Google Chrome 81 aggiunge il supporto per i tag NFC

La prossima versione di Chrome per Android includerà il supporto per i tag NFC, sempre più utilizzati anche per i pagamenti elettronici e digitali.
Chrome-tag-NFC-compressor.png

La prossima versione del browser Chrome per Android includerà il supporto per i tag Near Field Communication (NFC), consentendo agli sviluppatori di integrare la lettura dei tag, la scrittura e lo scambio di dati direttamente nei siti e nelle app web per migliorare l'esperienza dell'utente e aggiungere nuove funzionalità, senza la necessità che un utente scarichi un'app.

Il nuovo framework Web NFC farà parte di Google Chrome 81, che è stato rilasciato in beta per Android, Chrome OS, Linux, macOS e Windows la scorsa settimana.

Web NFC permetterà agli utenti di interagire con i tag NFC direttamente dal proprio browser, consentendo non solo la comunicazione di prossimità ma la possibilità ai siti web di leggere, gestire e aggiornare le informazioni contenute nel tag.

Fino ad ora, gli utenti senza un'app dedicata potevano leggere i tag utilizzando il supporto del sistema operativo nativo e questo poteva aprire una sessione del browser per portarli a un determinato URL.

Il nuovo framework permetterà di leggere e scrivere i dati su un tag NFC senza richiedere l'accesso alla rete o senza la necessità di archiviare le informazioni nel cloud, portando alle app basate sul web le stesse funzionalità prima riservate solo alle app.

Uno smartphone equipaggiato con NFC è capace di leggere dei tag o etichette elettroniche, raccogliere informazioni o avviare un processo automatico dallo/sullo smartphone. Un tag NFC è un'etichetta elettronica equipaggiata con la tecnologia NFC. E' possibile programmarla, in modo che invii un'informazione agli apparecchi situati nel suo raggio d'azione. E' possibile acquistare dei tag NFC "vergini" e programmarli ad hoc.

NFC tag

Nuovo framework

"Web NFC offre ai siti la possibilità di leggere e scrivere sui tag NFC quando si trovano nelle immediate vicinanze del dispositivo dell'utente (in genere 5-10 cm)", spiega François Beaufort open-source Chromium e Chrome evangelist in un'approfondita introduzione al nuovo framework.

"L'ambito attuale è limitato al formato di scambio dati NFC (NDEF), un formato di messaggio binario che funziona su diversi formati di tag. Il Web NFC è disponibile solo per contesti di navigazione sicuri e di alto livello e le origini devono prima richiedere l'autorizzazione NFC durante la gestione dell'operatività da parte dell'utente", spiegano gli sviluppatori su GitHub.

Per eseguire una lettura o una scrittura, la pagina web deve essere visibile quando l'utente tocca un tag NFC con il proprio dispositivo. Il browser utilizza il feedback tattile per indicare un tocco. L'accesso NFC è bloccato se il display è spento o il dispositivo è bloccato. Per le pagine web in background, la ricezione e la trasmissione di contenuti NFC non sono permesse".

Casi d'uso

Esempi d'uso, suggerisce Beaufort, includono:

  • I musei e le gallerie d'arte possono visualizzare ulteriori informazioni su una mostra quando l'utente tocca il proprio dispositivo su una scheda NFC nelle vicinanze.
  • I siti delle conferenze o degli eventi possono scansionare i badge NFC durante un evento.
  • I siti di gestione dell'inventario possono leggere o scrivere dati nei tag NFC su un contenitore per aggiornare le informazioni sul suo contenuto.
  • I siti possono utilizzarlo per condividere i segreti iniziali necessari per gli scenari di provisioning di dispositivi o servizi e per distribuire i dati di configurazione in modalità operativa.

"Web NFC sarà disponibile su Android come versione di prova in Chrome 81. La versione di prova di origine dovrebbe concludersi con Chrome 84", aggiunge Beaufort.