Embedded finance: significato e usi

L'embedded finance è fondamentale e strategica per migliorare la customer experience e la fidelizzazione degli utenti. Ti spieghiamo come e perché.

adeolu-eletu-E7RLgUjjazc-unsplash

Hai mai sentito parlare di embedded finance? La traduzione letterale è finanza integrata e nel concreto permette alle imprese di più e diversi settori di fornire servizi finanziari incorporati nelle prestazioni proposte. Il risultato? Una migliore esperienza per l’utente finale.

Ma procediamo con ordine per meglio comprendere che cosa sia, come funziona, quali vantaggi comporta e come si traduce nel concreto l’embedded finance.

Che cosa è l’embedded finance?

Possiamo definire l’embedded finance come l’unione tra un fornitore di servizi non finanziari e un servizio finanziario. Per esempio, l’unione tra un servizio di Food Delivery e un sistema di pagamento smart integrato.

E a pensarci bene, lembedded finance è la naturale conseguenza delle fintech. Quest’ultime, infatti, sono nate con l’obiettivo di integrarsi nei sistemi delle realtà finanziarie, e stanno crescendo con lo scopo di incorporarsi con le grandi aziende.

Nella quotidianità, questo si traduce nella disponibilità immediata di un servizio finanziario, a prescindere dal momento e dal luogo in cui ci si trova e da cosa si sta acquistando. Pensa ai servizi integrati di Apple o Amazon.

Si tratta di qualcosa che fidelizza tutte le figure coinvolte nel processo: dal cliente, al fornitore, passando dai dipendenti. Questo perché oltre alla praticità e alla completezza del servizio, si garantiscono personalizzazione e qualità.

Qual è l’obiettivo dell’embedded finance?

Di fatto l’embedded finance esiste da alcuni anni, ma è stata consacrata a seguito dell’entrata in vigore della PSD2 (seconda direttiva europea sui servizi di pagamento del 2019).

Lo scopo dell’embedded finance è rivolto agli utenti finali. E si concretizza nel fornire i migliori servizi nell’ambito dei pagamenti elettronici, ma non solo.

Si tratta di una possibilità concreta per fidelizzare i clienti e trovarne di nuovi, grazie all’offerta integrata di soluzioni di credito, investimenti e assicurazioni.

Hai già notato come Amazon offra anche la possibilità di estendere la garanzia per alcune categorie di prodotto? E in modo semplice e diretto: bastano un click e una spunta, aggiungi al carrello e confermi l’acquisto!

E sempre Amazon ti offre la possibilità di pagare a rate senza doverti confrontare con una finanziaria.

Quali sono i vantaggi dell’embedded finance?

Adottare soluzioni di embedded finance è sicuramente vantaggioso, in particolar modo lato utente. L’offerta si amplia, presentando servizi sempre più accessibili e personalizzati, e soprattutto semplici da utilizzare. La Customer Experience raggiunge così livelli molto elevati e soprattutto apprezzati.

Lato azienda, le imprese che decidono di adottare e offrire servizi di finanza integrata, possono beneficiare di:

  • aumento degli ordini e quindi dei ricavi;
  • acquisizione di dati utili relativi alle scelte degli utenti;
  • nuovi canali di reddito legati all’offerta dei servizi finanziari integrati;
  • un incremento della fidelizzazione dei clienti grazie a esperienze più coinvolgenti.

Esempi di embedded finance

Per semplificare la comprensione di come funziona l’embedded finance, vediamo alcuni esempi di servizi di finanza integrata ad oggi disponibili sul mercato, sebbene nei prossimi anni questi sicuramente avranno un notevole incremento.

Amazon e Shopify

E-commerce e marketplace in generale hanno accesso a un’infinità di dati degli utenti e sono pertanto in grado, grazie alla finanza integrata, di favorire l’interazione e l’acquisto dei prodotti proposti.

Come? Per esempio, Amazon offre la possibilità di pagare in 5 o 12 rate, e senza l’applicazione di oneri finanziari o interessi.

Anche Shopify, che offre la possibilità di creare un e-commerce senza avere specifiche competenze di programmazione, ha migliorato la sua offerta grazie a un servizio di embedded finance.

Dà infatti la possibilità di aprire un conto bancario con Shopify Balance o accedere a linee di credito con Shopify Capital. Per arrivare a questo, Shopify ha sfruttato i dati e le informazioni in suo possesso per studiare, organizzare e proporre prestiti ad hoc dedicati ai commercianti che necessitano di uno o più finanziamenti.

Stripe

Conosciuta come società che permette ad aziende e privati di inviare e ricevere pagamenti online, ha lanciato un servizio chiamato Stripe Treasury. Si tratta di un’API che permette di integrare servizi finanziari sulla propria piattaforma di vendita online.

Tesla

La casa automobilistica offre a tutti i suoi clienti un prodotto assicurativo dal costo davvero competitivo. Il risparmio per l’utente finale arriva fino al 20-30%! Una soluzione sicuramente incentivante per chi ha deciso di acquistare una Tesla.

Uber

Uber offre un servizio di finanza integrata non solo agli utilizzatori dell’app, ma anche ai lavoratori. Grazie a Instant Pay, infatti, la gestione dei pagamenti dei conducenti è personalizzabile, prevedendo il pagamento fino a un numero massimo di 5 volte al giorno.

Instant Pay è solo l’ultimo dei servizi di embedded finance proposti da Uber. Esiste infatti una divisione specifica della società, detta Uber Money che lavora costantemente alle nuove tecnologie finanziarie del gruppo.

Alessandra Boraso avatar
Alessandra Boraso

Scrivo di Economia e Finanza, traducendo concetti complessi in testi semplici e diretti.