Concrete Investing: cos’è, come funziona e opinioni

Concrete Investing permette agli utenti di visionare e investire nelle più interessanti operazioni immobiliari. Scopriamo il servizio e le opinioni degli utenti.

2022 Concrete Investing

Concrete Investing è un portale italiano di real estate equity crowdfunding autorizzato e vigilato da Consob ed è operativo da metà 2018. Gli utenti del portale possono visionare e valutare operazioni immobiliari selezionate per poi eventualmente investire in esse.

Il CEO Lorenzo Pedotti ha dichiarato che l’azienda è orientata alla realizzazione di operazioni rilevanti e per questo sceglie progetti in zone della città dal grande impatto coinvolgendo player di comprovata esperienza, come Impresa Rusconi o Minardi Immobiliare, o ancora aziende come Gruppo Borgosesia o Immobiliare Percassi, Gruppo BluStone e Gruppo Building.

Concrete Investing dalla sua nascita a inizio 2017 ha finanziato 16 progetti, coinvolgendo 1.928 investitori e raccogliendo oltre 29 milioni di euro di capitali investiti. Le operazioni finanziate sono tutte localizzate a Milano. L’obiettivo è di ampliare l’offerta con nuove tipologie di prodotto finanziarie e con l’aggiunta al proprio portfolio di immobili situati in città diverse come Roma, Torino e altri centri rilevanti.

Che cosa fa Concrete Investing

Concrete Investing è una piattaforma autorizzata e vigilata da Consob, gestita da un gruppo di professionisti con comprovata esperienza nel real estate e nella finanza, in cui gli utenti possono visionare, valutare e investire in selezionate operazioni immobiliari in modo rapido e trasparente. Gli investitori possono contare, sull'accesso ad alcune tra le migliori operazioni immobiliari a livello nazionale e internazionale, sia in termini di redditività che di rilevanza.

Concrete garantisce privacy e riservatezza, perché i dettagli dell’investitore e dei relativi importi investiti non saranno resi pubblici. Con Concrete è inoltre proposta una vera e propria gestione professionale degli investimenti, dal momento che le quote vengono gestite da soggetti autorizzati e vigilati dagli organismi competenti (Consob).

Gli investitori infine ricevono nell'area dedicata del portale report periodici circa l’andamento delle operazioni nelle quali hanno investito. Il tipo di investimento su Concrete è equity based: gli investitori partecipano al capitale di rischio delle società che propongono i progetti immobiliari e diventano soci a tutti gli effetti delle imprese offerenti. Gli investitori sottoscrivono delle quote, in caso di una Srl, o delle azioni, in caso di una Spa, di un offerente.

Investi nell'immobiliare con ritorni concreti

Crea Account

A chi si rivolge Concrete Investing

Chiunque può investire attraverso Concrete, se maggiorenne e in possesso di un codice fiscale italiano. Per tutti gli utenti è richiesta la compilazione di un questionario di appropriatezza per verificare la conoscenza basilare di nozioni finanziarie, la comprensione dei rischi legati all'investimento e la capacità di poter far fronte alla potenziale perdita del capitale.

Concrete si rivolge anche agli sviluppatori immobiliari professionali, attraverso una piattaforma che agevola l’investimento, la realizzazione di progetti immobiliari e la successiva monetizzazione, con la garanzia quindi di seguire i progetti dall'inizio alla fine, valorizzando tutti gli aspetti.

washington milano concrete investing

Come iscriversi a Concrete Investing

La registrazione al portale Concrete Investing è molto semplice. Si accede direttamente dal sito e basta inserire email e password, accettare i termini e condizioni d'uso per gli investitori e/o per gli offerenti (a seconda del proprio profilo) e la privacy policy e poi cliccare sul link inviato con mail di conferma. In questo modo è possibile accedere alla sezione del sito riservata ai progetti immobiliari tra i quali scegliere per investire i propri soldi.

Come investire in Concrete Investing

Dopo essersi registrati gratuitamente, gli investitori possono visualizzare le campagne, scaricare e analizzare tutti i documenti informativi, quindi procedere con una seconda fase di registrazione in qualità di “Investitore” per poter effettuare la sottoscrizione delle quote e perfezionare il mandato fiduciario, oltre a compilare uno specifico questionario per verificare il livello di appropriatezza dell’investitore in conformità con quanto richiesto dalla normativa MIFID.

A questo punto si procede all'investimento, in fase di commitment e poi di conferma (con il versamento). Non resta poi che tenersi aggiornati con la reportistica periodica e attendere l'exit (il completamento dell'operazione) per procedere all'incasso.

Il limite minimo dell’investimento è indicato all'interno dell’offerta. Il limite massimo per le offerte, stabilito dal Regolamento, è di 8 milioni di euro.

Una campagna ha esito positivo quando raggiunge entro un certo termine l’importo minimo prefissato (quantità e tempistiche sono decise dall'offerente in accordo con il gestore) e quando viene sottoscritta una quota pari ad almeno il 5% da parte di investitori professionali.

Se non si raggiunge il target minimo di raccolta, i capitali investiti sono restituiti agli investitori senza costi aggiuntivi. Se al contrario la campagna supera il target di raccolta con investimenti in eccesso e si conclude in overfunding, questi possono essere restituiti agli investitori secondo il principio cronologico di ricezione degli ordini, o sono trattenuti se è prevista una soglia massima di raccolta.

Quando una campagna è conclusa le quote corrispondenti all'investimento effettuato da ciascun investitore sono liberate dall'Intermediario Finanziario al titolare del progetto, l’investitore matura così il diritto alla quota del capitale di rischio promessa.

Investi nell'immobiliare con ritorni concreti

Crea Account

Come proporre il proprio progetto a Concrete Investing

Dopo essersi registrati sul portale di Concrete, agli offerenti (ovvero a chi propone il proprio progetto a Concrete Investing) viene chiesto di fornire informazioni (anagrafiche e business plan) ed eventuali documentazioni aggiuntive per un’analisi preliminare. Ci sono alcuni parametri che vengono presi in esame per ammettere il progetto a questa prima fase:

  • Coerenza con il settore del Real Estate;
  • Esperienza e credenziali degli operatori coinvolti;
  • Onorabilità degli Operatori coinvolti;
  • Co-investimento e allineamento degli interessi da parte degli Operatori coinvolti;
  • Correttezza formale e sostanziale del Business Plan;
  • Attrattività profilo rischio/rendimento.

Il Gestore procede quindi a una valutazione preliminare dell'offerente, del suo team e del suo progetto. La valutazione di ogni progetto è certificata anche da un valutatore indipendente, ruolo ad oggi ricoperto dal Real Estate Center del Politecnico di Milano. Qualora il progetto sia valutato positivamente, all'offerente viene chiesto di sottoscrivere un accordo contenente la disciplina della successiva attività di valutazione del progetto nonché i termini e le condizioni della campagna di investimento e i relativi costi.

L'offerente accetta che gli investimenti sottoscritti a sostegno del proprio progetto da parte degli investitori saranno effettivi solo al momento del raggiungimento dell’obiettivo minimo di raccolta, e che gli investimenti siano raccolti in suo nome e per suo conto finanziario. Il limite massimo per le offerte, stabilito dal regolamento, è di 8 milioni di euro.

via lepontina milano concrete investing

Quanto costa Concrete Investing

Investitori

Per chi decide di investire sui progetti proposti da Concrete Investing, la registrazione al portale è completamente gratuita. In fase di ciascun investimento, a fronte dei servizi professionali offerti, è previsto un costo una tantum sul capitale sottoscritto compreso tra l'1% e il 3%, a seconda del progetto e dell'ammontare investito, chiaramente indicato nella pagina dell'offerta e aggiunto all'ammontare dell’investimento stabilito.

Offerenti

Per chi propone progetti (gli offerenti), i costi di Concrete Investing sono rappresentati da una eventuale retainer fee forfettaria, corrisposta prima del collocamento dell’offerta, a copertura dei costi di due diligence, e di una success fee, calcolata in percentuale sul capitale raccolto e definita in base al progetto e al capitale raccolto, corrisposta al termine dell’offerta solo in caso di esito positivo di quest’ultima.

Concrete Investing è sicuro?

Come ogni forma di investimento, anche quello in Concrete Investing non è esente da rischi e ogni investitore deve esserne consapevole. Detto questo, ogni progetto presente sulla piattaforma viene preventivamente sottoposto a due diligence con un passaggio di garanzia successivo offerto da un valutatore indipendente, secondo rigorosi criteri di analisi quantitativa e qualitativa.

L’approccio del portale, inoltre favorisce la diversificazione degli investimenti, visto che l’utente può benissimo decidere di frammentare il capitale a sua disposizione tra diverse offerte con diversi profili di rischio/rendimento. Concrete Investing, inoltre, garantisce privacy e riservatezza sugli investitori e sugli importi che ciascuno devolve in crowdfunding.

Pro e contro di Concrete Investing

Cosa ci piace

  • Non ha costi di gestione periodici

  • Mezzo rapido e trasparente per visionare opportunità e investire direttamente online

  • Si può accedere a progetti real estate finora riservati a un numero ristretto di investitori

  • Aumenta la visibilità dei progetti dando supporto nella definizione e nella promozione dell'offerta

Cosa non ci convince

  • Pochi progetti sul portale

  • Ticket di ingresso piuttosto elevati

  • Commissioni per gli investitori dall’1 al 3%

Supporto e assistenza clienti Concrete Investing

Sul sito di Concrete Investing è presente una sezione con le domande frequenti molto snella che copre eventuali dubbi rimasti dopo la lettura delle spiegazioni presenti. Per ulteriori informazioni è anche possibile inviare una mail a info@concreteinvesting.com o a concreteinvesting@pec.net.

Per segnalare anomalie a Concrete Investing o per risolvere problemi è possibile inviare una mail a support@concreteinvesting.com. Sul sito, inoltre, è possibile inviare domande o richieste. Gli investitori che vogliano inoltrare un reclamo possono farlo tramite e-mail da spedire all'indirizzo reclami@concreteinvesting.com indicando nel testo una breve descrizione della lamentela e i propri dati identificativi.

Investi nell'immobiliare con ritorni concreti

Crea Account

Recensioni su Concrete Investing

Su Trustpilot Concrete Investing ottiene una valutazione molto buona, con un TrustScore pari a 3,8/5, basato però su sole due recensioni.

Domande frequenti su Concrete Investing

Cosa compro quando investo?

Quando si effettua un investimento su Concrete Investing si sottoscrivono di fatto delle quote (se si tratta di una srl) o delle azioni (qualora si tratti di una spa), di un offerente, che può essere la stessa società che operativamente porta avanti lo sviluppo del progetto o un “veicolo” che investe nel progetto.

Quali garanzie esistono sul mio investimento?

Concrete Investing e gli Offerenti non possono garantire ritorni sull’investimento sottoscritto, perché si tratta di investimenti ad alto rischio in quote/azioni di società non quotate. Gli investitori si assumono quindi il rischio imprenditoriale.

Come viene garantita l’amministrazione professionale delle quote?

Esiste una società fiduciaria che si occupa della gestione amministrativa delle quote, tra cui la fiscalità dei dividendi, la custodia fisica dei documenti, la rendicontazione delle transazioni delle quote tra i soci.

Quali sono i rendimenti dei progetti pubblicati?

Ogni offerta ne ha di propri, e sono comunque pubblicati in ogni offerta e trasparenti. A seconda del tipo di operazione, il rendimento può essere rappresentato dai dividendi di competenza e/o il capital gain, nel caso di cessione della partecipazione.

Gli investimenti in titoli e altri strumenti finanziari comportano sempre il rischio di perdita del capitale. Questo contenuto non deve essere inteso come consiglio di investimento

Maria Comotti avatar
Maria Comotti

Giornalista professionista si occupa del mondo fintech raccontando le principali tendenze e analizzandone i differenti servizi per proporre una chiave di lettura accessibile a tutti.