Investire nel real estate senza comprare casa: il crowdfunding immobiliare

Investire nel real estate senza comprare casa il crowdfunding immobiliare

Investire nel real estate senza comprare un immobile. Pare un controsenso, ma invece è possibile grazie al fintech, e precisamente al crowdfunding immobiliare o real estate crowdfunding. Si tratta di una raccolta di fondi tramite la collettività (crowd) per finanziare un progetto immobiliare. Il suo principale vantaggio è che permette di partecipare, anche con importi contenuti (100-500 euro) e costi pari a zero, a uno o più progetti immobiliari, diversificando i propri investimenti.

Le piattaforme di crowdfunding immobiliare in Italia hanno raccolto 85,3 milioni di euro in Italia negli ultimi 12 mesi secondo l’Osservatorio sul Crowdinvesting della School of Management del Politecnico di Milano (dati aggiornati a fine giugno 2021). Dall’inizio delle loro attività nel 2017, i portali hanno raccolto 157,87 milioni di euro attraverso 469 campagne. A livello geografico, la maggior parte delle campagne finanziate riguarda progetti sviluppati nel nord Italia, in particolare nella Lombardia, con la città metropolitana di Milano che da sola ha assorbito il 35% (l’anno scorso però la percentuale era più alta, al 48%) di tutti gli investimenti. Le altre province lombarde totalizzano il 25%. Tuttavia, progetti importanti sono stati realizzati anche in altre regioni, quali Emilia Romagna (9%), Toscana (9%), Piemonte (5%), Liguria e Sardegna (4% ciascuna). In futuro, il Politecnico di Milano si aspetta che nel nostro Paese la raccolta cumulata possa raggiungere i 206 milioni, con eventuali sorprese positive che potrebbero spingere gli investimenti fino a quota 220 milioni.

Esistono due tipi di crowdfunding immobiliare: il lending e l'equity crowdfunding immobiliare.

lending ed equity crowdfunding immobiliare


Il lending crowdfunding immobiliare

Quando si partecipa a una campagna di lending crowdfunding immobiliare, si presta denaro in cambio del rimborso del capitale e degli interessi alla scadenza dichiarata, mediamente di poco superiore a 15 mesi. Sempre secondo il Politecnico di Milano, il lending crowdfunding immobiliare dal 2017 a fine giugno 2021 in Italia ha raccolto 90,43 milioni di euro. La raccolta media delle campagne di lending crowdfunding ha costituito mediamente il 57% del budget totale del progetto immobiliare.

L’equity crowdfunding immobiliare

Quando si partecipa a una campagna di equity crowdfunding immobiliare, si diventa soci della società che presenta o finanzia il progetto. E’ una forma di investimento simile alle azioni, con maggiore rischio e orizzonte temporale di investimento (mediamente 23 mesi), che dipendono entrambi all’esito del progetto. Tuttavia, il rendimento è più elevato nell’equity crowdfunding rispetto al lending crowdfunding, proprio per riflettere la sua maggiore rischiosità. Sempre secondo il Politecnico di Milano, l’equity crowdfunding immobiliare dal 2017 a fine giugno 2021 in Italia ha raccolto 67,44 milioni di euro. La raccolta media delle campagne di equity crowdfunding è stata di 1,43 milioni. La raccolta tramite questo strumento costituisce una frazione minoritaria del budget complessivo nel caso delle campagne di equity crowdfunding: mediamente il 27% del totale.

I principali portali di lending crowdfunding immobiliare in Italia

CrowdEstate offre opportunità di investimento immobiliare di alta qualità e pre-valutate. Solo le migliori opportunità di investimento che sopravvivono al rigoroso processo di due diligence sono pubblicate per investire. Informazioni approfondite, business plan e modelli finanziari combinati con un investimento minimo di 100 euro rendono l'investimento immobiliare facile e veloce.

Housers è una piattaforma che permette di investire in progetti immobiliari (residenziali, commerciali o industriali) con altre persone per ottenere un reddito da locazione e un profitto dalla rivalutazione al momento della vendita.

Re-Lender si definisce la prima piattaforma di “reconversion crowdfunding”, in quanto si avvale del crowdfuding per raccogliere fondi per dare nuova vita alle comunità tramite processi di riconversione industriale.

Rendimento Etico è la prima piattaforma italiana di lending crowdfunding immobiliare dedicata al mercato degli Npl. E’ anche quella che ha ottenuto risultati migliori in Italia dell’intero settore, con oltre il 50% dell’intero giro d’affari.

Trusters è nata dall’idea di un team di professionisti che da oltre vent’anni operano con successo e ottimi risultati nel settore immobiliare. La sua mission è creare una piattaforma che dia la possibilità al maggior numero di persone di diventare dei veri investitori immobiliari generando da un lato profitti e creando valore dall’altro.

Valore Condiviso permette di finanziare operazioni immobiliari senza vincolarsi alle società proponenti. Il contributo del singolo è semplicemente un prestito, che sarà rimborsato al termine dell’operazione insieme al rendimento maturato.

I principali portali di equity crowdfunding immobiliare in Italia

BacktoWork è una piattaforma italiana che fornisce a manager e investitori strumenti innovativi per investire capitali e competenze nell'economia reale e supporta le piccole imprese e startup nella raccolta di capitali per lo sviluppo. Ora ospita anche campagne di equity crowdfunding immobiliare.

Concrete Investing è una piattaforma autorizzata e vigilata da Consob e gestita da un gruppo di professionisti con comprovata esperienza nel real estate e nella finanza in cui gli utenti possono visionare, valutare e investire in selezionate operazioni immobiliari in modo rapido e trasparente. Gli investitori infine ricevono nell'area dedicata del portale rapporti periodici circa l’andamento delle operazioni nelle quali hanno investito.

CrowdFundMe è un portale di equity crowdfunding che offre alle startup e alle pmi innovative un metodo di finanziamento alternativo, proponendo a investitori retail e professionali la possibilità di investirvi in modo semplice. E’ anche la prima piattaforma di equity crowdfunding quotata sui mercati di Borsa Italiana, precisamente sul segmento Aim Italia. Dal 2020 propone anche campagne di equity crowdfunding immobiliare.

House4Crowd è una piattaforma di real estate equity crowdfunding che permette di investire in progetti immobiliari con una soglia minima di 500 euro. Gli investitori possono scegliere tra numerosi progetti e creare il loro portafoglio immobiliare.

Mamacrowd è la piattaforma di equity crowdfunding di SiamoSoci che permette di investire in startup innovative preselezionate da partner esperti, che già fatturano e che propongono business validati dal mercato. Dal 2020 ospita anche campagne di equity crowdfunding immobiliare.

Walliance è la prima piattaforma italiana di equity crowdfunding per il mercato immobiliare, attiva sul mercato da settembre 2017 e creata nell'ambito del Gruppo Bertoldi, holding a conduzione familiare nata in Trentino negli anni '60 nella grande distribuzione alimentare con i supermercati a marchio Orvea. Walliance permette, una volta iscritti, di diventare investitori. Tre i principi cardine su cui si fonda l'operato della piattaforma: trasparenza, accessibilità e flessibilità.

Per saperne di più

Per maggiori informazioni sul tema del real estate crowdfunding, suggeriamo di leggere:

Conclusioni

Investire nel real estate senza comprare un immobile. Pare un controsenso, ma invece è fattibile grazie al fintech, e precisamente al crowdfunding immobiliare o real estate crowdfunding. Si può scegliere se investire tramite l’equity o il lending crowdfunding immobiliare, a seconda delle proprie esigenze.