Telecronaca della Serata Fintech al Unicorn Trainers Club

Fabrizio Villani avatar
Fabrizio Villani
Cofounder of Fintastico - fintech and insurtech expert
unicorn

In questo post parliamo di:

  • Unicorn Trainers Club di Udine ha organizzato un primo appuntamento sul fintech
  • Spunti di riflessione su bitcoin e blockchain
  • Nuovi modi di investire ICO vs. VC

Ho avuto modo di prender parte alla prima serata organizzata sui temi del fintech, bitcoin e blockchain da parte dell'Unicorn Trainers Club di Udine.

La realtà dell'Unicorn Trainers Club è molto interessante: una serie di manager e imprenditori che hanno esperienze e percorsi diversi alle spalle hanno deciso di unirsi e fare massa critica per diffondere innovazione sul proprio territorio. Lo fanno affrontando durante incontri mensili diverse tematiche, collegate al mondo delle startup, del digitale e dell'economia che cambia. 

Le presentazioni degli speakers erano divise principalmente in due sezioni: da una parte le imprese che si occupano attraverso le loro piattaforme digitali di fintech, dall'altra tutte quelle realtà che utilizzano per la propria attività imprenditoriale il bitcoin o le criptovalute

Dopo una breve introduzione a cura di Massimo Baroni, uno dei soci di Unicorn Trainers Club che ha presentato gli ospiti della serata, ho rotto il ghiaccio con una presentazione che ha offerto una panoramica del settore fintech e parlato di alcuni dei trend in atto. 

Fintastico

Alcuni spunti di riflessione sono stati sulle Challenger Banks, banche digitali che nascono senza filiali e che si possono utilizzare direttamente dal proprio smartphone (es. Tinaba, Hype, ecc.) e sul settore dei Pagamenti dove i margini delle banche sono sempre più ridotti e probabilmente nel futuro prossimo vedremo sempre più accordi commerciali tra istituzioni finanziarie e imprese fintech. Altre imprese in altri settori si sono già attivate in questo senso, come Esselunga che ha deciso di stringere accordi commerciali con imprese fintech che innovano in questo verticale come Satispay

Anche la "tradizionale" raccolta di soldi online, il crowdfunding si sta evolvendo, di fianco alle piattaforme che offrono ricompense o equity, nascono anche piattaforme che abbracciano altri settori, un esempio di successo è quello di Housers che da poco offre anche in Italia la possibilità di investimento nel settore immobiliare attraverso il crowdfunding

inbitcoin

Successivamente è stato il turno della presentazione di Nicola Vaccari di inbitcoin che ha presentato casi pratici di utilizzo del bitcoin nella vita di tutti i giorni sopratutto a Rovereto e dintorni, in quella che ormai è conosciuta come la bitcoin valley. La Comunità della Vallagarina che gestisce il servizio mensa per oltre 11.000 studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado in maniera informatizzata di recente ha messo a disposizione dei propri utenti la possibilità di pagare e procedere alla ricarica del servizio mensa anche in bitcoin, stiamo parlando del primo servizio pubblico ad accettare bitcoin nello spazio Schengen. 

Il suo intervento ha suscitato molte domande, una storia già vista sopratutto per chi si avvicina al mondo bitcoin ed è alle prime armi. L'unica soluzione per colmare le lacune e rispondere a tutte le domande che possono sorgere avvicinandosi a questo mondo è quello di approfondire e studiare in modo autonomo, in modo da farsi una idea più chiara del fenomeno, della sua complessità e dei rischi e opportunità che offre. D'altronde la promessa del bitcoin e della blockchain è quella di una vera e propria rivoluzione della finanza.  In aiuto di Nicola è intervenuta Lia Correzzola, presidente dei Giovani Imprenditori Unione Industriali di Pordenone che ha raccontato l'esperienza della sua associazione che di recente ha organizzato presso i loro uffici una giornata con commercialisti, avvocati, guardia di finanza e imprese che operano con il bitcoin per confrontarsi tutti insieme, in un clima disteso, su questa nuova affascinante tecnologia. 

modefinance

Alla serata era presente anche Mattia Ciprian, imprenditore di lunga data che con la sua modefinance, è la prima agenzia di rating fintech che può emettere rating su società non finanziarie e istituti bancari e li rende pubblici distribuendoli tramite abbonamento con un modello di business che prevede che le analisi vengano pagate dai sottoscrittori dell'abbonamento e non dalle entità valutate. 

Prossimamente sarà ricevuto in Commissioni Finanze per una audizione sulla tecnologia finanziaria e il mondo fintech. Il suo intervento si è focalizzato prevalentemente sulle nuove normative che promettono di aprire il settore bancario aumentandone la competitività attraverso la fornitura di servizi avanzati e completi e una maggiore integrazione con i servizi attualmente offerti dalle imprese fintech. La nuova direttiva europea sui pagamenti, la PSD2 va proprio in questa direzione. A beneficiarne il cliente finale che avrà a disposizione una maggiore varietà di opzioni e possibilità per migliorare la gestione delle proprie finanze con servizi trasparenti e dai costi più ridotti. 

RigoBlock

A conclusione della serata c'è stato l'intervengo di Gabriele Rigo di RigoBlock, una piattaforma basata su Ethereum, che promette di semplificare il mondo degli investimenti  riducendo sensibilmente i costi di gestione e le commissioni che di solito gli investitori devono pagare a asset managers e fondi di investimento. C'è stata occasione anche per una riflessione da parte di Diego Di Tommaso di Unicorn Trainers Club per parlare del mondo delle ICO (Initial Coin Offerings) e dei loro possibili effetti sugli investimenti in imprese innovative, startup e nuovi progetti e di come gli strumenti che di solito utilizzano business angels e venture capital per valutare una startup siano differenti e più robusti rispetto a quelli che vengono utilizzati nel valutare le ICO. 

Spero presto di poter prender nuovamente parte ad un evento organizzato da Unicorn Trainers Club sul mondo fintech e sono contento di aver scoperto questa piccola ma allo stesso tempo grande realtà che mi fa ben sperare sul fatto che l'innovazione e la trasparenza portata dal fintech, non si fermino solo alle grandi città italiane ma pian piano arrivino anche in altri incantevoli luoghi d'Italia come la splendida Udine. 



Fabrizio Villani avatar
Fabrizio Villani

Cofounder of Fintastico - fintech and insurtech expert