Intervista con Davide Baldi, CEO di Luxochain

Leggi l'intervista a Davide Baldi per scoprire Luxochain, società attiva in ambito blockchain che si propone di rivoluzionare il mondo della moda e non solo.
Intervista luxochain.png

Davide Baldi è un imprenditore con esperienza decennale nel mondo della consulenza aziendale in marketing, management e creazioni di reti commerciali. 

Innovatore, early adopter della tecnologia Blockchain, fondatore di diverse aziende in ambito Fintech, è amministratore e socio di Luxochain, società in grado di fornire servizi ad aziende del lusso e della moda, volti a certificare e tutelare l’autenticità di beni e servizi, dalla produzione fino all’acquisto da parte dei clienti finali, per tutto il ciclo di vita del prodotto, compreso il second-hand market.

Ciao Davide, cosa ti ha spinto a lasciare il mondo della consulenza aziendale e diventare un imprenditore in ambito blockchain e crypto?  

Credo che la tecnologia blockchain e le criptovalute siano semplicemente il futuro. Dal 2016, quando sono entrato in questo settore, ho capito subito il grande potenziale che avrebbe avuto. Ho deciso quindi di abbracciare il settore realizzando con i miei soci un progetto innovativo.

Luxochain infatti ha iniziato a sviluppare nel 2017 la tecnologia legata ai token non fungibili, che oggi, conosciamo quasi tutti come NFT. A distanza di 5 anni, la visione è stata corretta e stiamo assistendo ad una rivoluzione importante che impatterà su molte aree sia della vita privata che professionale di ognuno di noi.

Sul vostro sito si legge "The Blockchain meets Luxury", quale tecnologia state sviluppando e perché avete scelto di affiancarla al mondo del lusso?  

Luxochain è attiva su molti fronti. Nel mondo del lusso abbiamo realizzato Virgo, una partnership composta da quattro aziende di alto livello, con cui offriamo al mercato del lusso uno strumento di tracciabilità e anticontraffazione dei beni. Il lusso però non è l’unico settore colpito da questi problemi, anche altri Brand stanno adottando questo sistema al fine di tutelarsi e tutelare i propri clienti.

Luxochain però non è solo lusso, siamo stati tra i primi a sfruttare la tecnologia NFT, e per questo motivo abbiamo implementato un’applicazione mobile che permette di creare e custodire direttamente sullo smartphone i propri NFT personali.

Inoltre, la tecnologia blockchain che abbiamo sviluppato, ha permesso alla Città di Lugano di sviluppare un innovativo programma di supporto alle attività commerciali grazie ad un sistema di cashback gestito in blockchain.

A Lugano sembra esserci un terreno particolarmente fertile per il mondo crypto e blockchain, che cos'è il Lugano Living Lab e che ruolo ha Luxochain all'interno di questa iniziativa?  

Luxochain ha fornito e sviluppato l’infrastruttura dei LVGA Points, i punti del programma cashback della città di Lugano che permette di prenotare un ingresso al Lido nella stagione estiva, assistere ad eventi ed effettuare acquisti nelle attività commerciali.

Il progetto della città è molto ambizioso e partecipano diversi soggetti tra cui Lugano Living Lab che ha organizzato e supportato recentemente la prima mostra NFT e Cripto Arte della città.

Nel mondo blockchain e crypto, al momento tutte le attenzioni sono puntate sugli NFT. Cosa sono e quali opportunità concrete offrono per aziende e consumatori? 

Gli NFT hanno molteplici applicazioni, in questo momento sono focalizzati ed utilizzati nell’ambito artistico principalmente. Di certo questa innovazione tecnologica sta portando una ventata di novità in un settore che, forse, era fermo da troppo.

Gli NFT però hanno molteplici applicazioni sia come investimento che tecnologiche, e non solo il settore artistico ne sarà coinvolto. In futuro vedremo la tecnologia NFT applicata ad altri settori. Luxochain appunto, da sempre, lo applica alla certificazione di originalità o di proprietà.

Che cos'è stata la Lugano NFT week? e una provocazione... non potrebbe esserci la stessa iniziativa su Milano con una Milano NFT week?  

La Lugano NFT Week è stata una manifestazione, unica nel suo genere, la prima speriamo di una lunga serie, dove artisti, società e la Città di Lugano hanno dato spazio ad una nuova forma di arte e di espressione. Ovviamente, a Milano è organizzabile, non ci sono di certo limiti di territorio.

Nel caso di Lugano diamo atto alla Città ed ai suoi esponenti, di aver abbracciato il mondo Crypto, e di aver fortemente voluto dare una spinta all’innovazione con questa mostra. La mostra però, è solo l’apice di una serie di progetti ben più importanti ed articolati che stanno prendendo vita in Ticino.

Quali sono i vantaggi e benefici che offre la Svizzera alle startup rispetto all’Italia?

Il territorio Svizzero si sta dimostrando molto aperto alle startup, soprattutto a quelle nel settore blockchain e criptovalute.

Una grande spinta arriva anche dal regolatore, il quale si è espresso velocemente sulla regolamentazione di queste attività, dando ad imprenditori ed aziende regole chiare da seguire.

Quali sono gli obiettivi di Luxochain per il 2022?

Luxochain nel 2022 continuerà ad acquisire quote di mercato nel settore della certificazione di autenticità e proprietà nel settore del lusso, ma non solo.

Abbiamo in progetto di realizzare, ed in parte è già pronto, un progetto legato agli NFT per valorizzare la produzione artistica di molti personaggi sia italiani che esteri.