L'unione fa la forza: le banche ripensano i pagamenti in Europa

16 grandi banche europee hanno aperto la strada al futuro lancio della European Payments Initiative (EPI).Ripensare i pagamenti, in ottica digitale.
european payment initiative

Un gruppo di 16 grandi banche europee ha aperto la strada al futuro lancio della European Payments Initiative (EPI).

L'ambizione di EPI è quella di creare una soluzione di pagamento paneuropea unificata sfruttando Instant Payments / SEPA Instant Credit Transfer (SCT Inst), offrendo una carta per consumatori e negozianti in tutta Europa, un portafoglio digitale e pagamenti peer-to-peer (P2P). La soluzione mira a diventare un nuovo mezzo di pagamento standard per consumatori e negozianti europei in tutti i tipi di transazioni, inclusi in negozio, online, prelievo di contante e P2P oltre alle soluzioni esistenti per i sistemi di pagamento internazionali.

Una soluzione di pagamento paneuropea

L'obiettivo di EPI è quello di offrire una soluzione di pagamento digitale che possa essere utilizzata ovunque in Europa e sostituire il panorama frammentato che ancora esiste attualmente tra i diversi Paesi Europei. Nel fare ciò, le banche che stanno dietro il progetto EPI stanno cercando di rispondere alle richieste dei consumatori e dei negozianti che hanno richiesto strumenti di pagamento di respiro più europeo che vadano ben al di là delle diverse iniziative locali e nazionali.

L'EPI andrà soprattutto a beneficio dei cittadini europei, promuovendo l'innovazione nel mondo dei pagamenti. Più del 50% dei pagamenti nel commercio al dettaglio in Europa avvengono ancora oggi in contanti. EPI punta a portare vantaggi tangibili ai negozianti europei, offrendo una soluzione di pagamento uniforme, competitiva e unificata in tutta Europa.

L'EPI punta a sostenere e rafforzare il mercato unico e l'agenda digitale europea

Inoltre, la creazione di EPI supporterà l'attuazione dell'agenda politica sia per le istituzioni pubbliche europee che per le autorità nazionali, in particolare attraverso la creazione di una soluzione veramente europea. Le soluzioni di pagamento digitale esistenti sono frammentate in Europa e i cittadini europei non sono ancora in grado di pagare in modo digitale ovunque. Inoltre, la crisi del Covid-19 ha sottolineato la necessità di una soluzione di pagamento digitale di questo tipo. In questo senso, l'EPI mira anche ad allineare l'ecosistema europeo dei pagamenti, contribuendo al rafforzamento del mercato unico e dell'agenda digitale europea.

L'inizio della fase di attuazione dovrebbe concretizzarsi nelle prossime settimane attraverso la creazione di una società a Bruxelles, in Belgio, che stabilirà risultati chiari tra cui il completamento della tabella di marcia tecnica e operativa e l'avvio dei lavori di attuazione per ottenere la miglior esperienza utente (UX) possibile. I risultati di questa società saranno valutati da ciascuna banca prima di passare alla fase di approvazione e adozione finale a livello di EPI.

L'invito a partecipare a EPI è esteso anche a altri fornitori di servizi di pagamento che sono invitati a partecipare all'iniziativa. Fino alla fine del 2020, rimane aperta una finestra per gli attori del mercato europeo, le singole banche, nonché per i fornitori di servizi di pagamento di terze parti per inviare la propria candidatura e aderire all'EPI come membro fondatore. L'EPI dovrebbe entrare in fase operativa nel 2022.