Road to Forum Banca 2019 : Fincite

Incontra le migliori startup fintech che stanno trasformando l'industria finanziaria con innovazione e tecnologia a Milano durante Forum Banca.
fincite

Ralf Heim ricopre la carica di Co-CEO di Fincite, ha condiviso con noi i suoi consigli per quanto riguarda lo sviluppo di un'impresa di tecnofinanza o tecnologia finanziaria, la creazione di una cultura aziendale appropriata, e come trasformare una startup in una impresa pluripremiata.

Ciao Ralf, raccontaci degli inizi di Fincite e di come siete cresciuti?

Nel 2014, la mia ex azienda era coinvolta nell'analisi dei dati concentrandosi sugli stress test bancari. Insieme ai miei co-fondatori Friedhelm e Stefan ci chiedevamo: "Perché, come cliente, non ottengo alcuna analisi o consigli utili dalla mia banca?".

Abbiamo iniziato a incontrare i dirigenti bancari per chiedere perché non fornissero analisi o consigli tramite il canale digitale. La risposta è stata una miscela di preoccupazioni normative e ritardi dal punto di vista tecnologico. Quindi, abbiamo fondato Fincite con la missione di consentire alle banche di fornire consulenza intelligente, olistica ed efficiente ai propri clienti.

Cos'è Fincite?

Fincite offre una suite software modulare chiamata Fincite.CIOS a banche, asset managers e assicuratori. CIOS viene utilizzata per ottimizzare il customer journey di investimento di un cliente dall'inizio alla fine. 

Dall'aggregazione dei conti alla costruzione di un singolo portafoglio o alla creazione di un consiglio, tutto avviene all'interno di un unico software. Oggi l'azienda conta circa 70 dipendenti, ha una solida base di clienti in Germania, Austria, Svizzera e Benelux con alcune delle più grandi banche in Europa.

Negli ultimi anni abbiamo vinto per due volte di fila il premio come una delle 50 aziende tedesche che crescono di più.  

Puoi dirci qualcosa in più su Fincite.CIOS?

La nostra missione è quella di colmare il divario tra il bisogno di consulenza finanziaria e i consigli personalizzati che cercano i clienti. Siccome i consigli personalizzati diventano ogni giorno più costosi, i clienti che si sentono insoddisfatti cresce rapidamente!

Le banche, gli assicuratori e gli asset managers stanno aumentando la barriera d'entrata per i clienti.  Nonostante questo, gli istituti fanno fatica a fornire consigli personalizzati ad alto valore aggiunto.  

Il nostro software consente ai nostri clienti di automatizzare quasi tutti i processi offrendo ai loro clienti un servizio di investimento olistico e altamente personalizzabile.

Quali vantaggi offre Fincite rispetto alle soluzioni tradizionali?

Fondamentalmente questi tre punti ci distinguono dalla gestione del portafoglio e dalla consulenza esistenti:

Una visione olistica: come banca, posso potenziare i miei clienti tramite il mio sito web o nel processo di consulenza finanziaria collegando tutti i conti e i portafogli (multi-banking) e altri beni come immobili o pensioni al nostro software Fincite.CIOS.

Un portafoglio altamente personalizzabile: Seguendo la strategia di investimento della banca, i nostri clienti possono consentire ai clienti o ai loro consulenti di fissare obiettivi personali e/o restrizioni d'investimento (per aree geografiche, settori, sostenibilità, singoli titoli, classi di attività e asset class) per i clienti.

Da stand-alone a integrato: Come banca posso decidere se usare Fincite.CIOS come stand-alone (in maniera indipendente), oppure se voglio integrarlo nel mio core banking, CRM o software di gestione del portafoglio ottenendo in questo modo una soluzione di continuità nei miei processi aziendali attuali e una integrazione senza problemi con tutti i miei canali e le mie architetture software.

La combinazione di caratteristiche uniche di aggregazione e personalizzazione combinate con il nostro approccio software modulare rende CIOS unico sul mercato.

Come sarà il mondo degli investimenti nel futuro?  

Analizziamo tre fattori principali:

Aggregazione (1), Personalizzazione (2) ed Efficienza (3) raggruppati in un'esperienza end-to-end per investitori retail e istituzionali.

Come potrebbe essere?

Come cliente posso recarmi presso la mia banca, assicuratore o gestore patrimoniale e collegare i miei conti e i miei investimenti con pochi clic (1). Un algoritmo mi consiglierà qual'è la mia "prossima migliore azione" sulla base del mio profilo di rischio e delle mie risorse finanziarie. Queste raccomandazioni verranno mostrate nella mia app o saranno spiegate dal mio consulente finanziario di fiducia.

La prossima migliore azione suggerita può significare un aumento del livello di risparmio mensile a 270 € in modo da chiudere il gap previdenziale oppure la sostituzione di uno strumento rischioso, troppo costoso o non performante in portafoglio (2).

Secondo le nostre analisi e i nostri studi, il processo di investimento diventerà così automatizzato in futuro che il costo medio di gestione del portafoglio scenderà da 5.000 € a circa 200 € (se un essere umano è coinvolto nella conversazione con il cliente) fino a raggiungere meno di 1 € (per consulenze finanziarie totalmente automatizzate).  

Entrambe le offerte: "solo digitale" e "ibrido" coesisteranno in futuro in un approccio multicanale (3).

In che modo le banche usano la vostra soluzione?

ABN AMRO utilizza il nostro software di consulenza per fornire una consulenza finanziaria sugli investimenti automatizzata ai loro clienti.

Il nostro software offre ai consulenti finanziari di ABN AMRO un processo che consente loro di creare e ottimizzare singoli portafogli in tempo reale e di generare raccomandazioni di vendita per i nostri clienti.

I benefici di ABN AMRO sono sorprendenti:

  • Risparmio sui costi di 10 settimane / anno per consulente
  • Maggiore individualità delle offerte che ABN potrebbe rendere al proprio cliente di investimento
  • L'aumento dei requisiti normativi rende quasi impossibile l'attuazione manuale e comporta maggiori responsabilità e rischi

Cosa vi ha spinto a voler partecipare a Forum Banca quest'anno e quali sono le vostre aspettative? 

Dopo una forte crescita in Germania, Austria, Svizzera e Benelux, stiamo per concludere le prime collaborazioni in Italia. L'Italia ha una struttura di mercato molto interessante nel settore degli investimenti che la rende un mercato attraente.

Attualmente siamo in trattativa con alcune banche italiane e crediamo che Forum Banca ci permetterà di raggiungere una comprensione più profonda e ci offrirà una bella panoramica del mercato italiano.  

In una frase: non veniamo solo per l'ottimo cibo 😊

Grazie per l'intervista Ralf e ci vediamo presto a Forum Banca!