WizKey la blockchain per la raccolta di capitali di debito sui mercati

WizKey intende creare valore per banche, imprese ed operatori finanziari attraverso la tecnologia blockchain innovando i mercati finanziari.
WizKey

WizKey ha presentato oggi presso Copernico Isola for S32 (Fintech District), la sua piattaforma decentralizzata peer-to-peer che consente di eliminare le inefficienze e le frizioni tipiche del debt capital market. La piattaforma, che si collega alla blockchain pubblica di Ethereum, nasce per supportare banche, imprese ed operatori finanziari nelle operazioni di cessione del credito e di emissione di prodotti finanziari. L’ABC di WizKey sono Artificial Intelligence, Blockchain e Cloud storage, tecnologie utilizzate congiuntamente per permettere a emittenti e investitori di creare valore.

Oltre ad abbattere i tempi e i costi di gestione e negoziazione di operazioni di finanza strutturata grazie all'automazione dei processi di back-office, WizKey elimina anche i principali rischi relativi al trasferimento dell’asset, come l’incertezza sulla titolarità del credito (si pensi allo sconto delle fatture presso diverse banche) e diminuisce l’asimmetria informativa tipica delle operazioni di finanza strutturata,  grazie al design del suo protocollo e alla maggior certezza dei dati consentita dalla tecnologia blockchain. 

La piattaforma permette di creare asset digitali relativi a crediti e prodotti finanziari trasformandoli in token sulla blockchain pubblica di Ethereum. Gli asset, una volta quotati sulla blockchain pubblica, possono essere trasferiti a controparti e investitori provenienti da tutto il mondo. Ciò significa che banche, imprese ed operatori finanziari avranno accesso a nuove opportunità di business potendo scambiare i propri asset sul mercato secondario, globale e digitale, dei prodotti di finanza strutturata e del credito. 

L’alto livello di innovazione della piattaforma presentata da WizKey permette di individuare soluzioni innovative, valide ed efficienti nel contesto del trasferimento del credito (cartolarizzazioni, factoring, reverse factoring, corporate bonds, inventory finance, trade finance) con la massima trasparenza e un alto grado di automazione. La piattaforma prevede ad esempio un sistema di delivery vs payment per il processo di trasferimento dell’asset, un OCR per la lettura dei documenti presenti in data room e l’aggiornamento in tempo reale dei flussi di pagamento relativi ai crediti e ai prodotti finanziari. 

I tre pilastri su cui è basata la piattaforma sono una data room permanente e trasferibile, smart contracts per la tokenizzazione degli asset e la notarizzazione dei dati, e un’infrastruttura peer-to-peer per il mercato digitale secondario del credito e dei prodotti finanziari. La piattaforma di WizKey è stata concepita dal team di WizKey per permettere a banche, imprese e intermediari finanziari di partecipare all’internet of growth e di trovare nuove opportunità nel mercato digitale sia per quanto riguarda le necessità di funding delle PMI sia per quanto riguarda le necessità delle banche di trovare investitori sui relativi portafogli di crediti. 

WizKey intende creare il mercato secondario, globale e digitale, del credito e dei prodotti di finanza strutturata che permette a banche, imprese ed operatori finanziari di scambiare i propri asset in maniera più veloce e semplice, incrementando la liquidità, generando nuove opportunità di business in un contesto globale” si legge nella Mission di WizKey. 

La versione beta della piattaforma è stata lanciata lo scorso aprile ed è stata sviluppata e implementata nei mesi successivi assieme ai partner strategici di WizKey e ad alcune banche che si sono prestate come tester del prodotto. Ieri la piattaforma è stata ufficialmente lanciata sul mercato: è operativa e immediatamente fruibile per gli operatori finanziari pronti al cambiamento. 

Si tratta di un progetto con ambizioni internazionali che si appoggia ad un’infrastruttura globale e decentralizzata, la blockchain di Ethereum, per permettere ai propri clienti di sfruttare le potenzialità della blockchain e delle sinergie con il cloud computing e l’intelligenza artificiale.