Qonto chiude round da 486 milioni di euro per l'espansione

Qonto ha raccolto 486 milioni di euro da un investimento Serie D, e investirà in Italia 100 milioni di euro nei prossimi due anni.

Round serie D Qonto

Round di investimento record per Qonto, che ottiene 486 milioni di euro dagli investitori nella raccolta fondi di serie D, con una valutazione complessiva salita a 4,4 miliardi di euro.

La challenger bank francese per i professionisti e le PMI europee ha ora davanti a sé un 2022 pieno di progetti da realizzare, Italia compresa.

Grazie agli investimenti raccolti dal fondo KKR, Tencent, Exor Seeds e molti altri, Qonto punta al potenziamento del conto business per piccole e medie imprese, con una espansione che ambisce a raggiungere nuovi mercati europei entro pochi anni.

In particolare Qonto, nel comunicato stampa, rivela che ben 100 milioni di euro verranno investiti in Italia, entro i prossimi due anni, dove il mercato è cresciuto esponenzialmente con un +145% lo scorso anno rispetto al 2020.

Nel corso del 2022 verrà inaugurato a Barcellona un nuovo hub dedito all’assistenza clienti, per mantenere e migliorare la qualità dell’assistenza fornita ai freelance e alle PMI presenti nei quattro mercati attuali.

Il conto business Qonto, infatti, è partito nel 2017 dalla Francia, per poi raggiungere dal 2019 le attività commerciali italiane e spagnole, e dal 2020 quelle tedesche.

Qonto, che opera sotto la vigilanza congiunta della Banca di Francia e della Banca d’Italia, entro il 2023 punta all’espansione in nuovi mercati dell’area dell’euro per ottenere, entro il 2025, il 75% di nuovi clienti al di fuori della Francia.

Qonto alla ricerca di talenti

Trovare nuovi talenti da aggiungere al suo organico attuale, è tra le priorità dei prossimi anni. La società francese conta al momento su 500 “Qontoer” operativi da Parigi, Barcellona, Milano e Berlino. Entro il 2025, tuttavia, Qonto intende quadruplicare il suo personale per raggiungere le duemila unità.

Per coltivare i talenti di cui ha bisogno, grazie alla raccolta fondi di serie D appena terminata, verrà lanciato nel corso dell’anno il programma europeo “Qonto Campus” con cui supporterà la mobilità internazionale tra gli uffici europei.

Riferendoci all’Italia, presso la sede di Milano lavorano attualmente 40 persone, le quali sono destinate ad aumentare a 100 entro il prossimo anno per effetto del forte investimento previsto per il mercato italiano.

Investimenti importanti e pari alla cifra prevista per l’Italia, saranno destinati anche alla Spagna e alla Germania.

Qonto e la parità di genere

Qonto punta anche alla parità di genere da raggiungere entro il 2023. La società è già sulla buona strada, con un 44% di presenza femminile nel suo staff si vanta di essere tra le società fintech con la maggiore forza lavoro donna.

Secondo la filosofia della banca digitale, la diversità del personale e l’inclusione sono fattori di forza che aiutano l’impresa a raggiungere prima e meglio gli obiettivi prefissati.

L’entusiasmo dei Qontoer per il record di investimenti

Presso il quartier generale di Qonto a Parigi c’è aria di grande soddisfazione per aver raccolto 486 milioni di euro in un solo round di investimento.

Dal totale dei precedenti round, infatti, la società di gestione di operazioni bancarie ha raccolto 622 milioni di euro.

Il co-fondatore e CEO di Qonto, Alexandre Prot, in un'intervista rilasciata al servizio di stampa interno, non ha nascosto l’entusiasmo per come si è concluso il round di serie D, anche se resta focalizzato sugli obiettivi.

Prot ha raccontato che a seguito della notizia sono state molte le proposte e le opportunità che gli sono state offerte ma, lui e l’altro co-fondatore Steve Anavi, restano “concentrati” sugli obiettivi prefissati.

Tra gli obiettivi di Qonto, accanto al potenziamento dell’assistenza clienti e del personale, troviamo l’aggiunta di nuovi strumenti di valore da affiancare all’attuale offerta proposta. Le strategie di espansione passeranno anche attraverso potenziali acquisizioni di altre imprese del settore, e nuove partnership strategiche con operatori finanziari e bancari innovativi.

Cos’è Qonto e a chi si rivolge

Qonto offre ai clienti business, piccole e medie imprese e professionisti, un servizio di gestione finanziaria e bancaria per le attività quotidiane degli imprenditori.

Il fulcro dell’offerta è il conto business basato sulle nuove tecnologie e dal design pensato per favorire la trasparenza dei costi e la fluidità d’uso.

Accanto al conto con IBAN italiano, Qonto ha integrato nella piattaforma bancaria strumenti per la gestione della contabilità quotidiana delle imprese. Lo scopo è fornire un servizio che possa semplificare la vita delle attività in un mondo in costante mutamento. I 220 mila clienti che hanno aperto un conto Qonto, possono contare sui seguenti servizi:

  • IBAN italiano;
  • bonifici bancari;
  • invio F24;
  • carte Mastercard business anche per i collaboratori;
  • gestione delle spese del team;
  • conti multipli;
  • finanziamenti.

In Italia, infine, Qonto ha sviluppato 30 funzionalità e siglato 17 partnership a livello locale per fornire alle PMI ed ai professionisti con partita IVA soluzioni dedicate alle rispettive esigenze imprenditoriali.

Per approfondimenti, dai un'occhiata alla recensione di Qonto in modo da conoscere costi e promozioni.

Fabio Carbone avatar
Fabio Carbone

Scrittore web tecnico ma versatile dal 2013, ha studiato informatica e filosofia ed anche un pizzico di sociologia. Dal 2016 si occupa di temi legati all'Industria 4.0 e al mondo del digitale. Scrive di finanza, criptovalute e blockchain per quotidiani online, siti di settore e aziende.