Notizie fintech della settimana

GameStop si converte alle crypto, le orecchiette baresi diventano un NFT mentre Valentino Rossi lancia la carta VR46 per fan e motociclisti.

Fintech News settimana

Carta VR46, Mooney accelera con il Team racing di Valentino Rossi

Mooney VR46 card

Il VR46 Racing Team fondato dal pluricampione del motociclismo Valentino Rossi, ha la sua carta di pagamento grazie alla collaborazione con Mooney servizio di proximity banking e di pagamenti.

La squadra di Valentino Rossi, il VR46 Racing Team, è impegnata nelle competizioni del Campionato del mondo di motociclismo nelle classi MotoGP e Moto2, e proprio durante le competizioni che si svolgeranno in Italia, chi vorrà potrà attivare la carta prepagata VR46 dotata anche di IBAN italiano.

La carta VR46 è gestibile e attivabile attraverso la app Mooney, e per la ricarica basterà rivolgersi presso uno dei 45 mila punti vendita abilitati, tra cui tabacchi, edicole e bar, si apprende dal comunicato.

Emessa dal gruppo Intesa Sanpaolo è compatibile con Google Pay per gli acquisti tramite smartphone, permette di comprare online e nei negozi fisici, ma anche di inviare e ricevere bonifici bancari, oltre alla possibilità di prelevare presso gli ATM in Italia e all’estero.

Gli appassionati di motociclismo e del mondo Valentino Rossi, grazie alla carta prepagata VR46 otterranno sconti e vantaggi riservati grazie alle collaborazioni con importanti marchi. Per i possessori sono previsti inoltre concorsi e partecipazioni a eventi riservati.

Revolut Business aggiunge ‘Gestione delle spese’

Il servizio bancario Revolut Business evolve ulteriormente per supportare le aziende di piccole e medie dimensioni nel gestire le spese mensili operate dai collaboratori.

La nuova funzione di Revolut Business si chiama Gestione delle spese ed è attiva per tutti i clienti professionali dello Spazio economico europeo (SEE).

Con Gestione delle Spese gli amministratori e titolari di aziende possono controllare le spese, ma anche emettere gratuitamente carte di debito fisiche aziendali per i propri collaboratori accedendo dalla app Revolut Business o via web.

Le carte emesse hanno limiti che si possono rivedere con un tocco. I limiti di spesa sono basati sul periodo di tempo e sulla categoria di spesa, oltre che sul plafond massimo.

E come da tradizione Revolut, le carte di pagamento aziendali sono abilitate agli acquisti e prelievi in 28 valute e in oltre 100 nazioni.

Nel 2021 Revolut Business ha aggiunto una serie di strumenti tra cui i codici QR, i pagamenti di persona e i link di pagamento, per aiutare le aziende a gestire i pagamenti in un contesto di sicurezza sanitaria.

1 famiglia europea su 10 possiede Criptovalute dice la BCE

Le criptovalute nell’area dell’euro sono più diffuse di quanto la Banca Centrale Europea (BCE) si aspettava, ed è forse per questo che la BCE continua a lanciare degli alert sulla stabilità del sistema monetario ed economico nell’Unione Europea.

Una recente ricerca della BCE condotta su 6 nazioni della zona euro, tra cui l’Italia, mostra come il 10% delle famiglie del campione intervistate sarebbero entrate in possesso di una criptovaluta come bitcoin (BTC), ether (ETH) o altre ancora, riporta il FinTech.

Tra i sei Paesi oggetto del sondaggio i Paesi Bassi sono risultati quelli con la maggiore diffusione di criptovalute tra le famiglie, il 14%, mentre la Francia è ultima con il 6%.

Mentre le parole criptovalute e bitcoin sono sulla bocca di tutti, anche quanti ammettono di possederla dichiarano di avere delle piccole riserve. Il 37% di quanti dichiarano di avere criptovaluta non vanno oltre i mille euro di controvalore, mentre il 29% possiede una somma in crypto equivalente a €1.000 - €4.999.

Il 21% di quanti posseggono crypto in Europa, però, dichiarano di avere nei crypto wallet non meno di €10.000.

La BCE preme affinché la Commissione europea con il Parlamento e il Consiglio europeo dotino i cittadini europei di uno strumento normativo specifico.

Questo strumento c’è e si chiama Regolamento MiCa, introdotto nel settembre del 2020 è stato approvato dal Parlamento e dal Consiglio europeo nel 2022 ma non è stato ancora ratificato dai 27 Stati membri dell’Ue e la sua attuazione potrebbe slittare al 2024.

Notte della Taranta e orecchiette baresi NFT nel Metaverso

orecchiette bari

La Notte della Taranta da Melpignano (Lecce) al Metaverso, le orecchiette baresi patrimonio della cultura culinaria pugliese trasformate in token non fungibili (NFT).

Lo ha proposto l’Università di Bari “Aldo Moro” e la Puglia ha risposto sì. L’iniziativa, riportata dal quotidiano locale Lecce Prima, mira a favorire la diffusione della cultura musicale e agroalimentare della Puglia sfruttando il trend in ascesa della crypto cultura e il nuovo mondo a metà strada tra il fisico e il digitale chiamato Metaverso.

L’iniziativa è importante e non andrebbe inquadrata soltanto come promozionale per ricordare l’evento musicale che anche quest’anno è stato preparato in collaborazione con Rai1.

L’Università di Bari, che di tecnologia blockchain se ne occupa da alcuni anni anche erogando un corso universitario extracurriculare e uno short master, ha intenzione di creare la prima biblioteca digitale della cultura italiana in NFT.

Oltre alla Notte della Taranta e alle orecchiette di Bari Vecchia, troveremo gli NFT degli ulivi millenari e gli sbandieratori medievali, tutto il campus universitario e anche le lingue minori come il griko.

Sarà l’Università di Bari a gestire e custodire la preziosa biblioteca digitale curata dal Dipartimento di studi umanistici.

GameStop risorge con un crypto wallet e gli NFT

La nota catena di negozi del gaming, GameStop, investe nelle criptovalute e annuncia di aver inaugurato un suo wallet digitale per consentire ai gamer e ai negozi di inviare e ricevere criptovalute e non-fungible token (NFT).

GameStop rende noto che il suo GameStop Wallet è self-custodial (gestito solo dall’utente) e compatibile con il mondo decentralizzato di Ethereum.

Il wallet di GameStop nasce come una estensione per il browser, ed è scaricabile gratuitamente dal Chrome Web Store.

Oltre a poter conservare nell’Ethereum wallet i crypto token del network, gli utenti potranno accedere al GameStop NFT marketplace che al momento non è disponibile ma lo sarà entro la fine dell’anno.

GameStop è una società quotata in Borsa che, a cavallo tra il 2020 e il 2021, fu presa di mira dagli investitori retail i quali, coalizzandosi, riuscirono (per alcuni mesi) nell’intento di “resuscitare” il valore del titolo nel frattempo caduto in disgrazia con il progressivo passaggio del gaming dalle console alle piattaforme online.

Fabio Carbone avatar
Fabio Carbone

Scrittore web tecnico ma versatile dal 2013, ha studiato informatica e filosofia ed anche un pizzico di sociologia. Dal 2016 si occupa di temi legati all'Industria 4.0 e al mondo del digitale. Scrive di finanza, criptovalute e blockchain per quotidiani online, siti di settore e aziende.