Open Banking: una soluzione in un contesto di grande instabilità

In questo articolo il CCO di Yapily analizza come Open Banking possa aiutare a fronteggiare l’attuale congiuntura economica.

open banking

Già da qualche tempo, dopo un lungo periodo di deflazione, in tutto il mondo si avverte un costante e significativo aumento generalizzato dei prezzi.

Il 2022 ha acuito questa tendenza, aggravando sensibilmente la situazione. L’instabilità politica a livello internazionale e l’aumento del costo di molte materie prime ha comportato una vera e propria corsa ai rincari senza che l’economia ne potesse in alcun modo beneficiare.

Il fenomeno che si è quindi venuto a creare, noto come stagflazione, è molto preoccupante ed impatta significativamente sia le politiche economiche dei governi che la gestione delle finanze di famiglie ed imprese.

Abbiamo già accennato in passato a come l'open banking possa aiutare le persone ad accedere ai prodotti e ai servizi finanziari più adatti per una migliore gestione dei propri risparmi. Oggi vogliamo approfondire queste tematiche insieme a Iain McDougall, Chief Commercial Officer di Yapily.

Incertezza economica in vista

inflazione

Iain esordisce ricordando le parole del cancelliere britannico Rishi Sunak, impegnato insieme al suo governo per alleviare la pressione del costo della vita sul Paese. “I prossimi mesi saranno difficili”. Un monito valido per molte economie di tutto il mondo, Italia compresa.

L'inflazione alle stelle - guidata dall'aumento dei prezzi dell'energia e dei generi alimentari - si fa sentire in tutto il mondo, costringendo i consumatori a modificare le proprie abitudini finanziarie per affrontare queste difficili circostanze.

Emblematica una recente ricerca dell'ONS, l’istituto nazionale di statistica britannico, da cui si evince che quasi una persona su cinque (per la precisione il 17%) contrae più prestiti rispetto a un anno fa e un preoccupante 43% dichiara di prevedere di non essere in grado di risparmiare nei prossimi 12 mesi.

Giustamente sempre più consumatori si rivolgono a esperti di finanza personale per ricevere i consigli di cui hanno bisogno, ma non si parla abbastanza di un elemento cruciale del puzzle: l'open banking.

Milioni di persone sono ancora penalizzate da servizi finanziari inefficaci e non riescono quindi a migliorare la propria situazione economica a causa dello scarso accesso a prodotti davvero in linea con le proprie esigenze.

Il costo dei servizi finanziari tradizionali ha ripercussioni sulla quotidianità di milioni di persone:

  • mutuatari meritevoli di credito che non possono richiedere prestiti a causa dell'effetto a spirale del cosiddetto credit crunch;
  • migliaia di individui "non bancarizzati" che non possono richiedere finanziamenti o mutui nemmeno accedendo a garanzie pubbliche;
  • normali correntisti che hanno scarso controllo sui propri dati e sulle proprie finanze.

È qui che entra in gioco l'open banking.

L'open banking migliora l'accesso ai servizi bancari

open banking

L'open banking ha il potere di dare impulso al benessere finanziario di milioni di persone. In un contesto di inflazione, prezzi dell'energia senza precedenti e aumenti della pressione fiscale, una concessione responsabile del credito non è mai stata così importante. L'open banking costituisce uno sprone verso un approccio più equo, migliorando l'accessibilità e la trasparenza per aiutare le persone a interrompere il ricorso sistematico al credito insostenibile ed ad accedere ai prodotti e ai servizi finanziari giusti per loro.

Fondamentalmente, Open Banking offre alle persone la possibilità di ricevere un supporto personalizzato per la gestione del proprio denaro, consentendo di accedere in modo sicuro ai dati del proprio conto bancario e di analizzarli con l’obbiettivo di ottenere indicazioni oggettive e aggiornate utili per un’ottimizzazione delle proprie risorse.

Previo consenso dei correntisti – che grazie alla PSD2 tornano ad essere al centro dell’innovazione finanziaria- l'open banking consente di condividere con terzi i propri dati di estratto conto, in modo da poter ottenere prodotti e servizi personalizzati. E al contempo dà modo agli operatori economici di innovare e fornire ai propri clienti soluzioni all’avanguardia.

È un modello che funziona: basta chiedere ai milioni di utenti regolari dei servizi basati su open banking in tutta Europa, che ora godono di soluzioni finanziarie flessibili, personalizzate e sicure.

In soli quattro anni, il Regno Unito ha visto l'open banking diffondersi attraverso decine di applicazioni e prodotti che possono aiutare a rifinanziare o estinguere debiti, a pianificare le finanze e a fornire un maggiore controllo in un periodo di incertezza.

I Paesi dell’Unione Europea seguono a ruota e, pur non potendo vantare un analogo numero di alternative, iniziano a fornire ai propri cittadini soluzioni avanzate in grado di aiutarli ad affrontare le difficoltà economiche quotidiane.

Sviluppo e diffusione dell'open banking

open banking

Resta il fatto che, finché l'open banking non sarà adottato in modo più diffuso, i consumatori e le imprese potrebbero scoprire che un vero controllo delle proprie finanze è ancora fuori portata. Se le parole del Cancelliere britannico fossero davvero un presagio di ciò che accadrà, sarà necessario assistere ad un significativo cambio di passo nella regolamentazione dell'open banking per attutire il colpo di questa stretta inflazionistica.

Questo aspetto è particolarmente urgente nei Paesi che ancora non hanno raggiunto una particolare maturità nello sviluppo finanziario. E l’Italia è certamente uno di questi.

È essenziale che i governi accelerino uno sviluppo equo e lungimirante dei progetti basati su Open Banking e Open Finance e che le autorità di regolamentazione incoraggino davvero la crescita, abbandonando approcci restrittivi o particolarmente cauti.

Iain conclude dicendo che tutti meritano di poter accedere a strumenti di gestione del denaro e di avere il controllo delle proprie finanze.

La rivoluzione dell'open banking è sul punto di trasformare radicalmente il modo in cui le persone pagano, accedono alle informazioni e gestiscono il proprio denaro.

Una spinta sostenuta e consapevole verso l'open banking può contribuire ad alleviare il peso della crisi economica e a contenere gli effetti negativi dell’aumento del costo della vita nei mesi a venire.

Ma per raggiungere questo obiettivo, è davvero necessario uno sforzo congiunto da parte delle autorità di regolamentazione e dei governi per spingere l’economia mondiale fuori dalla crisi e cittadini e imprese verso la libertà finanziaria.

Yapily  avatar
Yapily

Use Yapily to power any financial application, anywhere in the world. Within minutes, you can build products that will enrich the customer experience and create financial opportunity.