Robo advisor: i nuovi consulenti finanziari per i tuoi risparmi

Sai cosa sono e come funzionano i Robo Advisor? Scopri come investire anche piccole somme di denaro in modo sicuro e ottimizzato.

Robo_Advisor_Fintech

Molti dei servizi finanziari presenti su Fintastico ci sono stati segnalati dai nostri partner che ci compensano. Ciò può influenzare i servizi di cui scriviamo e come appaiono e vengono posizionati sulle nostre pagine. Tuttavia, questo non influenza le nostre valutazioni. Le opinioni espresse su Fintastico sono opinioni personali dell’autore e non devono essere intese come una consulenza professionale. Fintastico non è responsabile di alcuna perdita o danno derivato dalla visione o uso di queste informazioni.

Quando senti parlare di robo advisor pensa a una nuova generazione di consulenti finanziari. In parole semplici, si tratta di servizi online di consulenza finanziaria il cui obiettivo è aiutare le persone ad avere e gestire un portafoglio ad hoc.

Questo significa che anche chi non ha la possibilità di permettersi un consulente finanziario tradizionale per capire dove e quando investire i proprio risparmi, può avere un portafoglio d’investimento diversificato seguendo i consigli forniti dai robo advisor.

Gli algoritmi e gli automatismi alla base del funzionamento dei robo advisor, infatti, riducono i costi legati alla gestione di un portafoglio finanziario.

Le opzioni d’investimento prima dei robo advisor

I robo advisor sono nati nell’ormai lontano 2008 negli USA e hanno caratterizzato l’intera industria del risparmio e il mercato dei servizi di gestione finanziaria. Grazie al loro avvento, anche il modo di investire dei risparmiatori, compresi i principianti, è cambiato.

Prima dell’affermazione dei robo advisor le opzioni principali di investimento erano solo due:

  • investimenti eseguiti e gestiti in modo autonomo dal privato;
  • investimenti eseguiti e gestiti da un consulente finanziario.

La gestione autonoma, però, implica avere a disposizione molto tempo per studiare il mercato finanziario e il suo andamento, oltre a una solida conoscenza della finanza in generale. Requisiti che non tutti hanno e che se mancano implicano un alto rischio di perdita dei propri risparmi.

denaro che viene accumulato a seguito di investimento finanziario

Dall’altro lato, la gestione finanziaria con l’ausilio di un professionista del settore, necessita di un capitale d'investimento medio alto e conseguenti commissioni di gestione onerose che incidono sui guadagni effettivi.

Ecco che così, in risposta al bisogno delle persone di poter investire anche piccole somme e non pagare commissioni alte, oltre a non essere esperti in materia, sono nati i robo advisor, frutto della combinazione tra innovazione, tecnologia e finanza.

La garanzia di un portafoglio equilibrato

Come abbiamo già detto, i robo advisor sono strumenti digitali per la gestione di un portafoglio finanziario. Il loro obiettivo è semplificare la creazione di un portafoglio d’investimento, personalizzato e in linea con il profilo e le esigenze del singolo individuo.

Attraverso l’impiego dei robo advisor, i risparmiatori hanno la possibilità di gestire i propri risparmi senza l’aiuto della figura del consulente tradizionale. La consulenza si trasforma in un processo digitale basato su algoritmi e automatismi, senza limiti di tempo e spazio.

È, infatti, possibile usufruire dei servizi dei robo advisor da qualsiasi dispositivo connesso a internet in modo continuo, 24 ore su 24.

A intervalli periodici, inoltre, i robo advisor verificano e riequilibrano il portafoglio mediante azioni di compravendita dei diversi asset, assicurando così che il limite di perdita impostato non sia mai raggiunto e superato.

Come funzionano i robo advisor

L’impiego dei robo advisor è molto semplice. Non occorre essere né degli esperti informatici né degli esperti della finanza. I passi da compiere sono pochi e semplici. In generale, prevedono:

  • creazione di un account sulla piattaforma scelta;
  • compilazione di un questionario di profilazione per comprendere gli obiettivi da raggiungere, i limiti da rispettare e la propensione al rischio;
  • valutazione della proposta generata e inviata dal robo advisor;
  • accettazione della proposta o richiesta di alternative.

L’accettazione della proposta prevede la firma del contratto e il deposito dei fondi necessari a procedere con l’attivazione del portafoglio scelto. Una volta concluse le suddette fasi, il robo advisor inizierà ufficialmente il suo lavoro, comprensivo dell’ottimizzazione automatica degli asset nel tempo.

Algoritmi e componente umana

Il funzionamento dei robo advisor si basa su algoritmi e automatismi, ma non solo. La componente umana, seppur in minima parte, è comunque presente.

Esistono infatti diversi modelli di robo advisor. Alcuni automatizzati per ogni singola operazione, fatta salva la supervisione del funzionamento corretto degli algoritmi; altri che prevedono la presenza di un professionista in fase di creazione e/o gestione del portafoglio.

Chi sono i destinatari dei servizi di robo advisory?

Gli utenti finali dei servizi di robo advisory sono soprattutto investitori principianti, persone che hanno un capitale ridotto a disposizione e/o che non hanno tempo per gestire il proprio portafoglio finanziario.

Questo non significa che anche investitori con maggiore esperienza non debbano utilizzare i servizi di robo advisory. Anzi!

Spesso non si ha tempo da dedicare agli investimenti (nonostante conoscenza e competenza in materia) e questo influisce irrimediabilmente sui rendimenti.

Ecco allora che i robo advisor sono funzionali per la gestione degli investimenti e aumentano le possibilità di guadagno legate alle fluttuazioni del mercato.

Quali sono i vantaggi dei robo advisor?

roboadvisor pensa a come costruire al meglio un portfolio di investimento

I vantaggi di affidarsi a un servizio di robo advisory sono diversi. Uno su tutti l’obiettività delle scelte finanziarie d’investimento.

Le decisioni prese in fase di creazione e gestione del portafoglio non rispondono a finalità secondarie e interessi della banca o del consulente finanziario. Si tratta di scelte basate su algoritmi matematici non influenzabili da altri fattori. E questo è un importante aspetto da tenere in considerazione.

Un altro vantaggio da non sottovalutare è legato ai costi. Un consulente finanziario tradizionale implica commissioni più alte legate principalmente all’esperienza e al tempo del professionista. Affidando invece l’analisi, la scelta e l’aggiornamento, a un software che sfrutta l’intelligenza artificiale, la riduzione dei costi è rilevante.

Anche la sicurezza è da inserire nell’elenco dei vantaggi. I robo advisor, infatti, permettono di stabilire e impostare dei limiti di perdita, evitando che fluttuazioni del mercato si concretizzino in perdite di capitale indesiderate.

Infine, la trasparenza è un altro parametro a favore dell’impiego dei robo advisor, grazie ai quali è possibile monitorare in ogni momento l’andamento del proprio investimento e la situazione finanziaria in essere.

Ci sono anche degli svantaggi?

Per una completa analisi, è giusto sottolineare anche quelli che per alcune persone potrebbero essere rappresentati come svantaggi.

I clienti di fatto non possono intervenire in modo diretto nella scelta della composizione dei titoli pre-impostati. E allo stesso modo, viene a mancare un rapporto diretto, umano e periodico con il professionista di fiducia, in grado di rassicurare e fornire risposte e spiegazioni a dubbi e perplessità direttamente a voce.

La situazione dei robo advisor in Italia

Negli ultimi anni anche in Italia i servizi di robo advisor si stanno affermando e consolidando. A utilizzarli sono soprattutto le fasce più giovani, probabilmente perchè più avvezze alla tecnologia e più fiduciose nei meccanismi automatizzati.

Anche se efficienza, autonomia e abbattimento dei costi sono tre aspetti che coinvolgono e interessano un po’ tutti, a prescindere dall’età. Ed è proprio su questi tre fattori che le società fintech stanno ponendo le fondamenta per sviluppare e ampliare il proprio mercato.

I più timorosi e restii, infine, possono trovare sicurezza in ciò che ha detto la Consob in relazione alle attività dei robo advisor, ossia che la consulenza automatizzata offerta è a tutti gli effetti un servizio di consulenza finanziaria, e che le piattaforme da essa autorizzate sono affidabili per operare con tutti gli investitori italiani.

Per ricevere la suddetta autorizzazione, le piattaforme automatizzate d’investimento devono rispettare delle regole di base, e assicurare agli utenti finali un percorso semplice e sicuro.

Per questo motivo, è la stessa Consob ad aver stabilito che dietro un robo advisor ci sia la presenza di una risorsa umana volta a supervisionare gli algoritmi, gli automatismi e gli eventuali errori di valutazione.

Alessandra Boraso avatar
Alessandra Boraso

Scrivo di Economia e Finanza, traducendo concetti complessi in testi semplici e diretti.