Ener2Crowd: Proteggere l'ambiente con il crowdfunding

Niccolò Sovico, CEO di Ener2Crowd ci spiega come investire e ottenere capitali per lo sviluppo di progetti sostenibili grazie al crowdfunding.
Ener2crowd

Abbiamo avuto l'occasione di intervistare Niccolò Sovico, CEO di Ener2Crowd, la piattaforma italiana di lending crowdfunding per finanziare progetti di efficienza energetica, fonti rinnovabili e sostenibilità ambientale.

Cos'è e come funziona Ener2Crowd?

Ener2Crowd è la prima piattaforma di lending crowdfunding nel settore dell’efficienza energetica, dell’energia rinnovabile e della sostenibilità ambientale. Oggi, la chiave per passare dalle parole ai fatti è rappresentata dalla possibilità di accedere direttamente alle opportunità in modo semplice e veloce. 

Con la nostra piattaforma chiunque, dall'investitore retail a quello professionale, può direttamente investire denaro andando a prestare capitali ad aziende che sviluppano progetti che generano importanti benefici ambientali. L’investitore otterrà di conseguenza un beneficio economico dato dal proprio investimento ed un beneficio ambientale, inteso come riduzione di inquinanti e anidride carbonica CO2, che condividerà con l’intera Comunità.

Visti i problemi ambientali che oggi stiamo tutti affrontando, Ener2Crowd è quindi un ottimo strumento di partecipazione dei cittadini per velocizzare la transizione energetica verso un’economia completamente sostenibile.

In cosa si differenzia Ener2crowd rispetto alle altre piattaforme di crowdfunding presenti sul mercato?  

Sicuramente ci distinguiamo dalle altre piattaforme poiché proponiamo esclusivamente progetti sostenibili che vogliono andare a ridurre il forte impatto che l’uomo ha sull'ambiente. Non troverete mai sulla nostra piattaforma progetti nel settore Real Estate se non per l’efficientamento energetico degli edifici esistenti.

Possiamo considerare Ener2Crowd una soluzione di impact investing? Perché?  

Ener2Crowd è una perfetta soluzione di impact investing. Con tale termine infatti si intende una gamma di investimenti basati sull'assunto che i capitali privati possano contribuire a generare impatti sociali positivi, come ad esempio generare impatti ambientali positivi.

Il Cittadino che partecipa ai nostri progetti entra in una comunità di investitori green che noi chiamiamo GreenVestor ed ha la certezza che i suoi soldi, oltre a fruttare economicamente, vanno a finanziare un progetto che genera importanti benefici ambientali e sociali.

Condivido con voi una implementazione che abbiamo sviluppato all'interno della nostra piattaforma: permetteremo alle società proponenti di creare ciò che noi chiamiamo Cluster di Investitori, ossia gruppi di cittadini che possono ottenere tassi di rendimento differenti rispetto ad altri. Faccio un esempio: i cittadini che vivono nelle vicinanze di un impianto fotovoltaico, possono direttamente partecipare a finanziare tale impianto ottenendo un beneficio ulteriore rispetto agli altri. Vogliamo andare a creare le cosiddette Comunità Energetiche, così diffuse al Nord Europa e così poco nel nostro Paese. Entro fine anno dovremmo lanciare un primo progetto che ha proprio l’obiettivo di creare una Comunità Energetica in Abruzzo (non posso dire altro!).

Voglio sottolineare un concetto: oggi, dopo aver completamente distrutto il nostro pianeta, è giunto il momento che tutti i cittadini agiscano per salvaguardarlo ed Ener2Crowd è un potente ed importante strumento per farlo.

Chi può investire sulla vostra piattaforma e con quali rendimenti potenziali?

Su Ener2Crowd possono investire sia Persone Giuridiche che Persone Fisiche. Puntiamo a far partecipare ai progetti proposti prevalentemente i cittadini ma sono aperto le porte anche ad investitori professionali ed istituzionali.

I rendimenti dipenderanno da due fattori: analisi tecnica del progetto (business plan e tecnologia installata) e analisi del merito creditizio del Proponente. I rendimenti variano dal 4% all’8%.

Perché avete deciso di collaborare con un Istituto di Pagamento (LemonWay) per la gestione delle transazioni di denaro sulla vostra piattaforma?

Abbiamo scelto LemonWay in quanto lo riteniamo attualmente il più serio e importante Istituto di Pagamento che offre servizi alle piattaforme di Crowdfunding. È un Istituto di Pagamento francese che opera in Italia ormai da anni e conosce bene il mercato e le esigenze delle piattaforme italiane.

Quali sono i criteri che applicate nell'analisi che effettuate sui proponenti delle varie campagne crowdfunding che è possibile su Ener2Crowd?   

Svolgiamo due tipologie di analisi: un’analisi tecnico-economica del progetto in quanto tale progetto deve potersi reggere in piedi economicamente ed un’analisi creditizia approfondita sulle società proponenti. 

Per essere completamente imparziali, ci affidiamo ad una società esterna che svolge le analisi di credito approfondite che si chiama EasyFintech e rendiamo giustamente pubblica la loro analisi. 

L’analisi non si ferma solamente alla Società Proponente ma andiamo ad analizzare anche eventuali società presenti nella compagine societaria della Proponente. Analizziamo bilanci, Soci e chiediamo l’accesso alla Centrale dei Rischi di Banca d’Italia.

Quali sono gli ostacoli più grandi che state incontrando attualmente?  

Attualmente gli ostacoli più grandi sono dovuti alla forte innovazione che stiamo portando sul mercato. Spiegare alle Società Proponenti ciò che facciamo non è facile e solo alcune riescono a cogliere le potenzialità del nostro strumento. 

Ci siamo affacciati anche a grandissime società del settore che ci stanno osservando con attenzione poiché interessate a svolgere campagne di crowdfunding utilizzando il nostro metodo innovativo.

Parlando di partnership, con chi vi piacerebbe entrare in contatto?

Una società con cui vorremmo entrare in contatto che non abbiamo ancora avuto la possibilità di incontrare è Enel.

Grazie Niccolò per la tua disponibilità e alla prossima!