Intervista a Chiara Candelise di Ecomill: il crowdfunding per lo sviluppo delle energie rinnovabili

Con il cambiamento climatico e le preoccupazioni per l'ambiente, cresce una maggiore sostenibilità ambientale anche per chi investe nel crowdfunding. Ecomill permette di investire in progetti sostenibili e che usano le energie rinnovabili per creare sviluppo economico.
Ecomill

Oggi vi presentiamo l'intervista a Chiara Candelise, CEO di Ecomill, una piattaforma di equity crowdfunding che permette di finanziare e diventare soci di imprese ad alto valore innovativo nel settore energetico e ambientale. Ecomill promuove sostenibilità, innovazione e aggregazione sociale.  

Ciao Chiara, raccontaci un po' di te e di come ti sei avvicinata al mondo fintech

Il mio percorso è scandito per buona parte dalla ricerca: da 15 anni svolgo progetti presso istituzioni nazionali (Università Bocconi) ed internazionali (Imperial College London, Ministero Ambiente Inglese). Mi sono specializzata nel settore energetico (tecnologie, politiche, regolamentazione e mercati) e nel fintech con focus sul settore energetico: proprio a Londra ho trovato gli stimoli, gli spunti e il terreno fertile per avvicinarmi al mondo fintech. Ho portato a compimento la prima review mondiale sul crowdfunding nell’energia. Il progetto Ecomill nasce anche da queste riflessioni e da questo percorso.

Cos'è Ecomill e come funziona? 

Ecomill è la piattaforma di equity crowdfunding che permette a cittadini, famiglie ed aziende di diventare investitori e soci di imprese e progetti nel settore dell’energia, dell’ambiente e del territorio promuovendo sostenibilità, innovazione ed aggregazione sociale.

Ecomill è una piattaforma verticale e specializzata su progetti e investimenti sostenibili, rappresentativa di una community e un network di attori che include investitori, imprese, istituzioni, finanza, associazioni e autorità locali operanti nel mondo della sostenibilità e dell’economia partecipativa. Nel panorama del crowdfunding italiano Ecomill rappresenta un soggetto nuovo, e una opportunità di disintermediazione dei  processi di investimento nel settore energetico e ambientale.

A chi vi rivolgete? 

I nostri interlocutori sono principalmente due: gli investitori e i promotori di progetti
Ai cittadini investitori Ecomill offre la possibilità di investire in modo diretto e disintermediato anche piccole somme di denaro in progetti, imprese e start-up nel settore energetico e ambientale. Ecomill consente di investire e contribuire allo sviluppo di progetti ad ampio potenziale ambientale e sociale, creando valore e beneficiando al tempo stesso di ritorni economici adeguati e con profilo di rischio contenuto.

Ai promotori di progetti imprenditoriali Ecomill offre accesso a capitale, fornendo un canale innovativo e alternativo di finanziamento. Inoltre garantisce la possibilità di coinvolgimento di cittadini, investitori e stakeholders locali. Ciò permette di ampliare il bacino dei potenziali investitori e permette di dare visibilità a progetti generando partecipazione nei territori e mercati di riferimento.

Il vostro portale di crowdfunding è specializzato su progetti e investimenti sostenibili, temi che sempre più spesso sentiamo anche alla televisione. Quali sono i vostri numeri ad oggi? 

Ecomill è in fase di lancio, sarà online con i primi progetti ad Aprile. Al lancio, proporremo dei progetti energetici con profili molto innovativi. 

Come selezionate i progetti per le campagne? 

Ecomill offre la possibilità di investire in progetti nel settore energetico, ambientale e riqualificazione del territorio, inclusi: fonti rinnovabili, efficienza energetica, reti energetiche come smart grid e teleriscaldamento, mobilità sostenibile e servizi ambientali. Selezioniamo progetti che sappiano conciliare un’adeguata redditività per l’investitore con un rischio controllato e una chiara impronta di sostenibilità.


Ecomill offre servizi di raccolta capitale tramite la sua piattaforma a varie tipologie di promotori di progetti energetici e ambientali, incluse: Esco, utilities, imprese e amministrazioni pubbliche e terzo settore (ad esempio progetti di efficientamento energetico di illuminazione ed edifici pubblici, o di riqualificazione urbana) in cui il crowdfunding possa svolgere sia il ruolo di reperire risorse addizionali per gli investimenti, sia risulti uno strumento di coinvolgimento e partecipazione dei cittadini.

Ci sono piattaforme di crowdfunding simili alla vostra sul mercato italiano? 

Al momento Ecomill rappresenta, per la sua verticalità e per i suoi scopi, un’esperienza unica sul mercato italiano.  C’è stata una iniziativa pilota di Edison (Edison Crowd) che ha dato ai cittadini la possibilità di finanziare due propri progetti energetici attraverso il crowdfunding e qualche singola campagna del settore cleantech lanciata su piattaforme generaliste. Ecomill di fatto è la prima piattaforma dedicata al settore energia e cleantech aperta a tutto il mercato e territorio nazionale. 

Grazie Chiara per l'intervista, a presto!