Credimi: cos’è e come funziona

Credimi S.p.A. è la piattaforma italiana leader dei finanziamenti digitali in Europa, avendo erogato oltre €1,8 Miliardi ad aziende italiane in tutti i settori.

2022 Credimi

Lo sappiamo tutti: l'Italia è uno dei Paesi meno virtuosi per quanto riguarda la facilità di reperire risorse finanziarie per le aziende e per questo motivo le piccole e medie imprese (PMI) chiedono finanziamenti e anticipi fatture, attraverso banche o società di factoring, non senza onerosi aggravi economici.

Inoltre, non per tutti è facile accedere al credito, ed ecco perchè nasce Credimi, la piattaforma di finanziamenti digitali tutta italiana che fornisce liquidità alle aziende nell'arco di 48 ore.

Che cos’è Credimi

Credimi è una startup fondata nel settembre 2015 da Ignazio Rocco di Torrepadula insieme a un gruppo di circa 30 giovani talenti. Si tratta si una piattaforma di finanziamento digitale che aiuta le imprese a reperire capitale in modo veloce e efficiente. Autorizzata da Banca d'Italia alla concessione di finanziamenti diretti al pubblico come intermediario finanziario, è nata con la missione di rendere l’accesso al credito per le imprese semplice e veloce.

Tutto avviene via Internet, senza alcun documento cartaceo, in pochi minuti. Credimi riceve la richiesta, valuta i rischi con dati tradizionali e algoritmi proprietari e fornisce entro 48 una risposta e una quotazione all'azienda. Se la PMI accetta la quotazione, l'accredito sul conto aziendale arriva in poche ore.

Credimi dal 2015 ha erogato più di €1,8 Miliardi in tutta Italia a oltre 60 mila aziende.

A chi si rivolge Credimi

Il servizio di Credimi al momento può essere utilizzato da imprese italiane che rispettano i requisiti minimi, tra cui l'avere un fatturato annuo di almeno 50.000 euro, 2 anni di attività alle spalle e 2 dichiarazioni fiscali.

I finanziamenti offerti da Credimi si applicano alle ditte individuali, le società di capitali e le società di persone e al richiedente non viene chiesta alcuna garanzia, essendo i finanziamenti coperti dal Fondo di Garanzia.

I finanziamenti offerti da Credimi

Non serve aprire un conto corrente, presentare un business plan o compilare molti documenti, per verificare l'ammissibilità della propria azienda al finanziamento basta inserire la propria email aziendale e la partita iva. Se si hanno i requisiti e si decide di proseguire con la richiesta di finanziamento, Credimi richiederà le ultime due dichiarazioni fiscali dell'attività, con ricevuta di presentazione all'Agenzia delle Entrate.

Basta un minuto per completare la richiesta ed entro due giorni lavorativi si riceve direttamente via mail l’esito dell'analisi di Credimi (la decisione creditizia sulla finanziabilità della tua azienda, l’ammontare finanziabile e il costo).

Credimi offre due tipologie di prodotti di finanziamento, per clienti diversi, ma con condizioni simili:

Finanziamenti per Ditte

La prima tipologia è Credimi Subito, ossia il primo finanziamento per le Ditte Individuali. Con questo finanziamento si possono ottenere fino a 1,5 milioni di euro, da ripagare in 5 anni. L'importo massimo finanziabile è pari al 50% del fatturato dell'azienda richiedente, quello minimo è di 12 mila euro. I fondi sono coperti dalla garanzia dello Stato.

Finanziamenti per Società

Per le società di persone e capitali è invece previsto il finanziamento Credimi Futuro, che permette di ottenere subito fino a 2 milioni di euro, anch'essi coperti dalla garanzia dello Stato. Il cliente può scegliere la durata del finanziamento selezionando 5 o 8 anni. Importo, costi e piano di ammortamento saranno calcolati in base alla scelta.

Si può inoltre rimborsare anticipatamente ed estinguere il finanziamento, in tutto o in parte, inviando una comunicazione scritta a Credimi.

La piattaforma Credimi

La piattaforma online di Credimi permette di gestire con semplicità e in pochi click le richieste di factoring e finanziamento a medio lungo termine, senza documenti cartacei o burocrazia. Di seguito si elencano alcune delle funzionalità:

  • Onboarding digitale - Il processo di registrazione è interamente digitale, tramite upload di documenti e una videochiamata per approvare l'intero processo e verificare i dati e la tua persona.
  • Creazione automatica di contratti e documenti - Tutti i documenti vengono compilati automaticamente.
  • Gestione digitale - Controlla le prossime scadenze, leggi i contratti e ricevi le informazioni principali in un'unica dashboard.
  • Piano di ammortamento sempre aggiornato - Avrai una vista sempre aggiornata dello stato del pagamento di ogni singola rata.
  • Possibilità di scaricare il piano di ammortamento direttamente in Excel - I contratti sono sempre presenti in PDF. Puoi anche scaricare una copia del piano di ammortamento aggiornato in CSV.
  • Un consulente dedicato sempre a tua disposizione - Vi è la possibilità di prenotare una chiamata per eventuali dubbi e chiarificazioni.

Come diventare Partner Credimi

I partner ricevono un link dedicato su cui presentare le domande di finanziamento a nome dei loro clienti. Le richieste di finanziamento per loro presentate sono gratuite e non impegnative e si può ottenere una risposta da condividere con il cliente in 3 giorni lavorativi massimo.

Credimi per mediatori creditizi

Se sei iscritto all'OAM come mediatore creditizio, operi in Italia e superi i controlli di Credimi, ossia la tua azienda è attiva da almeno un anno, con assenza di segnalazioni legate alla società di mediazione o ai suoi legali rappresentanti, puoi diventare Partner Credimi.

Credimi per commercialisti

Se sei iscritto all’Albo dei Commercialisti, hai una delega dai tuoi clienti, hai un documento d’identità valido e i tuoi clienti sono piccole e medie imprese italiane puoi fare richieste di finanziamento per loro, diventando Partner Credimi.

Credimi per fornitori

Con Credimi per fornitori puoi incassare subito l'importo delle tue vendite e offrire ai tuoi clienti la possibilità di ripagare in 5 o 8 anni.

Non appena ti viene accettata l'application come partner Credimi puoi iniziare ad invitare i tuoi clienti a richiedere un finanziamento tramite link dedicato. La risposta sulla pre-finanziabilità è immediata. Se l'azienda dei tuoi clienti è finanziabile può procedere con l'attivazione del finanziamento. Una volta che i tuoi clienti hanno firmato il contratto con Credimi, tu ricevi il finanziamento sul tuo conto.

In questo modo potrai offrire la possibilità di pagare a rate, senza costi aggiuntivi per te, incassi tutto l'importo dell’ordine subito, non ti resterà che scegliere il conto dove ricevere l'importo.

Mentre tuoi clienti pagano il bene o il servizio in comode rate in 5 o 8 anni, non devono aprire un nuovo conto, non devono prendere appuntamenti, fanno tutto 100% online.

Come iscriversi a Credimi

Per aprire un rapporto con Credimi è necessario registrarsi: non serve inviare documenti cartacei, la procedura avviene tutta online e in pochi minuti, basta tenere a portata di mano smartphone e documento d'identità. Per completare il profilo occorre inserire i dati personali e quelli dell'azienda, quindi inserire i dati anagrafici di tutti i titolari effettivi e una scansione fronte-retro dei loro documenti di identità (carta di identità, patente o passaporto).

Bisogna che venga coinvolto un legale rappresentante dell'azienda, con poteri di firma e di richiesta dell'anticipo. Si possono inserire i suoi dati anagrafici, email e numero di telefono: Credimi lo coinvolgerà per completare i passaggi che lo riguardano.

Ancora due passaggi per completare il tutto: l'identificazione (foto con in mano il documento d'identità e scansione fronte-retro dello stesso documento) e la firma dei contratti da parte del legale rappresentante: per farlo bisogna inserire un codice segreto ricevuto tramite SMS. Una volta creato l'account si può iniziare a usare la piattaforma di Credimi.

Quanto costa Credimi

Il costo di Credimi, e quindi il tasso di interesse applicato, così come l'ammontare di denaro prestato, vengono stabiliti in base al fatturato degli anni precedenti e al profilo di pagatore del richiedente.

Credimi, in definitiva, non ha costi fissi perché utilizza dati e tecnologia per attivare il suo motore di analisi del rischio, non ci sono filiali e non esiste una rete di vendita diretta. Il sistema di raccolta dei dati per valutare i rischi e dare il rating alle singole aziende, che ha richiesto molti mesi di sviluppo, ora è ottimizzato e ha un costo incrementale per pratica molto basso, contribuendo anch'esso al contenimento del costo finale per il cliente.

Credimi è sicuro?

Credimi fin dal primo anno di attività è cresciuta molto, diventando la piattaforma con la più veloce crescita nel settore del digital lending in Italia ed Europa.

La liquidità che erogano alle aziende italiane attraverso le loro soluzioni finanziarie, proviene da capitali privati raccolti da investitori istituzionali quali Banche e Fondi di Gestione del Risparmio.

Pro e contro di Credimi

Cosa ci piace

  • Rapido ed efficiente

  • Molte soluzioni per i clienti

Cosa non ci convince

  • Manca l'app mobile

  • Il tasso d'interesse non sempre è tra i più bassi offerti sul mercato

Alternative a Credimi

Il settore dei finanziamenti digitali fintech è in ampia crescita in Italia ed in Europa. Nel nostro Paese, oltre a Credimi, hanno sede alcune delle imprese leader in Europa, ciascuna con un business model differente rispetto alle altre, ad esempio:

  • Evenfi: è una piattaforma P2P, presente anche in Spagna, che collega Pmi con progetti di crescita a finanziatori alla ricerca di opportunità d'investimento
  • Soisy: è un Istituto di Pagamento autorizzato e vigilato da Banca d’Italia come operatore di peer to peer lending, infatti Soisy non presta denaro direttamente ma mette a disposizione una piattaforma dove le esigenze degli investitori incontrano il bisogno dei richiedenti prestito.
  • Trusters: è la prima piattaforma italiana di lending crowdfunding nel settore del real estate, fondata nel 2018 da Andrea Maffi
  • Ener2crowd: è la piattaforma Italiana di lending crowdfunding specializzata negli investimenti verdi a supporto delle energie rinnovabili e della sostenibilità.
  • Smartika: è un istituto di pagamento vigilato da Banca d’Italia che, secondo il meccanismo del social lending, attraverso la propria piattaforma consente il matchmaking (ovvero l’abbinamento) tra le offerte di fondi dei Prestatori (Lender) e le domande dei Richiedenti (Borrower).

Supporto e assistenza clienti Credimi S.p.A.

Sul sito di Credimi è presente un centro assistenza con articoli dettagliati che rispondono alle domande più frequenti.

Il call center di Credimi risponde dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 17.30, al numero 02 9475 5505.

Per aiuti su argomenti specifici a cui non si sia trovata risposta nel centro assistenza, è possibile scrivere un messaggio compilando un form sul sito, spiegando il motivo del contatto.

Domande frequenti su Credimi

Quanto posso richiedere?

Puoi richiedere fino al 50% del tuo fatturato 2019. Determiniamo l'importo massimo finanziabile in fase di valutazione. L'importo finanziabile massimo è di 1,5 milioni di euro per Credimi Subito e 2 milioni per Credimi Futuro, quello minimo è di 15 mila euro per Credimi Subito e 12 mila euro per Credimi Futuro.

Che tipo di aziende finanzia Credimi?

Finanziano piccole e medie aziende italiane con 50 mila euro di fatturato e 2 anni di attività. Credimi offre finanziamenti a società di persone (SAS, SNC), società di capitali (SPA, SRL) e ditte individuali italiane, con un fatturato di almeno 50 mila euro e 2 anni di attività, con 2 bilanci depositati o 2 dichiarazioni fiscali.

Come funziona il processo di attivazione del finanziamento?

Il processo è completamente digitale e comprende diversi passaggi:

  • l’accettazione della proposta;
  • la dichiarazione dei dati necessari alla richiesta della garanzia statale e la firma dell’Allegato4;
  • la verifica della tua identità sulla nostra piattaforma per garantire la sicurezza del rapporto (Credimi e la tua azienda) ed evitare il rischio di frodi (in gergo si chiama “KYC” che significa in inglese “Know your customer” ovvero “Conosci il tuo cliente”);
  • l’ottenimento della garanzia statale dal Fondo di Garanzia (Credimi si occupa di tutta l’istruttoria);
  • la firma dei contratti di finanziamento e l’erogazione sul tuo conto corrente.

Vedrai sempre i passaggi completati e quelli ancora da fare nella tua Area Riservata sulla piattaforma di Credimi.

Daniele Marino avatar
Daniele Marino

25, Business Analyst @Fintastico