Fatture elettroniche: opinioni e pareri su FINOM e Fiscozen

Scopri utili informazioni sulle fatture elettroniche e i migliori strumenti per gestirle in modo semplice e veloce.
Fattura elettronica

L’obbligo di emissione di fatture elettroniche rappresenta spesso un problema per molti professionisti, imprenditori o artigiani.

In genere, infatti, i cambiamenti vengono vissuti come fonte di stress, soprattutto se riguardano abitudini consolidate, e la situazione si complica ulteriormente se presuppongono la necessità di acquisire nuove competenze, ma ogni sfida offre anche un’opportunità.

La necessità di emettere fatture elettroniche può trasformarsi in un’ottima occasione per razionalizzare le operazioni amministrative e contabili di un’attività al fine di renderle più semplici e veloci e per avere un migliore un controllo sulla situazione delle entrate e delle uscite.

Scoprite, allora, tutto sulle fatture elettroniche, da come funzionano ai più efficaci strumenti per gestirle come FINOM e Fiscozen inclusi i pareri di chi li ha utilizzati.

Cos'è la fattura elettronica

La fattura elettronica è il documento digitale che presenta tutti i dati della fattura cartacea ma se ne differenzia in quanto è realizzata con un flusso di dati scritto in formato XML e deve essere inviata al cliente tramite il Sistema di Interscambio (SdI) realizzato dall’Agenzia delle Entrate.

Tale tipologia di fattura è diventata obbligatoria a partire dal 1° gennaio 2019 per tutte le transazioni B2B e B2C, ad accezione di alcuni casi che includono ad esempio le prestazioni sanitarie rese nei confronti dei privati o le prestazioni di servizi o cessioni di beni nei confronti di non residenti, comunitari ed extracomunitari.

Come funziona la fattura elettronica

La fattura elettronica rende necessario l’utilizzo di un sistema digitalizzato per la sua compilazione, invio, registrazione e conservazione.

Una volta compilata in tutte le sue parti (mittente, destinatario, servizi prestati o merce venduta, importi ecc..) e apposta la firma elettronica che garantisce l’autenticità del suo contenuto è obbligatorio trasmetterla tramite il Sistema di Interscambio (SdI) che svolge una duplice funzione di controllo.

Questo sistema verifica che la fattura contenga i dati obbligatori ai fini fiscali e l’indirizzo telematico a cui il cliente desidera venga recapitata e allo stesso tempo controlla che la partita Iva del fornitore e il Codice Fiscale del cliente esistano.

Una volta completati i controlli, la fattura elettronica viene inviata al destinatario comunicando al mittente con una ricevuta di recapito la data e l’ora di consegna del documento.

Come compilare le fatture elettroniche

Al fine di compilare ed emettere le fatture elettroniche non basta avere un pc e una connessione a internet ma bisogna avvalersi di strumenti online o software forniti dalla Pubblica Amministrazione o da terzi.

È possibile emettere fatture elettroniche utilizzando gli strumenti messi a disposizione gratuitamente dall'Agenzia delle Entrate come il portale Fatture e Corrispettivi a cui si accede solo con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta d’identità elettronica) o CNS (Carta nazionale dei servizi) o l'app Fatturae disponibile sia nella versione Android che iOS.

In alternativa, si possono usare strumenti forniti da società specializzate che offrono la possibilità di creare e inviare fatture in maniera molto intuitiva e veloce e con costi contenuti.

Fatture elettroniche forfettari

Chi ha un regime forfettario è per ora escluso dall’emissione di fatture elettroniche ma questa eccezione sta per venire meno. È, infatti, in corso la discussione sull'estensione a breve dell’obbligo di fattura elettronica anche per questa categoria di titolari di partita Iva.

Nel frattempo, per preparare all’uso di questo sistema e incentivarlo è stato previsto uno sconto da 5 a 4 anni del periodo sottoposto a controllo fiscale per chi lo utilizza pur non essendo obbligato.

Anticipare l’obbligo di fatturazione elettronica può avere, inoltre, dei vantaggi notevoli per quanto riguarda l’ottimizzazione della gestione operativa della propria attività in quanto consente di velocizzare le tempistiche di emissione delle fatture e sistematizzare la loro conservazione.

Bisogna, inoltre, considerare il vantaggio non irrilevante di prepararsi con i propri tempi e nel periodo che si preferisce a questo cambiamento senza dover fare la corsa all’ultimo minuto per evitare problemi e sanzioni.

Migliori strumenti per le fatture elettroniche

Esistono molteplici strumenti che offrono l’emissione di fatture elettroniche che si differenziano per tipologia di funzioni offerte, intuitività dell’interfaccia, facilità del processo e costi.

Tra i migliori strumenti per la compilazione e l’emissione delle fatture elettroniche vi sono FINOM e Fiscozen due soluzioni che offrono però anche servizi molto diversi tra loro per soddisfare le esigenze di differenti categorie di utenti.

Cos’è FINOM

FINOM è un’azienda operante nell’ambito del fintech nata nel 2019 e con sede ad Amsterdam che offre a imprenditori e professionisti un servizio combinato di fatturazione elettronica e di conto corrente business. FINOM ha ottenuto la licenza di moneta elettronica (IMEL) nei Paesi Bassi e questo gli permetterà di accelerare la sua espansione internazionale.

FINOM offre funzioni per la creazione e l’invio delle fatture elettroniche, per la riconciliazione dei pagamenti e per la gestione della contabilità e nel 2° trimestre del 2022 sarà possibile anche in Italia aprire un conto business con IBAN italiano.

Tale conto offrirà molteplici funzioni, alcune addirittura uniche come l'integrazione con la fatturazione, che includono carte di credito con cashback fino al 3%, multi banking e dashboard dinamica per vedere lo stato dei conti corrente aperti presso banche differenti in un unico posto, possibilità di creare sotto-conti con IBAN dedicato e accessi personalizzati per commercialista e membri del team.

I servizi di FINOM sono accessibili sia da pc che da app ed è possibile usufruirne sottoscrivendo uno dei quattro piani tariffari disponibili, di cui il base è totalmente gratuito.

Come emettere e ricevere fatture con FINOM

La creazione delle fatture elettroniche è molto semplice e immediata.

Una volta registrati basta selezionare dalla dashboard "Nuova fattura" per aprire un format che già include i dati della società o della persona fisica con cui si è effettuata la registrazione al sito.

Il sistema inserisce, inoltre, in automatico il numero progressivo delle fatture ed è possibile modificare date di emissione e scadenza oppure il metodo di pagamento selezionando quello desiderato tra le opzioni di un menù a tendina.

Basta, inoltre, digitare solo la ragione sociale o la partita Iva del destinatario della fattura affinché il sistema completi i restanti dati in automatico in quanto è collegato ai dati ufficiali della Camera di Commercio.

Al fine di ricevere le fatture elettroniche bisogna comunicare al cliente il codice destinatario di FINOM e registrarlo anche nell'apposita sezione dell’area Fatture e Corrispettivi sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Pareri su FINOM

I pareri sui servizi offerti da FINOM sono decisamente positivi. Su Trustpilot, uno dei più importanti siti web al mondo di recensioni, dove ogni giorno migliaia di consumatori scrivono il proprio parere su servizi e prodotti di molteplici aziende, il Trustscore ottenuto è pari a 4.9 su 5.

Gli utenti all’unanimità definiscono il servizio clienti ottimo in quanto offre risposte veloci e puntuali aiutando a risolvere qualunque dubbio e problema in maniera rapida ed efficiente. Sul sito web di FINOM è, infatti, indicato che il tempo medio di risposta dell’assistenza clienti è di 5 minuti, fattore importante che consente di non dover accantonare o bloccare un lavoro nell’attesa di chiarimenti.

Un altro fattore ricorrente nelle recensioni è la semplicità d’utilizzo dei servizi offerti, anche per chi non è abituato a utilizzare strumenti digitali, grazie ad un'interfaccia intuitiva che permette di effettuare tutte le operazioni con la massima rapidità.

Cos’è Fiscozen

Fiscozen è una startup nata a Milano nel 2017 che offre un servizio di assistenza fiscale pensato per i professionisti con partita Iva ponendosi come una valida alternativa al commercialista.

Questo strumento consente di gestire in maniera semplice ed immediata tutti gli adempimenti fiscali su un'unica piattaforma. Ad esempio, è possibile effettuare l’iter burocratico di apertura della partita Iva, creare e conservare tutte le tipologie di fatture, ottenere F24, Mav e dichiarazioni IVA o IMU e Dichiarazione dei Redditi. È, inoltre, attivo un puntuale ed efficace sistema di notifiche che consente di non dimenticarsi di nessuna scadenza.

Il tutto viene offerto tramite una piattaforma e un app semplici e intuitive da navigare dove è anche possibile visionare una previsione delle tasse da pagare in modo da organizzare al meglio le proprie spese durante tutto il corso dell'anno.

È possibile utilizzare i servizi di Fiscozen pagando un abbonamento annuale, il cui costo varia in base al tipo di partita IVA, forfettaria o semplificata, e che include anche l'assistenza di un consulente dedicato.

Come emettere e ricevere fatture con Fiscozen?

Su Fiscozen è presente un servizio di fatturazione che consente l'emissione di fatture tradizionali ed elettroniche in maniera semplice e riducendo le possibilità di errori.

Il software di fatturazione può essere personalizzato con le proprie informazioni in modo da non doverle cercare o copiare e incollare tutte le volte e inserisce in maniera automatica anche le diciture necessarie per legge e le aggiorna in caso cambino.

Un’interessante funzione per chi lavora molto con paesi con moneta diversa dall’euro è il calcolo in automatico nella fattura del tasso di cambio.

È, inoltre, possibile ricevere sulla piattaforma le fatture elettroniche previa comunicazione del codice destinatario di Fiscozen sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

Pareri su Fiscozen

Navigando in rete si trovano ottimi pareri sui servizi offerti da Fiscozen confermati, inoltre, ha un Trustscore su Trustpilot pari a 4.8.

Tutti gli utenti concordano nel definire l’assistenza offerta molto professionale, precisa e veloce e in tanti sottolineano l’attenzione all’aspetto umano e al rapporto di fiducia che si crea con il proprio consulente dedicato.

Un altro fattore molto apprezzato è la specializzazione del servizio sull’assistenza esclusiva ai professionisti con partita Iva e non anche alle aziende, in quanto favorisce una maggiore focalizzazione sui temi specifici della categoria.

Tutti gli utenti, inoltre, sottolineano l’economicità del servizio a fronte della sua qualità e completezza, soprattutto, se paragonato alle quotazioni dei commercialisti.