Scuolapay: i pagamenti digitali entrano nelle scuole

Claudio Cubito avatar
Claudio Cubito
Strategic thinker with a focus on innovation and fintech. Serial entrepreneur with exit track.
ScuolaPay

Una ricerca di mercato effettuata dall'Istituto Iterion su un campione di Italiani ha evidenziato come l'84,7% ha partecipato a un pagamento di gruppo negli ultimi 12 mesi ed il 72,5% addirittura per più di tre volte. 

Se esaminiamo le occasioni di partecipazione - escludendo quella più comune come il compleanno - oltre il 30% dei pagamenti di gruppo sono inerenti con il mondo della scuola (organizzazione di feste, regali alle maestre, gite, ecc.).

Un'indagine su un campione di genitori e scuole intervistate ha evidenziato che i pagamenti delle micro attività scolastiche attualmente vengono principalmente a mano attraverso la consegna a seconda delle fasce di età degli alunni, direttamente dallo studente (35% nelle scuole primarie e 53% in quelle secondarie) oppure da un genitore (35% nelle scuole primarie e 17% in quelle secondarie). Alcune scuole, ma principalmente per attività importanti come le gite scolastiche plurigiornaliere si affidano a bollettino postale (45%) o bonifico bancario (28%).

Il tema è molto sentito nel Regno Unito dove da alcuni anni operano aziende specializzate nei pagamenti per le attività scolastiche. Un mercato che ha vissuto di recente un'importante accordo tra ParentPay, fornitore leader nel Regno Unito per i servizi di pagamento elettronici scolastici e Schoolcomms, leader nel software di gestione e relazione parentale per le scuole. Dalla fusione è nato un polo di più di 170 persone che servono oltre 8.000 scuole, 3 milioni di genitori in più di 190 comunità locali in tutto il Regno Unito. 

ParentPay è un pioniere nello sviluppo di pagamenti elettronici per le scuole, rendendo la raccolta di denaro tra i genitori più semplice, sicura ed efficiente.

Sulla scia di questa esperienza, Growish - la startup italiana leader nei pagamenti digitali di gruppo con oltre 5 milioni di euro di pagamenti gestiti da oltre 38.000 utenti - ha recentemente lanciato in beta ScuolaPay.it, uno strumento facile e sicuro per raccogliere denaro tra genitori e rappresentanti per ogni attività scolastica.

Un grande vantaggio per un problema quotidiano: raccogliere piccole quote da tutti i genitori, evitando di rincorrere chi non versa o gestire il passaggio di buste e contanti.

Il funzionamento è molto semplice: ogni genitore o rappresentante di classe può aprire una raccolta o una cassa comune su ScuolaPay ed invitare attraverso mail, sms, WhatsApp, Facebook altri genitori a contribuire. Ogni utente ha a disposizione una rubrica con i genitori della classe del proprio figlio ed è possibile scambiarsi informazioni.

Si possono creare raccolte per gite ed iniziative scolastiche, per l'acquisto di attrezzature, per regali alla maestra o ad altri compagni, per eventi o feste o pagare servizi o rette.

Ogni raccolta o iniziativa ha una pagina dedicata in cui si possono invitare i genitori a partecipare. È possibile contribuire pagando con un click in completa sicurezza con carta di credito, bonifico bancario o con credito ricaricabile. Per chi preferisce pagare in contanti, è possibile per l'organizzatore registrare manualmente il pagamento ricevuto.

Inoltre c'è la possibilità di creare una cassa comune con un versamento iniziale di una quota da parte di ogni genitore e il rappresentante di classe preleva secondo le necessità evidenziandone il motivo, in modo trasparente per tutti.

Eventuali soldi avanzati nella cassa comune possono essere riaccreditati a fine anno sul conto ricaricabile di ciascun partecipante quando si desidera, senza alcun costo.

Il denaro raccolto può essere incassato dall'organizzatore della raccolta, destinato alla Scuola, utilizzato in pagamento di un fornitore convenzionato (agenzia di viaggi, noleggio bus, museo, ecc.) o per l'acquisto di prodotti o regali. 

Aspetto importante è anche quello della gamification per le scuole: per ogni Euro transato dai propri genitori sulla piattaforma la scuola guadagna 1 punto e può scegliere premi da un catalogo di prodotto scolastici forniti da Borgione, impresa che da oltre 50 anni si occupa di bambini e delle loro esigenze di crescita con giochi educativi, cancelleria, materiale didattico, articoli per lavoretti creativi e arredi. 

Per le scuole private e per i fornitori del mondo scuola sarà presto anche disponibile una funzionalità per gestire in modo veloce il pagamento delle rette, canoni, servizi o di altre iniziative attraverso la piattaforma di pagamenti messa appunto da Growish, attraverso ScuolaPay.

Claudio Cubito avatar
Claudio Cubito

After 20 years in the chemical industry day-to-day - the last 9 as CEOs of an English multinational - and his passions (heavy metal and web) at night, in 2012 he decides to spend full time on his heart and dreams. After an exit to an American VC with www.emp-online.it (Europe's leading rock e-commerce), he launched Growish, the leading Italian fintech startup for collective payments.