I maggiori round fintech del primo semestre 2022 in Italia

Il 2022 degli investimenti nelle startup fintech è al momento molto migliore del 2021, andiamo a scoprire nello specifico i maggiori dieci deal

funding

Il 2022 sorride alle startup italiane. Nel primo semestre del 2022 infatti il report di Startup Italia sottolinea che si è quasi raggiunto un miliardo di finanziamenti per le startup italiane: nello specifico parliamo di €993 milioni. Per fare un raffronto, in tutto il 2021 sono stati investiti complessivamente 1 miliardo e 392 milioni.

I dati sono ancora più incoraggianti se rapportati ai primi sei mesi del 2021, quando si era registrata una raccolta complessiva di €661 milioni. La crescita è evidente: parliamo di un incremento del + 50,2%.

Ma l'ammontare dei finanziamenti non è l’unico indicatore positivo.Un incremento del +16% c’è stato anche nel numero di operazioni: 108 nel 2022, rispetto alle 93 del 2021.

Crescita apprezzabile anche nel numero di round guidati da investor stranieri. Se nei primi sei mesi del 2021 erano stati 14, nello stesso periodo del 2022 siamo già a quota 20.

Un dato in calo riguarda tuttavia l’equity crowdfunding. Nella prima parte del 2021, la raccolta complessiva era stata di 48 milioni di euro con 72 operazioni, quest’anno le campagne di equity chiuse per le startup innovative sono state 38 per un ammontare di €18,6 milioni.

I round

Andiamo a guardare nel dettaglio i round conclusi:

Scalapay

1) Con 465,6 milioni di euro di funding Scalapay si è aggiunta all'elitario campo degli unicorni italiani. L’app permette agli utenti di pagare in tre rate e senza interessi utilizzando la tecnologia del BNPL (buy now pay later). Tra gli investitori, Tencent, Tiger Global, Fasanara, Gangwal, Moore Capital e Deimos.

Moneyfarm

2) Moneyfarm è una società di consulenza finanziaria italo-inglese che ha ideato una soluzione digitale per investire in modo semplice e trasparente: con un team di 150 professionisti gestisce il patrimonio di oltre 80 mila risparmiatori. Nel 2022 ha completato un aumento di capitale di 53 milioni di euro sottoscritto da M&G plc e da Poste Italiane S.p.A.

Young Platform

3) Young Platform è un exchange centralizzato tramite il quale comprare criptovalute è semplice. Nel 2022 ha chiuso un round di investimento di 16 milioni di euro guidato da Azimut. Al round ha partecipato anche un pool di investitori tra i quali Banca Sella e United Ventures.

Insoore

4) Insoore ha ideato una piattaforma che aiuta le compagnie assicurative e le aziende di fleet management a ottimizzare il processo di gestione dei sinistri, attraverso ispezioni video-fotografiche e stime dei danni effettuate da una comunità di migliaia di esperti, in tempo reale e su richiesta.. Nel 2022 ha ricevuto un aumento di capitale di 5,5 milioni di euro. Lead
investor dell’operazione è Proximity Capital  attraverso il veicolo Mercurio Holding, con la
partecipazione di Lumen Ventures, Azimut Libera Impresa Sgr attraverso Azimut Digitech Fund e
GELLIFY.

Wallife

5) Wallife è una startup che studia i rischi della tecnologia sugli esseri umani, come i pericoli delle innovazioni in ambito genetico o i rischi derivati dai dati biometrici o dal biohacking. Sta sviluppando anche delle assicurazioni al fine di proteggere le persone dai rischi derivanti dalla tecnologia. All’aumento di capitale di 4,5 milioni di euro circa hanno partecipato oltre 40 investitori tra cui  Wellness Holding di Nerio Alessandri, fondatore e presidente di Technogym, Antonio Assereto di Proximity Capital, Andrea Dini di Aptafin.

Wikicasa

6) Wikicasa è una piattaforma proptech che gestisce vari portali di annunci immobiliari, tra cui Casaclick.it, Commerciali.it e Wikicasa.it. Nel 2022  ha chiuso un round di 3 milioni di euro, con un aumento di capitale che è stato sottoscritto dagli attuali soci.

Folks Finance

7) Folks Finance ha ideato un protocollo sicuro che permette di dare e ottenere soldi in prestito, sulla blockchain Algorand. Il suo è un modello di lending innovativo, sicuro e con un sistema che mette a disposizione liquidità per gli utenti. Ha raccolto 2,8 milioni di euro grazie all’investimento del fondo Borderless Capital, specializzato in blockchain.

Habacus

8) Habacus ha ideato una piattaforma che si frappone tra il mondo del credito e quello della scuola. Nello specifico, si occupa di orientare il percorso formativo degli studenti, agevolandone anche l’accesso ai prestiti studenteschi grazie alla certificazione delle performance accademiche e dei crediti formativi attraverso una piattaforma proprietaria. Nel 2022 ha annunciato un round di 1,82 milioni di euro guidato da LIFFT.

Checksig

9) Checksig ha sviluppato una soluzione per la gestione e la custodia degli investimenti professionali in Bitcoin e criptovalute. Nel 2022 ha ottenuto un round da 1,5 milioni di euro. A investire The Rock Trading, Par-Tec e Intesi Group.

GrowishPay

10) GrowishPay è una startup attiva nei social payments, che ha chiuso un round di investimento da 850 mila euro e concluso l’operazione di acquisizione della startup innovativa School Mission, conferendo il ramo d’azienda ScuolaPay. Il round è stato realizzato con l’ausilio di Digital Magics.

Daniele Marino avatar
Daniele Marino

25, Business Analyst @Fintastico