Visa: la nuova normalità significa anche nuovi metodi di pagamento

Secondo un sondaggio di Visa un consumatore su due non è più disposto a fare acquisti in negozi che non offrono un pagamento completamente contactless.
visa pagamenti contactless

Un sondaggio tra esercenti e consumatori in otto paesi in tutto il mondo ha rilevato che il Covid-19 ha provocato "un drammatico passaggio al commercio digitale" con quasi la metà dei consumatori (48%) che ha affermato che ora non farebbe acquisti in un negozio che offre solo metodi di pagamento che richiedono l'uso del contante e il lettore di carte.

I cambiamenti più comuni che i consumatori hanno apportato sono gli acquisti online quando possibile (49%), l'utilizzo di pagamenti contactless (48%) e un minor utilizzo dei contanti (46%), ha rilevato lo studio Visa Back to Business.

Quasi due terzi dei consumatori (67%) affermano che sceglierebbero un nuovo esercente che avesse installato un opzione di pagamento contactless, mentre il 46% dei consumatori considera l'utilizzo di metodi di pagamento contactless tra le misure di sicurezza più importanti per gli esercenti.

Quasi quattro quinti dei consumatori (78%) hanno apportato modifiche al modo in cui pagano beni e servizi per ridurre i contatti e più di due terzi delle piccole imprese (67%) hanno adottato un nuovo approccio al commercio e ai pagamenti da quando la pandemia è iniziata.

Delle PMI intervistate, più di un quarto ha provato campagne pubblicitarie mirate sui social media (28%) o venduto prodotti o servizi online (27%), il 20% ha introdotto pagamenti contactless tra le modalità di pagamento che offre ai loro clienti mentre un terzo (33%) delle PMI ha smesso di accettare o ridurre i contanti.

Il sondaggio mostra alcune variazioni regionali, con il 94% delle PMI negli Emirati Arabi Uniti, l'84% in Brasile e l'87% a Hong Kong che afferma di aver adottato nuovi approcci commerciali rispetto alla media globale del 67%. Circa il 44% delle PMI negli Emirati Arabi Uniti ha abilitato i pagamenti contactless per la prima volta rispetto al 20% a livello globale.

"I consumatori stanno mettendo le misure Covid-19 in cima alla loro lista della spesa e premiano le aziende che fanno lo stesso", afferma Suzan Kereere, Global Head Merchant Sales & Acquiring di Visa.

"Storicamente, abbiamo visto che il cambiamento del comportamento dei consumatori nel punto vendita avviene in modo graduale nel tempo. Ma il Coronavirus ha creato un bisogno immediato di esperienze di acquisto più sicure ed efficienti sia online che offline e i consumatori stanno migrando rapidamente al commercio digitale".

I partecipanti al sondaggio includevano 250 imprenditori di PMI negli Stati Uniti, Brasile, Canada, Germania, Hong Kong, Irlanda, Singapore e Emirati Arabi Uniti, 1.000 consumatori negli Stati Uniti e 500 consumatori negli altri sette Paesi, ed è stato condotto da Wakefield Research a giugno.