Visa e Mastercard frenano su Libra

Visa, Mastercard e altri membri della Libra Association stanno riconsiderando il loro coinvolgimento frenando su Libra, il sistema di pagamento globale.

visa mastercard libra

Many of the financial services featured on Fintastico have been referred to us by our compensating partners. This may affect the services we write about and how they appear and are placed on our pages. However, this does not affect our ratings. The opinions expressed on Fintastico are the personal opinions of the author and should not be construed as professional advice. Fintastico is not responsible for any loss or damage resulting from viewing or using this information.

Visa, Mastercard e altri partner finanziari stanno riconsiderando il loro coinvolgimento nella creazione e costruzione di Libra, il network di pagamento globale di Facebook. 

La decisione avviene in seguito a una settimana di reazioni e dubbi da parte dei regolatori Statunitensi e Europei. Alcuni dei principali manager delle imprese partner del progetto Libra, si sono rifiutati di sostenere pubblicamente il progetto e il motivo è che stanno cercando di evitare un pressing da parte dei regolatori. Secondo una notizia pubblicata dal Wall Street Journal, il 14 ottobre, a Ginevra dovrebbe esserci un incontro della Libra association, il consorzio che gestisce il lancio della valuta digitale, per nominare un consiglio di amministrazione e decidere le prossime mosse. 

Negli Stati Uniti, il Dipartimento del Tesoro ha inviato lettere a Visa, Mastercard, PayPal e Stripe, chiedendo una panoramica completa dei loro programmi di compliance e antiriciclaggio e in che modo Libra entra a far parte della loro operatività aziendale. 

D'altro canto, i membri della Libra Association hanno richiesto a Facebook ulteriori informazioni, in particolare su come le attività illegali tra cui il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo sarebbero state tenute fuori da Libra. Tuttavia, non è chiaro quanti dei membri iniziali della Libra Association alla fine decideranno di continuare con la creazione di questo network di pagamenti globale. 

Finora, i membri dell'associazione hanno firmato lettere di intenti non vincolanti, ma non hanno ancora consegnato i 10 milioni di dollari che Facebook ha richiesto a ciascun membro per finanziare la creazione della moneta digitale e costruire la rete di pagamenti.