Il metaverso come opportunità per marchi e imprese

Scopriamo come il metaverso permetterà alle imprese di vendere i loro prodotti e testare nuove soluzioni attraverso la cooperazione e collaborazione digitale.
metaverso gucci

In questi ultimi mesi il metaverso è salito alla ribalta dopo che Facebook ha cambiato nome e dal 28 ottobre si chiama Meta. Il famoso social network ha deciso di reinventarsi e rinascere come metaverso. Il suo fondatore Mark Zuckerberg ha affermato:

"Nei prossimi anni, spero che le persone passeranno dal vederci principalmente come un'azienda di social media a vederci come un'azienda di metaverso. In molti modi, il metaverso è la massima espressione della tecnologia sociale"

Il termine "tecnologia sociale" non è nuovo, esiste dall'inizio del XIX secolo ed è inteso come uno spazio per costruire relazioni sociali tra persone che, ad esempio, condividono interessi, attività, background o connessioni nella vita reale.

Il metaverso è l'evoluzione della tecnologia sociale e fa riferimento a un insieme di mondi digitali. La sua peculiarità rispetto ai precedenti mondi digitali è l’esperienza immersiva e multisensoriale data dall’uso applicato di vari dispositivi e sviluppi tecnologici su Internet che permette di avere la sensazione di essere davvero in una realtà parallela con altre persone.

La blockchain ha il potenziale per dare al metaverso lo status di "società"

L'esperienza va oltre la sensorialità e l'immersione. Nei metaversi i partecipanti interagiscono non solo socialmente ma anche economicamente. Questo ecosistema virtuale si basa sulla tecnologia blockchain per tokenizzare le sue risorse, sia monetarie che non monetarie, creando un efficiente sistema finanziario e aziendale.

La tecnologia blockchain ha il potenziale per conferire all'ecosistema virtuale lo status di "società". La capacità di trasferire valore da persona a persona ci permette di aprire attività (reali), dove lavorare e guadagnare uno stipendio (reale), dove acquistare un terreno (digitale) e costruire una casa (digitale) e dove acquistare oggetti di lusso, come una borsa Gucci (digitale), con denaro (reale).

Il metaverso è uno spazio in cui le aziende possono sperimentare i loro prodotti prima di spostarli nel mondo fisico

L'anno scorso, Roblox, una piattaforma di videogiochi, ha annunciato di aver venduto un'edizione di borse virtuali Gucci tramite il suo metaverso a prezzi maggiori dei capi fisici!

Roblox è un gioco multiplayer online gratuito e social. Gli utenti possono modellare i loro mondi con pezzi di diverse dimensioni e materiali. È molto simile alla creazione dei tuoi mondi con pezzi Lego che puoi condividere con altri utenti. Tali piattaforme stanno diventando un'estensione virtuale del mondo reale e i marchi di moda sono stati tra i primi a cogliere l'opportunità.

In Roblox, gli utenti aggiornano regolarmente i loro avatar con nuovi vestiti, nuove acconciature e accessori diversi utilizzando oggetti digitali. Chiunque può costruire e vendere progetti sulla piattaforma, quindi perché non andare oltre.

Nell'ultimo anno anche Gucci e Vans hanno creato mondi completamente personalizzati in Roblox. Gucci ha ricevuto circa 20 milioni di visualizzazioni e centinaia di migliaia di utenti hanno acquistato i suoi articoli.

Vans ha creato un negozio interattivo dove gli utenti possono personalizzare le proprie sneakers e uno spazio per assistere a concerti virtuali. Neil Rimer, partner di Index Ventures, ha spiegato che:

"Dato il numero di persone che hanno reso Roblox una parte centrale della loro vita digitale, è naturale che le case di moda e le altre aziende vedano Roblox in generale come un nuovo modo di entrare in contatto con le persone ed essere parte delle loro esperienze."

Un nuovo paradigma: l’esperienza non è più reale o virtuale, ma virtuale o fisica

La tecnologia blockchain e la tokenizzazione degli asset stanno cambiando le regole del gioco rendendo sempre più labile la differenza tra reale e virtuale. Le alternative non sono realtà o finzione, ora la dicotomia si basa su esperienze virtuali o fisiche, entrambe completamente reali. Le nuove tecnologie ci consentono di creare sistemi di scambio di valore tra membri di una comunità virtuale.

Le società blockchain native hanno il loro ambiente naturale nei metaversi perché sono virtuali sin dall'inizio. Non sorprende quindi che KuCoin abbia annunciato l'apertura di un ufficio di cambio criptovalute virtuali all'interno del grattacielo del metaverso di Bloktopia. KuCoin affitterà un ufficio virtuale all'interno di questo grattacielo di 21 piani e dovrebbe ospitare altri fornitori di servizi come Avalanche, una piattaforma di finanza decentralizzata (DeFi).

I videogiochi sono i precursori dei metaverso perché, sin dal loro inizio, hanno creato comunità in mondi virtuali che interagiscono e socializzano a livello globale.

Ma non tutto si riduce a giochi, servizi crittografici o moda. NVIDIA, la nota azienda di processori grafici, ha creato NVIDIA Omniverse. Questo metaverso consente a designer, artisti e sviluppatori di lavorare insieme su applicazioni software in un mondo virtuale condiviso da qualsiasi luogo in tempo reale. Professionisti di oltre 500 aziende, tra cui SHoP Architects, South Park e Lockheed Martin, stanno valutando la piattaforma. Dal lancio della sua beta aperta nel dicembre 2020, Omniverse è stato scaricato da oltre 50.000 singoli creatori.

Forse dovremmo coniare un nuovo termine per definire questo mondo parallelo, perché il metaverso, più che una realtà virtuale, sembra una "virtualità reale".

Al di là del divertimento e dell'aneddoto, il metaverso è un mondo virtuale immersivo e connesso in cui gli artisti possono creare scene digitali uniche, gli architetti possono creare edifici, gli ingegneri possono progettare prodotti e le case di moda possono progettare collaborazioni. Uno spazio in cui le aziende possono sperimentare i propri prodotti prima di spostarli nel mondo fisico.

Daniele Marino avatar
Daniele Marino

25, Business Analyst @Fintastico