L'unione fa la forza: MHB-bank diventa Raisin bank

Raisin si focalizza sul banking-as-a-service per le fintech e punta sull'open banking. Continua l'espansione con una acquisizione e rebranding di una banca.
raisin bank

La fintech Raisin, con sede a Berlino, continua ad espandersi. A seguito della positiva conclusione delle procedure di controllo della proprietà da parte dell'Autorità federale di vigilanza finanziaria tedesca (BaFin), la Consob tedesca, Raisin ha rilevato MHB-Bank come unico propietario, diventando così la prima fintech in Germania ad acquisire una banca, ne avevamo già parlato qui

Dal lancio di Raisin nel 2013, la MHB-Bank, con sede a Francoforte è stata la banca di servizio di Raisin per il mercato tedesco e quello austriaco. Da questa partnership commerciale si è sviluppata una stretta collaborazione. Grazie alla nuova alleanza delle due società, Raisin dispone ora di una licenza bancaria completa e sfrutterà i vantaggi di questa acquisizione per la sua crescita. Come passo successivo, MHB-Bank AG sarà ribattezzata Raisin Bank AG. Allo stesso tempo, il marchio tedesco WeltSparen, marchio tedesco di Raisin, acquisirà un punto di riferimento alla sua casa madre internazionale e diventerà "WeltSparen by Raisin”. 

Acquisizioni strategiche come motore di crescita e diversificazione

Raisin estende la sua catena del valore nel settore finanziario con l'acquisizione della banca e, allo stesso tempo, compie un altro passo critico nella scalabilità del proprio modello, mantenendo così la sua posizione di leader di mercato nel risparmio e negli investimenti transfrontalieri. 

Nel 2017 la fintech ha rilevato PBF Solutions di Manchester, ora filiale britannica di Raisin nel Regno Unito, una mossa che ha permesso a Raisin di prepararsi per la eventuale Brexit. Insieme, Raisin e Raisin Bank intendono sfruttare le sinergie nei settori della gestione del cliente, della tecnologia e della regolamentazione per lanciare nuovi prodotti ed entrare in nuovi mercati. Entrambe le società rimarranno entità indipendenti e Raisin Bank AG continuerà ad esistere come istituto finanziario a pieno titolo.

Banking-as-a-Service: un cambio di rotta per Raisin Bank

Raisin definirà un nuovo orientamento strategico per la banca che vanta al suo attivo oltre 45 anni di storia. L'attenzione di MHB-Bank si è concentrata sulle soluzioni specializzate per i servizi di prestito bancario e di deposito a garanzia, aree che Raisin Bank prevede di espandere e di fra crescere nel futuro.

Nell'ultimo anno e mezzo, la banca ha costruito soluzioni digitali per la gestione dei conti, i pagamenti e il credito, nonché per la raccolta e l'amministrazione di prestiti completamente digitalizzati. Come banca di servizio per le fintech, la banca ha sviluppato importanti partnership con Bergfürst, CreditShelf, Evoca, Exporo, Fiduciam, Invest in Visions e Myos. 

"Il rebranding della banca è la prossima mossa in un riallineamento degli obiettivi, sottolineando la nostra forte attenzione alla digitalizzazione, al fintech e al banking-as-a-service. Lo scambio approfondito di esperienze e conoscenze con Raisin ci aiuta a sostenere ancora meglio i nostri partner. Ciò significa inoltre che presto saremo in grado di offrire una gamma più ampia di servizi con le interfacce più moderne nel settore del retail banking digitale", ha spiegato Andreas Wolf, Chief Commercial Officer di Raisin Bank. A tal fine, le nuove assunzioni rafforzeranno il team sia dal punto di vista operativo che tecnico. 

Rafforzare il marchio Raisin 

Accanto al rebranding di MHB-Bank e come parte del focus internazionale del marchio fintech, la piattaforma di lingua tedesca di Raisin, WeltSparen, diventa "WeltSparen by Raisin". 

Raisin vuole essere sinonimo di prodotti finanziari equi e trasparenti, e di democratizzazione dell'accesso a tali prodotti, superando e abbattendo le barriere. In linea con questa filosofia, Raisin sta costruendo un modello di business che crea valore per tutte le parti in gioco: esclusività per tutti - senza barriere, senza distinzioni.