Insurtech per l'Industria: come massimizzare i margini per i produttori e ridurre i rischi

Marco Bicocchi Pichi avatar
Marco Bicocchi Pichi
Presidente Italia Startup. Imprenditore & Business Angel
business industry

Tutti i beni di consumo (cellulari, computer, automobili, mobili, etc.) sono coperti per legge da una garanzia sui difetti di conformità emessa dal venditore a cui si può aggiungere una garanzia convenzionale del produttore e delle estensioni della durata o del tipo di copertura. 

Ad esempio comprando un cellulare un consumatore ha diritto alla garanzia legale del venditore, a cui si aggiunge (non obbligatoriamente) quella convenzionale del produttore. Il consumatore ha anche la possibilità di acquistare un'estensione della garanzia che può, ad esempio, allungarne la durata o coprire eventuali danni accidentali oltre i difetti di conformità. L'estensione di garanzia può essergli offerta dal venditore, dal produttore o da una compagnia di assicurazione, può anche averla associata alla propria carta di credito. Vi sono diverse forme contrattuali riguardanti le estensioni ma non ci soffermeremo su questi aspetti perché in questo articolo parleremo di come e chi può fare business con le estensioni e quali sono le opportunità di portare innovazione grazie all'insurtech applicato in ambito industriale.

Secondo un'indagine effettuata da Financord nel 2014 ogni anno in Europa vengono sottoscritte 50 milioni di polizze di estensione con un controvalore per i soli elettrodomestici White di 1,06 miliardi di euro. Aggiungendo le polizze per i prodotti Brown e telefonici il mercato potenziale è di oltre 7 miliardi di euro. A livello globale il mercato delle sole coperture assicurative extra per smartphone raggiungerà nel 2019 i 17,7 miliardi di dollari.

In questo mercato il ruolo principale lo hanno fatto le compagnie di assicurazione e le catene di negozi sopratutto di elettronica che vendono un prodotto assicurativo che si basa sul tipo di prodotto acquistato ed il suo valore. Nel prossimo futuro i prodotti, grazie anche all'utilizzo dell'internet delle cose (IoT), saranno in grado di comunicare con i consumatori finali mettendo i produttori in grado di offrire le loro estensioni di garanzia al posto di quelle assicurative vendute dalle catene di negozi. Crediamo che la grande opportunità per le startup insurtech stia nel supportare, con soluzioni innovative, i produttori che vogliano creare o estendere il proprio business anche alle estensioni di garanzia. 

Il ruolo dei produttori è fondamentale: nessuno più di loro, può calcolare i reali rischi di difettosità e i costi di riparazione dei ricambi e della manodopera. Le compagnie assicurative non hanno informazioni altrettanto attendibili sulla qualità del prodotto e devono affrontare costi di riparazione molto più alti. D'altro canto è assai raro trovare produttori che sappiano fare calcoli e trasformarli in estensioni ad alto margine, a causa in primis della mancanza di specifiche competenze finanziarie e attuariali, tipicamente patrimonio delle assicurazioni e non dell'industria. 

Garanteasy ha sviluppato soluzioni tecnologiche che permettono ai produttori di calcolare sia il rischio, che il prezzo di pareggio di tali estensioni. Con la piattaforma che è stata sviluppata, è possibile offrire ai produttori un canale privilegiato per proporre le estensioni ai consumatori finali. 

Analogamente ad una polizza assicurativa, un servizio di estensione della garanzia deve considerare i dati storici relativi alla difettosità dei prodotti e relativi costi di riparazione per determinare il valore minimo al quale proporre tale estensione alla propria clientela.

Full disclosure: sono angel investor in Garanteasy.

Marco Bicocchi Pichi avatar
Marco Bicocchi Pichi

Sposato, tre figli, laureato in Economia e Commercio a Torino, Master in Business Administration presso la Nyenrode University in Olanda. Amministratore Unico di Management3 Srl società di consulenza strategica, Co-Fondatore e Consigliere di Amministrazione delle startup innovative Nextome Srl e Condomani Srl e Presidente di Italia Startup