Tesla scommette 1,5 miliardi di dollari su Bitcoin che schizza in alto

Il più grande produttore di macchine elettriche al mondo, ha dichiarato di aver investito 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin facendo crescerne il prezzo.
Tesla Elon Musk Bitcoin

Tesla ha annunciato di aver investito 1,5 miliardi di dollari in Bitcoin e ha segnalato la sua intenzione di iniziare ad accettare la criptovaluta come forma di pagamento, facendo raggiungere al prezzo della famosa criptovaluta un nuovo record.

Il dato è emerso da un documento depositato presso la Securities and Exchange Commission (SEC), che può essere considerata come la nostra Commissione nazionale per le società e la Borsa (Consob). Oltre all’acquisto, Tesla ha detto che ha intenzione di iniziare ad accettare pagamenti in bitcoin anche in cambio dei suoi prodotti.

tesla

Sempre nello stesso documento Tesla ha dichiarato:"I prezzi degli asset digitali sono stati in passato e potrebbero continuare ad essere altamente volatili, anche a causa di vari rischi e incertezze associati. Ad esempio, la prevalenza di tali attività è una tendenza relativamente recente e la loro adozione a lungo termine da parte di investitori, consumatori e imprese è imprevedibile. Inoltre, la mancanza di una forma fisica, la loro dipendenza dalla tecnologia per la loro creazione, esistenza e convalida transazionale e il loro decentramento possono sottoporre la propria integrità alla minaccia di attacchi dolosi e obsolescenza tecnologica".

Il leader del mercato delle auto elettriche ha dichiarato di aver scommesso su Bitcoin dopo aver aggiornato la sua politica di investimento il mese scorso per consentire alla società di investire in asset digitali, lingotti d'oro e fondi ETF sull'oro.

Sempre nel documento presentato alla SEC si legge:"In quanto attività immateriali prive di emittenti o organi di governo centralizzati, gli asset digitali sono stati e potrebbero essere in futuro soggetti a violazioni, attacchi informatici o altre attività dannose, nonché errori umani o malfunzionamenti dei sistemi informatici che possono causare la perdita o la distruzione di chiavi private necessarie per accedere a tali risorse. Sebbene intendiamo adottare tutte le misure ragionevoli per proteggere le risorse digitali, se tali minacce vengono realizzate o le misure o i controlli che creiamo o implementiamo per proteggere i nostri asset digitali falliscono, questo potrebbe comportare un'appropriazione indebita parziale o totale o la perdita dei nostri asset digitali con il risultato di influire pesantemente sulle nostre condizioni finanziarie e i nostri risultati operativi potrebbero venire danneggiati".

Il prezzo del bitcoin è salito del 14% fino a un massimo storico di 43.725,51 dollari, massimo storico ovviamente anche sull'euro a 37.321.

"Prevediamo di iniziare ad accettare Bitcoin come forma di pagamento per i nostri prodotti nel prossimo futuro, rimanendo ovviamente soggetti alle leggi applicabili e inizialmente su base limitata", ha concluso Tesla.

L'amministratore delegato Elon Musk ha spesso twittato su argomenti relativi alla criptovaluta e all'inizio di questo mese si è definito come un "supporter" di Bitcoin in un'intervista.