Intervista a Francesco Bertani, CEO Claider - Qualunque danno, senza affanno

Claider è la digital assistance per le denunce sinistri alle assicurazioni. È una app che assiste gli assicurati, un gestionale web agli addetti ai sinistri. La app Claider, personalizzata con il logo dell’assicuratore, offre agli utenti un'esperienza rivoluzionaria: la denuncia Tap & Claim. Assiste l’assicurato, compila, scrive e invia per lui la denuncia. Ricorda le scadenze delle polizze e comunica con l’assicuratore.
Claider home page

Oggi vi presentiamo l'intervista a Francesco Bertani, CEO di Claider, la app che scrive per qualunque assicurato denunce di sinistro digitali e le invia. E che fornisce una piattaforma agli assicuratori per gestire al meglio i sinistri, facilitando i rimborsi assicurativi.

Ciao Francesco, prima di entrare nel vivo, ci parli un po' di cos'è Claider oggi?

Claider oggi è una realtà pienamente operativa in Italia. Una piattaforma Insurtech di gestione delle denunce di sinistro disponibile come servizio in abbonamento, pensato e costruito innanzitutto per gli intermediari assicurativi e per i loro clienti.

Per oltre 15 anni con Dei Ex Machina, la nostra società di loss adjusting, abbiamo accompagnato professionalmente gli assicurati in caso di danno. Abbiamo svolto oltre 250.000 perizie per le principali compagnie di assicurazioni. Oltre a gestire 20.000 report di danni del terremoto dell’Aquila del 2009 e le valutazioni alle industrie travolte dall'alluvione di Osimo del 2006, sempre in partnership con la Protezione Civile.

Diciamo che sappiamo molto bene come dovrebbero essere fatte le denunce perché il processo di attivazione di una polizza sia ottimale per un assicurato. E sappiamo anche che troppo spesso le denunce non sono fatte bene. Quindi perdono di efficacia.

Abbiamo condensato tutto questo know how nella App Claider, che offre agli assicurati un'esperienza rivoluzionaria: la denuncia Tap & Claim

Assiste l’assicurato, scrive e invia la denuncia per lui. Offre 1600 suggerimenti in 140 diversi scenari di sinistro. Funziona per tutte le polizze di qualsiasi compagnia.

Il gestionale web ClaiderNET è invece un CRM as a service conforme ai requisiti richiesti dal GDPR e dall’IDD. Connesso alle App Claider ottimizza il lavoro di tutti gli addetti professionali ai sinistri, a partire da quelli degli intermediari. Ma non solo, è la soluzione di gestione ottimale delle denunce anche per gli amministratori di condominio, i gestori di flotte automobilistiche, i periti assicurativi e per le amministrazioni comunali alle prese con segnalazioni e denunce dei cittadini. Infine, poiché espone delle API per lo scambio dati, può dialogare e scambiare dati con i sistemi gestionali preesistenti.

Vi presentate come un soggetto indipendente, una sorta di mediatore tecnologico tra assicurati e assicuratori. Quali sono i vantaggi che offrite gli uni agli altri?

Quelle dei sinistri sono acque agitate. L’esperienza e l’indipendenza ci hanno consentito di costruire Claider come un ponte tecnologico tra ogni assicurato ed il suo assicuratore per riuscire a superarle. 

Agli assicurati (agli utenti in genere direi, con tutti i nuovi casi d’uso anche non assicurativi...) offriamo un meraviglioso assistente digitale gratuito. In caso di danno non occorre avere nessuna conoscenza di come si fa una denuncia né alcuna esperienza. La App, grazie ad un’interfaccia semplice ed intuitiva ed un linguaggio mai tecnico, guida qualsiasi assicurato a denunciare correttamente un danno. Qualsiasi tipo di danno per qualunque tipo di polizza di tutte le Compagnie assicuratrici.  

Poi scrive ed invia all'assicuratore la denuncia perfetta, la più efficace possibile.

Basta affidarsi alla App. Fine dei pensieri. Inoltre Claider apre un canale di comunicazione diretto con l’assicuratore tramite un sistema di notifiche gratuite.

Il mercato assicurativo italiano, quello dei paesi occidentali tutti, è prevalentemente intermediato. Le Compagnie assicuratrici tradizionali vendono quasi il 90% delle polizze tramite rete di agenzie e brokers. 

L’assistenza all'assicurato in caso di sinistro la offre chi gli ha venduto la polizza, cioè per la stragrande maggioranza l’intermediario. 

A loro ed alle Compagnie dirette offriamo ClaiderNET, una piattaforma di assistenza digitale dei sinistri. L’assistenza clienti tradizionale costa da 30 a 90 euro a polizza all'anno. Con ClaiderNET è possibile digitalizzarla automaticamente, insieme ai dati delle denunce, abbattendo il costo a meno di 1 euro all’anno a polizza.

Anche alle Compagnie di assicurazioni tradizionali offriamo grandi vantaggi. Aiutiamo tutti i loro assicurati con un’unica App a fare denunce digitali perfette. Supportiamo il lavoro dei loro agenti e brokers fornendo un unico tool di gestione per l’assistenza clienti. Anche ai plurimandatari che trattano polizze diverse di più Compagnie. Perfezioniamo e digitalizziamo il flusso delle denunce di sinistro direttamente alla fonte. 

Siamo pronti a trasferire tali dati alle Compagnie anche attraverso i gestionali degli intermediari. Possiamo non solo rendere più efficienti e rapide le valutazioni e le liquidazioni dei danni, ma pure cominciare ad analizzare bene il flusso di Big Data.

Ricordiamoci che le Compagnie tradizionali sono diverse da quelle dirette. Queste ultime hanno una relazione diretta col cliente. ClaiderNET per loro è perfetto. ClaiderNET è perfetto anche per agenti e brokers delle Compagnie tradizionali. Utilizzando Claider le Compagnie non devono più stare attente a muoversi per non invadere il campo delimitato dai contratti di intermediazione; ad esempio con le loro App ed altre iniziative dirette sui clienti degli intermediari.

Che tipologia di sinistri si possono denunciare? E in che quantità? E se l'altra persona coinvolta nel sinistro non utilizza Claider, come si procede?

Si possono veramente denunciare tutti i tipi di sinistro.
In caso di incidente automobilistico, la classica perdita di acqua in casa, ma anche in caso di furto, oppure se si è perso la valigia, ci si è fatti male, se si sono subiti danni per una buca o a causa di un animale vagante, oppure se i danni riguardano la barca, l’attività commerciale o lo stabilimento aziendale...insomma davvero tutto o quasi. Una volta che l’intermediario ha caricato i dati della polizza del cliente, quest’ultimo non deve più scrivere nulla. Sulla App Claider sono presenti già tutti i casi. E i beni o i cespiti che possono venire coinvolti sono già categorizzati. Bisogna solo seguire un percorso di semplici scelte e fare le selezioni con un dito. Oltre 140 diverse tipologie di danno sono veramente tante. Invito te ed i lettori di Fintastico a farvi caricare i dati della polizza su ClaiderNET dal vostro agente o broker e provare ad esplorare tutti gli scenari in cui la App Claider offre assistenza.

Il caso che tu citi è il classico incidente automobilistico tra più veicoli. Se l’altro automobilista non utilizza Claider può comunque lasciare che l’utente con Claider faccia la denuncia, fornirgli i propri dati, firmare con un dito sullo schermo e ricevere copia della denuncia via mail. E, una volta ricevuta, può trasmetterla alla propria Compagnia ed ha comunque 48 ore per contestarla. 

A breve rilasceremo una funzionalità di scambio di token con la quale due utenti Claider si autorizzano reciprocamente a scambiarsi ed utilizzare i propri dati e le proprie polizze: per esempio per effettuare una constatazione amichevole.

La documentazione acquisita e presentata in sede di denuncia (foto, firme, ecc.) avrà valore legale? Com'è possibile?

Il tema della certezza dei danni denunciati e delle azioni antifrode è molto importante in ambito assicurativo.

Stiamo lavorando ad una procedura tecnologica che si basa sia sui server certificati AGID che su blockchain pubblica per dare certezza che la foto di un determinato danno denunciato, fatta con Claider, sia univocamente riconducibile al denunciante e non sia stata modificata. Garantiremo anche che abbia non solo la data e l’ora di scatto, ma anche geolocalizzazione certa. In questo modo garantiremo valore legale ed opponibilità in giudizio.

Nel caso in cui il mio assicuratore non abbia Claider, posso in qualche modo coinvolgerlo? Posso comunque utilizzare i servizi di Claider?

Se il mio agente, il mio broker o la mia Assicurazione diretta non si è ancora abbonato a ClaiderNET, riceve comunque un PDF via mail contenente la mia denuncia fatta con Claider. A me utente basta aver inserito tutti i dati delle mie polizze direttamente nella App. Avendo cura di indicare nei dati delle polizze le diverse mail di riferimento per l’invio delle denunce. In caso di danno posso selezionare la polizza e la denuncia viene inviata.

Nell’App nel profilo è presente il pulsante INVITA ASSICURATORE. Questo genera una mail o un messaggio di invito a usare ClaiderNET rivolto a tutti i diversi assicuratori che mi hanno venduto almeno una polizza. 

Tutta la procedura è nel pieno rispetto del GDPR. Anzi, proprio l’articolo 20 del GDPR indica l’obbligo per l’assicuratore a fornire, su richiesta dell’assicurato, i dati ad altri.

In questo modo si preoccupano i miei assicuratori  a caricarmi tutti i dati delle mie polizze. Se l’assicuratore si abbona a ClaiderNET gli basterà inserire con un file standard i dati e le polizze dei suoi clienti e tramite il gestionale può invitarli a scaricare la App Claider, personalizzata con il suo logo di agenzia o broker. I clienti che ricevono l’invito scaricano la App e la trovano con i propri dati e le polizze già caricati. L’assicuratore avrà così attivato la digital claim assistance per i suoi clienti. Avrà a disposizione tutte le denunce digitalizzate ed un sistema di notifiche nei due sensi che lo mette in contatto con ognuno dei clienti via smartphone.

Quali sono i costi per usufruire della App e dei suoi servizi per l'assicurato? E per l'assicuratore?

Per l’assicurato non ci sono costi. E’ tutto gratuito. Con il contratto d’uso che gli utenti accettano quando scaricano la App garantiamo inoltre che i loro dati non vengono ceduti a nessuno e che sono utilizzati da Claider esclusivamente per effettuare la denuncia e per i servizi ad essa connessi.

Per l’assicuratore è importante, come accennavo prima, avere presente qual è il servizio che offre Claider e qual è l’alternativa esistente.

Chi vende una polizza assicurativa deve infatti garantire ai clienti anche la cosiddetta assistenza post vendita, in caso di sinistro. 

L’assistenza tradizionale è piuttosto disorganizzata e costa mediamente tra i 30 ed i 90 euro a polizza all'anno.

Adottare l’assistenza sinistri digitalizzata di ClaiderNET per i propri assicurati significa abbattere il costo tra l’87 ed il 99%. La claim assistance costa infatti meno di un euro a polizza all’anno.

Ad esempio gestire con ClaiderNET il pacchetto minimo di 400 polizze distribuite sulle App claider ai clienti costa 36 euro al mese. E più è ampio il portafoglio di polizze gestito e più il costo si riduce. Per grandi numeri, sopra le 15.000 polizze, i prezzi vengono personalizzati.

Quali sono i vostri numeri? (Quanti sinistri avete coperto, di che genere, per quale ammontare di polizze)

Attualmente abbiamo circa 35.000 App scaricate ma ci sono diversi intermediari e brokers in procinto di partire con Claider. Prevediamo di superare a breve i 100.000 download. Le denunce di sinistro effettuate sono già qualche centinaio. In termini di aumento del numero di polizze gestite, la leva offerta dagli intermediari fa sì che per ognuno di loro che parte con il servizio, e carica il proprio portafoglio polizze, il numero di App si incrementa di migliaia o anche di centinaia di migliaia di polizze e nuove applicazioni.

Quali sviluppi del servizio avete in cantiere e prevedete di lanciare, con quali tempistiche?

Abbiamo appena reso operativa per gli intermediari la gestione delle cosiddette polizze collettive (polizze condominiali, flotte auto, casse malattia..). Con esse abbiamo messo a punto una versione di ClaiderNET dedicata agli amministratori di condominio, una per i gestori di flotte di veicoli o per quelli delle casse di assistenza sanitaria. Ci stiamo quindi concentrando sulle proposte commerciali rivolte agli amministratori ed ai gestori flotte.

Entro gennaio 2019 pubblicheremo la versione multilingue della App e del gestionale. In febbraio sarà quindi disponibile la prima versione per entrambi in lingua inglese. Ci prepariamo ad uscire nel primo quarter sugli store in UK e Irlanda ed avviare l’azione commerciale verso gli intermediari di quei paesi. La pipeline di lavoro prevede poi l’integrazione del servizio di videoperizia organizzata direttamente nella App Claider e subito dopo la versione App e gestionale dedicata alle amministrazioni comunali.

Siamo sicuri, che sentiremo ancora parlare e molto di Claider e del suo team nel futuro, grazie per l'intervista Francesco, a presto!