Intervista a Lorenzo Luce di BigProfiles. AI profiling come driver dell'innovazione.

BigProfiles

Abbiamo avuto il piacere di fare qualche domanda a Lorenzo Luce, CEO di BigProfiles che abbiamo intervistato su come l'intelligenza artificiale può aiutare banche e assicurazioni a trattenere i clienti, conoscerli meglio e permettere di fargli offerte personalizzate sulle loro reali esigenze e bisogni. 

In un recente articolo comparso su il Sole24 ore infatti, si parla delle recenti strategie di retention che sempre più spesso fanno leva sull'analisi dei dati e la profilazione degli utenti, è per questo motivo che abbiamo pensato di intervistare chi opera quotidianamente in questo ambito anche alla luce del fatto che un recente studio ha evidenziato che il costo di acquisizione di un nuovo cliente è di circa sette volte maggiore a quello di mantenerne uno. 

Ciao Lorenzo, che parole utilizzeresti per spiegare BigProfiles a una zia anziana?

BigProfiles è un po' come quei questionari dove, dopo aver risposto a tutta una serie di domande, puoi leggere la descrizione del tuo profilo personale che ti dice chi sei, quali sono i tuoi interessi, i tuoi desideri, quali prodotti sono più adatti a te etc. Con l'unica differenza che BigProfiles riesce a sapere tutte queste cose di te senza sottoporti nessun quiz: basta solo che tu gli dia le tue informazioni anagrafiche, al resto pensa il nostro motore di Intelligenza Artificiale.

Parlaci un po' del vostro team, come vi siete conosciuti e come vi è venuta in mente questa idea?

Circa 2 anni fa, stavo completando il mio Dottorato in Data Science presso l'Università di Roma Tre, durante il quale ero a capo di un progetto riguardante la creazione di un algoritmo di profilazione in grado di sfruttare fonti dati eterogenee per predire i comportamenti dei consumatori grazie all'Intelligenza Artificiale. Questo progetto di ricerca ha colto l’interesse di alcune grandi imprese, che hanno voluto testare e poi utilizzare il prodotto.

E' stato più o meno in quel periodo che riallacciai i rapporti con uno dei miei più vecchi amici di scuola, Roberto Visceglia, il quale dopo aver sentito la mia idea di business lascio tutto per intraprendere, insieme a me, questa meravigliosa avventura chiamata BigProfiles.

Che tipo di problemi risolve la vostra soluzione? Chi è il vostro cliente tipo?

"Conosci meglio i tuoi clienti” è la nostra tag line: penso che non si possa sintetizzare meglio l'obiettivo di BigProfiles. I nostri clienti sono quindi aziende con una customer base vasta di cui desiderano avere molte più informazioni rispetto a quelle già in loro possesso ed una conoscenza predittiva dei propri consumatori.

Quali sono, se ce ne sono, le principali resistenze che state incontrando sul mercato?

Direi che gli ostacoli più importanti da superare riguardano soprattutto la parte di relazioni commerciali su cui, essendo piccoli e non avendo ancora una vera e propria struttura di vendita, dobbiamo troppo spesso contare sulla collaborazione di aziende partner molto grandi che ovviamente limitano i margini e il nostro spazio di manovra.

Con la PSD2, si parla sempre più spesso di nuove forme di collaborazione tra banche e imprese fintech. Come si inserisce BigProfiles in questo contesto?

Le opportunità aperte dalla direttiva PSD2 sono potenzialmente enormi per BigProfiles e potrebbero non solo migliorare i nostri attuali prodotti ma anche dare luogo a nuove linee di business: potremmo integrare le informazioni di profilazione di BigProfiles con analisi relative ai consumi, al reddito e al patrimonio dei consumatori e potenziare la predittività dell’Intelligenza Artificiale.

Se domani aveste la possibilità di esprimere tre desideri incontrando il genio della lampada, cosa gli chiederesti per aiutarvi con BigProfiles?

In primis, ci farebbe comodo l'accesso indiscriminato a qualsiasi tipo di fonte dati per alimentare il nostro motore di Intelligenza Artificiale
Il secondo desiderio sarebbe quello di una semplificazione e sburocratizzazione dei processi di budgeting e acquisto interni delle aziende nostre clienti e per concludere l'utilizzo esclusivo di un data center all'avanguardia ci tornerebbe molto utile. 

In che fase di sviluppo siete della vostra soluzione?

Abbiamo sviluppato e brevettato un algoritmo di Intelligenza Artificiale in grado di generare previsioni comportamentali sulla base dell'analisi dei dati raccolti e processati secondo il know-how sviluppato da BigProfiles. Al momento abbiamo quindi un prodotto abbastanza maturo e collaudato che vendiamo al mercato.

Quali progetti avete in cantiere per il 2019?

Vogliamo continuare a migliorare l'attuale prodotto aumentando la copertura delle fonti dati in nostro possesso ed automatizzare la sua distribuzione per diventare un SaaS (Software as a Service) al 100%.

Grazie Lorenzo per questa intervista, continueremo a seguire l'evoluzione di BigProfiles e siamo sicuri che ci sarà un'altra occasione nel futuro per parlare dei vostri progressi, in bocca al lupo!