisto, di una parte percentuale del prezzo appena pagato. Acquistando dunque un capo in un negozio questo ti costerà sul momento l’intera cifra, ma ne riceverai successivamente un certo importo indietro detto cashback. Questo ti permetterà di risparmiare anche nel tuo tempo libero. La piattaforma fintech che posso consigliare è Satispay, perché facile ed intuitiva, ma potrai trovare quella più adatta a te nell’app store del tuo smartphone.

non mettere tutte le uova in un paniere

Informati e sperimenta la diversificazione dei tuoi risparmi. Una volta seguiti questi semplici consigli dovresti essere in grado di mettere da parte una certa somma di denaro. Ti verrà spontaneo chiederti cosa farne. Prima di tutto ragiona come se non esistessero. Considerali come risparmi accantonati in un fondo d’emergenza, ovvero soldi, non a tua disposizione nell’immediato, ma solo in caso di necessità. Per i più curiosi e temerari ora la strada sarà quella di educarsi nel mondo finanziario per far fruttare i propri risparmi faticosamente accumulati, investendoli. Essendo un mondo con alti rischi, consiglio di iniziare con corsi di educazione finanziaria e applicazioni di investimento in modalità demo (senza vero capitale dietro).

Conclusioni

Possiamo dire che le strade per risparmiare nel periodo universitario non solo sono tante e adatte a chiunque, ma sono anche facilmente realizzabili da qualsiasi studente le affronti con la giusta mentalità. Il fintech in questo tuo percorso ti offre soluzioni trasparenti e intuitive, delle quali si conoscono in anticipo costi e risultati di ogni operazione.

Ora tocca a te! Quale strada scegli di intraprendere?

Nicolò Martin Joswig avatar
Nicolò Martin Joswig

BBA Student at University of Cagliari | BBA Experience Frankfurt | Freelance Writer