L'impatto del coronavirus sulle banche e le challenger banks

Quale sarà l'impatto del coronavirus sul settore bancario e le challenger banks. Lo abbiamo chiesto ad alcune delle principali banche digitali in Italia.
impatto coronavirus banca challenger bank

Come Fintastico abbiamo la possibilità di entrare in contatto con molte realtà fintech, questo ci permette di anticipare alcuni trend di mercato e avere una panoramica sull'intero ecosistema. Per questo motivo, abbiamo chiesto ad alcune delle principali challenger banks di condividere con noi la loro opinione sugli impatti del coronavirus nel loro settore.

N26

N26 è una banca digitale con sede in Germania che permette di aprire un conto in appena 8 minuti con IBAN italiano e di ottenere una carta di debito MasterCard. L’IBAN italiano permette di utilizzare N26 come conto primario per l’accredito dello stipendio o della pensione; collegare l’addebito ricorrente degli abbonamenti e delle utenze domestiche.

"La crisi sanitaria che ci ha investito a causa della diffusione del Covid, induce le persone a riconsiderare le proprie abitudini di consumo e acquisto, accelerando la transizione verso l'adozione di strumenti digitali anche nel mondo bancario. Questa digital transformation in qualche modo "forzata" sta impattando anche le persone più senior che fino a pochi mesi fa non erano solite affidarsi alla tecnologia per ogni aspetto della quotidianità, tanto meno per condurre operazioni bancarie", ha dichiarato Andrea Isola, General Manager per l'Italia di N26 aggiungendo "Credo che questa frase di transizione, seppure dolorosa e non semplice, possa trasformarsi in un'opportunità anche per il mercato delle challenger banks e dei suoi consumatori. Ad esempio il processo di onboarding di N26 100% online, paperless e senza bisogno di recarsi in filiale, permette da subito di fruire un'esperienza totalmente mobile e di semplice utilizzo, senza fare a meno delle competenze del nostro Support Center attivo 7 giorni su 7".

qonto

Qonto è una banca digitale che permette di aprire un conto corrente 100% online dedicato a professionisti e PMI, mette a disposizione anche una carta di debito. I punti di forza sono la user experience e la facilità di utilizzo, la trasparenza e l'efficienza.

Mariano Spalletti, Country Manager per l'Italia di Qonto: "L’esigenza di rispondere ai propri bisogni in un periodo in cui è vietato muoversi da casa sta portando molte persone ad adottare in modo sempre più massiccio servizi online. Nel caso delle challenger bank l'opportunità è legata all'elevata accessibilità e flessibilità dei servizi offerti. Pensiamo alla possibilità di aprire un conto corrente e di creare carte di pagamento per i propri acquisti online, il tutto da casa ed in pochi minuti. O ancora, facendo un focus su una business bank come Qonto e sulle aziende nostre clienti, la possibilità di distribuire l’operatività sul conto ai propri dipendenti e al commercialista e gestire al meglio le finanze aziendali totalmente da remoto. Tutto questo rappresenta un’opportunità unica in un periodo come quello che stiamo vivendo. L’emergenza ha fatto scoprire alle persone soluzioni che è difficile credere verranno abbandonate anche una volta che l’emergenza sarà superata: fintech e pagamenti digitali fanno parte di queste".

PENTA

Penta nasce in Germania dove in meno di due anni ha già raggiunto più di 17.000 clienti e il 15 maggio 2019 è arrivata anche in Italia. Penta mette a disposizione un conto corrente business digitale per PMI e startup.

"Gli impatti saranno diversi. Le scaleup, che sono già consolidate nel loro sviluppo e hanno un’offerta già strutturata, rimarranno sul mercato più forti di prima, in quanto nascono “remote” e questo diventerà sempre più importante. Saranno invece impattati negativamente i sistemi di pagamento e i servizi transazionali. Grandi opportunità di crescita ci saranno per tutte quelle challenger banks che riescono a fornire credito e liquidità ai loro clienti o forniscono grandi risparmi alle aziende, in termini di tempo e di esemplificazione dei processi", dichiara Bruno Reggiani, Country Manager Italia di Penta e aggiunge:"Il nostro focus sul B2B, ci permette di mostrare ancora di più come i nostri servizi siano effettivamente un vantaggio e di aiutare i nostri clienti appena la situazione si normalizzerà e potremmo accelerare tutti nei nostri business".

buddybank

Buddybank è un conto corrente fornito da UniCredit, fatto su misura per lo smartphone, più precisamente iPhone, visto che funziona tramite un'app disegnata esclusivamente per i telefoni Apple.

In questo periodo, nella gestione delle esigenze bancarie e non della clientela, le challenger banks hanno l’indubbio vantaggio di offrire già servizi e prodotti gestibili e utilizzabili da remoto. Mi riferisco alla sottoscrizione del conto che, nel nostro caso è totalmente on line e non richiede alcun contatto fisico o ai pagamenti cash-less e contact-less..Osserviamo una forte necessità di “rassicurazione” da parte della nostra clientela, per lo più giovane e estremamente digitale, ma impreparata a vivere un periodo come questo. Notiamo che anche le questioni relativamente semplici per le quali prima si faceva una semplice ricerca su google, vengono richieste a un esperto. Ancor più in campo, quello finanziario, per molti ancora ostico,. Rileviamo che la clientela inizia a interessarsi anche a rateizzazioni e prestiti di piccolo taglio", dichiara Claudia Vassena, Head of buddybank - powered by UniCredit e aggiunge che:"Buddybank è un ibrido tra una challenger bank e una banca più tradizionale. I nostri clienti sono digitali e molto self, ma vogliono poter chattare 24/7 e interfacciarsi con una persona, piuttosto che con una macchina. La nostra priorità è tutelare la salute e la sicurezza dei dipendenti. Per questo, dal 24 febbraio, la concierge lavora da casa, in regime di flexible working, continuando a garantire tempi di risposta pre-covid e un alto il livello delle valutazioni su App Store (4,6 su 5). Abbiamo però riscontrato che sono totalmente cambiate le richieste dei clienti in termini di lifestyle. Non ci chiedono più di prenotare ristoranti, alberghi e viaggi, bensì un aiuto per individuare esercenti che consegnino la spesa a casa, trovare una farmacia aperta o contattare in loro vece i contact center o gestire il rimborso di un viaggio cancellato. Tutto rigorosamente via chat. Molti ci hanno poi scritto un semplice grazie perché sapere che ci siamo li rende più sereni.

Sei una challenger bank o comunque una realtà innovativa che opera nei servizi bancari e vuoi inviarci anche il tuo punto di vista e/o commento? scrivici una email a business@fintastico.com