iwoca nel portfolio di Neva Finventures chiude round da 100 milioni

Il Corporate Venture Capital di Intesa Sanpaolo ha una partecipazione di minoranza nel capitale di iwoca. Nel prossimo futuro espansione in Germania.
iwoca.png

iwoca, fintech specializzata in finanziamenti alle piccole e medie imprese, ha raccolto € 100 milioni ($ 109 milioni) da Insight Investment - una delle più grandi società di gestione patrimoniale a livello globale - per finanziare nuovi prestiti alle imprese sul mercato tedesco.

Si tratta del tredicesimo round di finanziamento per iwoca. Lo scorso anno, a febbraio, aveva chiuso un round da € 150 milioni di Euro. L'anno scorso, questa fintech fondata nel Regno Unito ha raddoppiato il suo personale in Germania passando da 50 a 100 dipendenti e ha anche promesso di assumere almeno 100 dipendenti nei suoi uffici di Leeds entro il 2023, suggerendo che una parte significativa del capitale raccolto andrà anche a sostenere l'espansione sul mercato britannico.

Nel capitale sociale di iwoca c'è anche Neva Finventures, società di corporate venture capital del Gruppo Intesa Sanpaolo, che investe a livello internazionale in realtà fintech, sia in modo diretto attraverso l'ingresso nel capitale sociale delle startup che in modo indiretto tramite l'acquisizione di quote di fondi di venture capital. Attualmente nel suo portfolio fintech, secondo dati Dealroom, oltre a iwoca troviamo:

  • Oval: startup fintech che rivoluziona il mondo del risparmio accorciando la distanza tra le persone e la finanza. Con Oval chiunque può iniziare a mettere da parte risparmi e a farli crescere investendo direttamente dall'app.
  • MatiPay: è una soluzione di Digital Transformation dell’industria della distribuzione automatica e consente di sostituire l’attuale chiavetta “fisica” delle vending machine con un wallet digitale installato sullo smartphone ricaricabile sia con i contanti, da inserire nei distributori, sia attraverso carta di credito.
  • BacktoWork24: è una delle principali piattaforme di equity crowdfunding in Italia. Favorisce l'investimento in startup, PMI e progetti immobiliari da parte di investitori privati e professionali dopo un attenta selezione da parte del team che gestisce la piattaforma.
  • Yolo: app insurtech che permette agli utenti di sottoscrivere servizi di assistenza e polizze assicurative in modalità totalmente digitale attraverso lo smartphone. Yolo ridisegna il modello distributivo e l'offerta assicurativa a cui eravamo abituati.

Con a disposizione oltre 500 milioni di euro in equity e finanziamento mediante debito, la startup, cofondata da una coppia tedesca-britannica, è destinata a far crescere rapidamente il volume dei prestiti erogati che fino ad ora hanno raggiunto un miliardo di Euro.

La società afferma di essere la più grande piattaforma fintech nel suo verticale in Germania, e che sta competendo sul mercato con rivali locali agguerriti come CrossLend, che lo scorso ottobre ha chiuso un round di investimento da 35 milioni di Euro.

"Questo investimento ci consente di diversificare in un nuovo settore nella più grande economia europea e riteniamo che fornisca anche ai nostri clienti flussi di diversificazione e flussi di cassa di alta qualità", afferma Shaheer Guirguis, Head of Secured Finance di Insight Investment.

Christoph Rieche, CEO e cofondatore di iwoca, definisce il suo nuovo investitore "un partner molto agile e reattivo" che gli fornirà "la base perfetta" per la sua "nuova fase di crescita" in Germania.

Finora questa piattaforma fintech fondata nel 2012 afferma di aver finanziato 50.000 piccole imprese, ma non ha diffuso dati su come i suoi clienti sono divisi tra il mercato inglese e quello tedesco.