Notizie fintech della settimana

Apre in Italia una scuola di metaverso, mentre eBay acquista un marketplace NFT per venderli direttamente. BlockFi, invece, rafforza il bilancio grazie a FTX.

le notizie fintech della settimana 2022

Treezor porta in Italia i suoi servizi bancari digitali

Treezor entra nel mercato italiano con i suoi servizi di gestione del processo di pagamento, per rivolgersi alle fintech e alle nuove banche digitali.

La società francese, autorizzata in Francia come istituto di moneta elettronica, ha una consolidata attività nel paese di origine e in Germania, nei Paesi Bassi e in Spagna, dove si occupa dell’abilitazione dei servizi di pagamento per le aziende.

Secondo l’amministratore delegato, Didier Lallemand, questo è il momento giusto per entrare in Italia e “aiutare il go-to-market delle aziende con l’apporto delle tecnologie e delle regole”, riporta Il Sole 24 Ore.

Treezor ha una storia relativamente recente è stata fondata nel 2016 in Francia da Eric Lassus e Xavier Labouret, ma da subito ha espresso tutto il suo potenziale tanto da essere diventata membro della rete Mastercard e della rete SEPA, ed essere stata acquisita nel 2019 dal gruppo bancario Société Générale.

Oggi Treezor ha un centinaio di clienti al suo attivo a cui fornisce emissioni di carte, processi KYC per il riconoscimento del cliente secondo le normative, IBAN virtuale e pagamenti SEPA.

Dichiarazione dei redditi, collaborazione tra N26 e Taxfix

dichiarazione redditi

Arriva il periodo della dichiarazione dei redditi annuale per i contribuenti, così la banca digitale N26 e il servizio di consulenza fiscale Taxfix si uniscono per semplificare il compito agli italiani.

I titolari di un piano N26 Standard potranno infatti usufruire di uno sconto del 30% sul costo del servizio di compilazione e invio della dichiarazione dei redditi offerto da Taxfix, che ha un prezzo di partenza di 49,90 euro.

I clienti titolari di un piano N26 Smart, You o Metal, invece, potranno beneficiare di uno sconto del 50% sul servizio di compilazione del 730 di Taxfix.

Per accedere al servizio di compilazione della dichiarazione dei redditi, i clienti di N26 dovranno aprire la app mobile e selezionare Taxfix tra le “Offerte partner”.

Con Taxfix la compilazione del modello 730 è molto semplice, basta rispondere alle domande poste dal processo guidato e allegare i documenti e le ricevute. Completata la procedura verrà applicato lo sconto al costo base del servizio, mentre i commercialisti di Taxfix si occuperanno della dichiarazione dei redditi dei clienti di N26.

BlockFi rafforza il bilancio con un prestito da 250 mln USD

Il servizio crypto BlockFi, specializzato in prestiti di denaro ai possessori di criptovaluta e nella custodia remunerata dei crypto asset dei clienti, ha reso noto attraverso un comunicato stampa di aver ottenuto una linea di credito revolving da 250 milioni di dollari USA dall’exchange FTX.

Secondo quanto si apprende, l’accordo permetterà a BlockFi di accedere a ulteriori capitali e “all’occorrenza per rafforzare ulteriormente il bilancio di BlockFi”.

L’intento è quello di garantire la stabilità a lungo termine dell’azienda nei confronti dei clienti di tutti i tipi di conto: BlockFi Interest Account; BlockFi Personalized Yield; BlockFi Loan collateral.

L’amministratore delegato, Zac Prince, nella nota ha affermato che con l’accordo stipulato martedì 21 giugno, la società ha rafforzato la salvaguardia dei fondi dei propri clienti.

Una decisione che viene presa a poche settimane dalla decisione di Celsius di bloccare i prelievi dai wallet fruttiferi dei clienti a causa dell’alta instabilità dei prezzi delle criptovalute, che hanno messo in seria difficoltà il bilancio di quest’ultima società.

Così come non si placa la tempesta sugli stablecoin e, dopo il crollo dello stablecoin algoritmico TerraUST, prosegue una migrazione “soft” verso USDC ai danni di TetherUSD (USDT).

eBay compra la piattaforma di vendita NFT KnownOrigin

non fungible token

Lo storico marketplace delle aste online eBay, e tra i principali ecommerce internazionali, ha annunciato mercoledì 22 giugno di aver acquisito il mercato di compravendita dei token non fungibili KnownOrigin. Con l’acquisto del digital art marketplace, eBay compie un salto nel futuro dove accanto alla vendita di beni fisici si espanderà sempre più un mercato fatto di beni digitali che hanno valore.

KnownOrigin è una piattaforma nata nel 2018 a Manchester, nel Regno Unito, ed è diventata punto di riferimento per artisti e collezionisti di creatività digitali. Il marketplace si occupa di gestire l’acquisto e la vendita degli NFT tra artisti e collezionisti e tra questi ultimi.

Negli ultimi due anni KnownOrigin ha beneficiato della crescita esponenziale del settore degli NFT con un aumento nei volumi di scambio.

L’amministratore delegato di eBay, Jamie Iannone, nel mese di marzo del 2022 aveva lasciato intendere che la società è aperta al bitcoin e alle criptovalute in generale come mezzo di pagamento per l’acquisto di beni sul mercato digitale.

Anche se bitcoin non è per ora abilitato su eBay, l’ingresso della società quotata in Borsa nella nicchia della “Crypto Art” lascia intuire la rotta che l’e-commerce intende seguire.

Esperti di Metaverso? Si può con Alterside di DeRev

metaverso

Nasce in Italia la prima scuola di metaverso ad opera di DeRev, società di strategia e comunicazione digitale, e si chiamerà Alterside.

Alterside promuoverà tour immersivi nel metaverso per apprendere il futuro del digitale, fatto di centri commerciali virtuali e di riunioni in presenza nelle meeting room del metaverso, solo per citare un paio di applicazioni pratiche.

La Metaverse Agency italiana, scrive l’Huffington Post, nasce per condurre le aziende italiane ed europee nella realtà a metà tra il fisico e il digitale che stiamo imparando a conoscere con il nome di metaverso.

Secondo gli ideatori della scuola di metaverso, quest’ultimo non è una rivoluzione quanto piuttosto una evoluzione di tecnologie già collaudate di fronte alla quale gli approcci dei singoli e delle aziende possono essere due: sedersi e domandarsi a cosa possa servire e lasciarsi sfuggire le opportunità; oppure studiare sin da subito questa innovazione per beneficiare da early adopter dei potenziali business del presente e del futuro.

Fabio Carbone avatar
Fabio Carbone

Scrittore web tecnico ma versatile dal 2013, ha studiato informatica e filosofia ed anche un pizzico di sociologia. Dal 2016 si occupa di temi legati all'Industria 4.0 e al mondo del digitale. Scrive di finanza, criptovalute e blockchain per quotidiani online, siti di settore e aziende.