Fintech: i piani di sviluppo futuri di modefinance in TeamSystem

Intervista a Enrico Causero, General Manager Cloud Microbusiness & Digital Finance Solutions di ‎TeamSystem e Valentino Pediroda, CEO di modefinance.
teamsystem e modefinance

Presentati

Enrico Causero

Sono Enrico Causero e sono un ingegnere delle telecomunicazioni con un MBA in Finance Track alla University of Cambridge, Judge Business School. Oggi rivesto il ruolo di General Manager Cloud Microbusiness & Digital Finance Solutions in TeamSystem.

In generale mi occupo di guidare questa business unit dedicata allo sviluppo e alla diffusione delle soluzioni Cloud e Fintech del Gruppo favorendo la digitalizzazione dei processi di business e contabili di PMI e Micro-Imprese in Italia. In precedenza, ho lavorato in McKinsey dove ho trascorso cinque anni maturando esperienze nella consulenza di business strategica.

Valentino Pediroda

Sono Valentino Pediroda, ingegnere meccanico, con un dottorato in Metodi Numerici, ho iniziato ad interessarmi di finanza ed all’applicazione di metodi numerici in ambito finanziario nel 2000, e nel 2001 ho iniziato a coordinare alcuni progetti finanziati dal MIUR e dalla Comunità Europea ed a sviluppare modelli numerici per la valutazione del rating delle imprese.

Nel 2009, assieme a Mattia Ciprian, abbiamo fondato modefinance, una società fintech che applica le tecnologie di Intelligenza Artificiale alla finanza: al centro, MORE l’algoritmo multi obiettivo che abbiamo sviluppato, che è in grado di valutare qualsiasi impresa e qualsiasi banca al mondo, e che ci ha permesso di essere riconosciuti quale agenzia di rating. Nel 2015, a testimonianza dell'affidabilità della metodologia proprietaria MORE, l'ESMA ha registrato modefinance tra le agenzie di rating europee.

Da sempre affine alla commistione di ricerca e sviluppo applicato, e grazie agli studi su Robust design, Intelligenza Artificiale e Big Data, sono professore di Metodi Numerici presso l'Università degli Studi di Trieste, e sono inoltre autore di numerosi studi scientifici sulle teorie dei metodi numerici, incentrati sullo sviluppo di metodologie multi-obiettivo innovative e sull'integrazione tra algoritmi, superfici reattive, analisi statistiche e processi decisionali multi-criterio.

Chi è e cosa fa la tua realtà?

Enrico Causero

TeamSystem è il leader italiano nel mercato delle soluzioni digitali per la gestione del business di imprese e professionisti. L’azienda - fondata a Pesaro e con 40 anni di storia - nel 2019 ha fatto registrare un fatturato pari a 417.9 milioni di euro e può contare su una rete di oltre 550 strutture tra software partner e sedi dirette al servizio di 1,4 milioni di clienti che operano sulle sue piattaforme digitali e in Cloud.

Valentino Pediroda

Realtà consolidata tra le più importanti fintech italiane, modefinance è una delle principali società di intelligenza artificiale (IA), un’agenzia di rating che fa dell’innovazione il suo core (CRA) registrata dall'ESMA e specializzata nello sviluppo di soluzioni digitali per la valutazione e la gestione del rischio di credito.

Grazie alla sua esperienza nella scienza dei dati e ai suoi metodi di valutazione basati sull'IA, modefinance fornisce analisi del rischio di credito accurate e trasparenti di qualsiasi azienda o istituto finanziario in tutto il mondo, consentendo ai propri clienti di potenti strumenti e servizi di data nowcasting, gestione del rischio finanziario, digitalizzazione ed automazione dei processi.

Raccontaci come siete entrati in contatto e quali sono i motivi che vi hanno spinto a portare a termine questa operazione?

Enrico Causero

Abbiamo iniziato a lavorare con modefinance come partner per lo sviluppo della piattaforma Check-up di Impresa. Lavorando insieme abbiamo scoperto che avevamo molte opportunità e molti punti di contatto, e che insieme avremmo potuto costruire un grande valore per entrambe le aziende in termini di knowledge sharing e sviluppo di progetti comuni in ambito fintech, un settore dove TeamSystem sta continuando ad investire e ha un piano di espansione in termini di prodotti da offrire ai propri clienti molto ambizioso.

Valentino Pediroda

Ci siamo conosciuti in ambito business: le necessità di TeamSytem di ottenere una soluzione in merito all’adozione dei criteri di crisi d’impresa, hanno trovato riscontro nell’offerta tecnologica di modefinance, dando il via alla nascita della piattaforma Check Up Impresa.

Dopo aver lavorato assieme, e aver compreso che i punti comuni -focus sulla tecnologia, alto grado di skills e visione futura con un business model valido- erano solidi pilastri, c’è stato interesse condiviso ad unire le reciproche forze per arricchire con i dati le piattaforme di IA.

La forte volontà comune di crescita e internazionalizzazione, ci portano oggi a lavorare assieme allo sviluppo di nuovi modelli tecnologicamente avanzati, combinando a ciò la disponibilità di nuovi dati a valore aggiunto, con l’integrazione in real-time e la facilità d’uso quali punti di forza per entrare in nuovi mercati.

Quali sono le principali strategie che deve adottare una corporate per instaurare una relazione proficua con una realtà fintech?

Enrico Causero

Avere una propensione all’innovazione e alla tecnologia nel DNA della corporate aiuta molto la relazione proficua con le piccole realtà fintech. Per strategia TeamSystem è molto orientata all’analisi di realtà con potenziale di sviluppo, abbiamo un approccio molto strutturato alle fusioni e alle acquisizioni (M&A) e ogni anno il nostro team analizza decine di potenziali aziende target.

La concretezza dei progetti, la competenza specifica nel proprio settore, e la complementarietà rispetto alle competenze della corporate sono tutti elementi rilevanti per attivare una relazione di valore reciproco.

Valentino Pediroda

Per noi, la prima conoscenza reciproca è stata fondamentale: lavorare assieme ci ha permesso un’immediata comprensione di compatibilità -e non sovrapposizione, come si potrebbe pensare- in grado di portare un enorme valore aggiunto ai clienti finali, con di pari passo l’ampliamento della propria offerta ed un’importante scalabilità di tali prodotti.

Data la spinta fortemente innovativa di TeamSystem, quali potrebbero essere ulteriori filoni di investimento nel fintech?

Enrico Causero

Stiamo immaginando una espansione in termini di servizi sui filoni già ad oggi offerti ai nostri clienti. Il mondo fintech è partito con Incassa Subito una soluzione dedicata all’anticipo dei crediti commerciali, si è evoluta con l’acquisizione di modefinance nel mondo rating e scoring e in queste ultime settimane abbiamo dato il go live il nostro Istituto di Pagamento TeamSystem Pay (autorizzato da Banca D’Italia a maggio 2020) e stiamo offrendo una soluzione di acquisto e rivendita dei crediti di imposta (Ecobonus 110%, Bonus ristrutturazioni 50% etc.) in partnership con grandi istituti finanziari tramite la nostra SGR TeamSystem Capital@Work.

In che modo immagini che si rafforzerà modefinance nei prossimi 3-5 anni con l'aiuto di TeamSystem?

Valentino Pediroda

Il valore dei dati ormai è tematica assodata. I soggetti in grado di mettere a fattor comune tali dati con soluzioni ad alto tasso tecnologico avranno la possibilità di crescere ancor di più. Per modefinance, avere l’appoggio di un forte gruppo alle spalle ci permette di focalizzare maggiormente le nostre risorse ad un continuo sviluppo, sia di approccio tecnologico che di modellistica, con la contestuale apertura a nuovi mercati esteri.

Cosa serve per far crescere l'ecosistema fintech del nostro Paese?

Enrico Causero

Un ruolo fondamentale è dato dalla chiarezza delle regole di accesso ai mercati e dalla standardizzazione dei servizi. Le fintech possono e devono essere un complemento dell’offerta dei grandi player bancari, non devono essere visti dalle banche come un ‘nemico’ ma come un partner di innovazione. È fondamentale che le istituzioni tutelino il ruolo di chi investe in innovazione con coraggio e scoraggino chi valorizza soprattutto le rendite di posizione.

Valentino Pediroda

Secondo me, l’ecosistema fintech è discretamente sviluppato, se ne comincia a parlare anche nelle imprese più piccole, e dimostra tuttora di avere forza e preparazione per affrontare il mercato, anche e soprattutto in situazioni difficili come quella attuale.

Avere una legislazione comune in tutta Europa, ed allinearsi maggiormente agli altri continenti, permetterebbe uno sviluppo ulteriore: se la legislazione a livello globale in ambito finanziario fosse flessibile ma standardizzata, aiutare imprese, banche ed istituzioni, con vere e proprie partnership, porterebbe altrettanto sviluppo e flessibilità.

In che modo modefinance si inserisce all'interno della vostra offerta dedicata a supportare le piccole e medie imprese italiane?

Enrico Causero

Vogliamo dare l’opportunità ai nostri clienti, alle PMI, di poter accedere a servizi di qualità pari a quelle che ad oggi possono permettersi quasi solo le Big Corporations. Modefinance ha le competenze opportune e la scala adatta per poter servire al meglio le PMI, ampliando un set di servizi ad oggi riservati solo a pochi, sia per un tema di competenze che di costi.

Quali sono i vantaggi per le imprese di un processo automatizzato e digitale della valutazione del rating rispetto ad un processo tradizionale?

Valentino Pediroda

Di certo, l’automazione di gran parte di tale processo permette maggiore trasparenza, costi inferiori, ed una maggiore oggettività nelle analisi. Ciò significa rapidità nell’adeguamento dei propri business plan e nell’evoluzione delle decisioni, con significativi risparmi di tempi e costi, per tutto l’ecosistema (ad es. rating per i minibond, le soluzioni tecnologiche di piattaforma per la digitalizzazione e l’automazione dei processi di analisi interni).