Rataran: che cos'è e come funziona

Rataran home page

Raccogliere le idee di investimento più innovative, premiando i trader più talentuosi: ecco il trade sharing targato Rataran, applicazione nata nel 2015 proprio per valorizzare i trader più competenti e offrire loro visibilità nel mondo della finanza, premiando le metodologie di trading più performanti. Con l'ultimo boom di iscrizioni (10/15 al giorno, da giugno in poi), a oggi Rataran vanta più di 800 analisti attivi e 560 sono entrati in una classifica che mostra i migliori. Ogni giorno vengono pubblicati 600 segnali. Con questi numeri Rataran sta di fatto campionando il comportamento di una popolazione di trader di 1.500.000, e visto che i trader italiani, secondo la ricerca di CheBanca Digital Survey, sono circa 2.000.000, si può dire che Rataran stia analizzando il comportamento dei trader italiani. Partendo da questo presupposto, Rataran ha voluto creare un algoritmo che, analizzando tale comportamento, crea strategie di investimento. A novembre Rataran ha aperto un conto su Ava Trade, a breve verranno aperti altri conti su altri broker: a oggi l’algoritmo sta guadagnando il 3,25%.

Cosa fa

Cosa fa Rataran


Gli analisti si possono iscrivere gratuitamente a Rataran e partecipare al Contest: ogni 3 mesi i migliori 10 diventano Top Analyst e ricevono un compenso pattuito per il trimestre successivo e per tutti i trimestri nei quali rimangono Top Analyst. Ricevono anche un contratto occasionale a tempo determinato della durata di 3 mesi, ovvero pari alla durata del Contest (con cifre così basse, non è richiesta per ora la Partita Iva).

Esclusivamente per il mercato professional è disponibile la app Rataran Premium: a 2.000 euro al mese (prezzo decrescente in funzione del numero di licenze sottoscritte) il cliente istituzionale può effettuare tutte le analisi che desidera, comprese tutte quelle legate alla cosiddetta finanza comportamentale. Inoltre, potrà osservare in real time come si comporta un analista, un gruppo di analisti o tutti gli analisti.

Un altro servizio che offre Rataran è la consulenza a clientela istituzionale (dando sostanzialmente in uso il proprio algoritmo per la creazione di portafogli e strategie). A oggi Rataran è in trattativa con 2 UCITS lussemburghesi. UCITS è l'acronimo che sta per Undertakings for Collective Investments in Transferable Securities, i fondi di questo tipo in genere investono in asset quotati su borse pubbliche e regolati dai mercati come per esempio l’Euronext Amsterdam olandese.

A chi si rivolge

Rataran benvenuto

L’iscrizione al Contest di Rataran è gratuita ed è consentita a tutte le persone maggiorenni e residenti in Italia. L'idea è quella di scovare dei trader talentuosi che abbiano le caratteristiche giuste per diventare anche gestori. Rataran non è un trader, ma li cerca, in base alla certificazione delle performance: chiunque senta di poter affrontare con successo le diverse situazioni del mercato è dunque un potenziale partecipante al Contest ed è pronto a trasformare la propria passione in un lavoro.

Per il mercato professional e per chi al suo interno voglia approfittare della competenza degli analisti di Rataran è stata pensata la web app Rataran Premium che permette di visualizzare il real time l’operatività dei migliori analisti iscritti a Rataran. Con Rataran Premium è possibile anche accedere alle classifiche elaborate da Rataran e analizzare tutta l’operatività passata di tutti gli analisti Rataran. E' infine possibile costruirsi un personale team di Analisti e ricevere una notifica ogni volta che un analista del Team effettuerà un’operazione.

Come funziona

L'obiettivo per chi si iscrive è partecipare ai Contest di Rataran per entrare nella Top Ten e diventare così Top Analyst. Cosa si deve fare per partecipare ai Contest? Si devono innanzitutto pubblicare i primi 10 segnali operativi per entrare subito in classifica. Con segnale operativo si intende l’indicazione di come si muoverà in futuro uno strumento finanziario (le principali azioni europee e americane, i più importati futures ed ETF su commodity e le coppie di valute più scambiate sul mercato).

Rataran benvenuto

Ogni analista potrà indicare la direzione futura dello strumento prescelto (Rialzo o Ribasso) e, allo stesso modo, si potrà gestire il proprio segnale, indicando un livello di chiusura (Stop Loss o Take Profit). La performance di un segnale viene calcolata in modo differente a seconda del tipo di segnale: per il segnale operativo aperto viene calcolata dividendo il prezzo di chiusura di mercato dello strumento finanziario oggetto del segnale operativo e il prezzo di apertura del segnale. La performance di un segnale operativo chiuso viene calcolata dividendo il prezzo di chiusura del segnale e il prezzo di apertura dello stesso.

Rataran ha suddiviso l’anno in 4 periodi trimestrali: 31 marzo, 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre: sono i lassi di tempo all'interno dei quali ogni analista deve pubblicare almeno 30 segnali operativi. Ogni giorno, l'algoritmo di Rataran valuta il rischio e rendimento dei segnali operativi e calcola il punteggio di ogni analista (una misura di risk/reward ponderata per differenti orizzonti temporali, calcolata dividendo il profitto per la volatilità), così tutti i giorni la classifica viene aggiornata sulla base del punteggio.

Rataran classifica

Rataran calcola quindi il profitto (ovvero il guadagno o la perdita ottenuta da un analista durante un periodo temporale predefinito) utilizzando le seguenti variabili: la performance di ogni segnale operativo aperto e chiuso; il numero complessivo di segnali aperti e chiusi. Il profitto di un analista cambia dunque ogni giorno, in base alle performance dei segnali operativi aperti, che possono cambiare in positivo o negativo in funzione dell’andamento degli strumenti finanziari. Rataran, una volta calcolato il profitto giornaliero dell’analista, lo archivia per creare l’equity line o linea della performance storica dell’analista.

Alla fine di ogni trimestre, i primi 10 analisti diventano Top Analyst e hanno l’opportunità di guadagnare denaro collaborando con Rataran nel supportare i clienti istituzionali a sviluppare prodotti finanziari innovativi.

Rataran classifica

Quanto costa

Per l'analista che decide di iscriversi a Rataran non ci sono costi, né commissioni né abbonamenti periodici, né tantomeno viene richiesto di aprire conti correnti di trading. Rataran guadagna perché richiede dei compensi di consulenza agli investitori istituzionali a cui offre il know how dei suoi migliori analisti.

Rataran condivide con il team di Top Analyst il 40% dei compensi di consulenza incassati dagli investitori istituzionali. Nel dettaglio, l’importo viene determinato partendo dal fatturato e sottraendo i costi fissi sostenuti da Rataran. Quello che rimane viene diviso con i Top Analyst, nella misura del 40%. A oggi in realtà tutto il margine di Rataran viene dedicato ai Top Analyst, al fine di creare un maggior appeal. 

Come si crea un profilo

Per creare un account Rataran basta accedere al sito e compilare il form di registrazione (indicando nome e cognome, indirizzo email, nickname e password). 

Rataran account

Nel giro di un minuto si avrà il proprio profilo sulla Dashboard e sarà possibile pubblicare i propri segnali o vedere le idee di investimento degli altri analisti Rataran. Sulla Dashboard si potranno vedere i segnali attivi e chiusi, la classifica (con numero partecipanti al Contest, la propria posizione e i giorni mancanti alla fine del Contest) e il proprio profilo (con la posizine in classifica, il punteggio, il profitto e la volatilità).

Rataran dashboard

Dove si trovano maggiori informazioni

Dal sito di Rataran è possibile accedere a un centro di assistenza online che offre una panoramica di articoli incentrati sui possibili dubbi/curiosità relativi al progetto, suddivisi tra contributi in italiano, in inglese e su Premium Rataran.

A chi chiedere supporto

Sul sito è attiva una live chat. E' possibile anche mandare una mail a info@rataran.com

Maria Comotti avatar
Maria Comotti

Giornalista e mamma, trasformo le mie passioni in scrittura e utilizzo la curiosità come lente di ingrandimento del reale. Cresciuta professionalmente nel quotidiano .Com dove mi occupavo di raccontare il mondo della pubblicità, del marketing e degli eventi, ho poi collaborato con Il Sole 24 Ore, Il Mondo e altre testate economiche. Ora scrivo anche di design, architettura, running e fintech.