Criptovalute, i migliori tools

Criptovalute

Ora che ti sei appassionato alle montagne russe della quotazione dei bitcoin e hai scoperto che non è l'unica criptovaluta esistente, potresti anche pensare di acquistarli, gestirli e, perché no, farli fruttare. Ma come? Dove? Con chi? Per rispondere a dubbi e necessità, ecco un elenco dei principali tools per creare e controllare il proprio portafoglio di monete elettroniche.

Per comprare/vendere

Tramite Exchange

Fondata nel giugno del 2012, Coinbase (con sede a San Francisco, California) è un portafoglio e una piattaforma in valuta digitale in cui venditori e acquirenti possono effettuare transazioni con bitcoin, ethereum e litecoin: basta collegare al portafoglio il conto corrente, la carta di debito o credito in modo da poter scambiare la valuta digitale nella valuta locale e viceversa. Oltre 32 Paesi supportati (tra cui l'Italia), 10 milioni di utenti e oltre 50 miliardi di dollari di transazioni ne fanno un protagonista di primo piano.

Italianissima è Conio, società con base a Milano fondata da Vincenzo Di Nicola (sua la startup GoPago) e Christian Miccoli (il padre del Conto Arancio di Ing, che abbiamo intervistato qui) che si propone di rendere il bitcoin uno strumento adatto all'impiego nella vita di tutti i giorni. Il Portafoglio bitcoin? È il telefono, con cui pagare gli acquisti e inviare bitcoin a chiunque li accetti, inclusi e-commerce e negozi. E nel caso di furto del cellulare? No problem, si blocca il Portafoglio, comunque non accessibile grazie alla protezione dell'account con pin e codici. 

Con sede societaria a Praga, Changelly è una soluzione per scambiare criptovalute in modo semplice e conveniente. Caratteristiche: un'interfaccia intuitiva, i migliori tassi di cambio e transazioni sicure. Oltre 500.000 utenti soddisfatti, più di 3 milioni di utenti che frequentano il sito in un mese, nessun deposito e solo una commissione dello 0,5%.

Nonostante l'instabilità del sistema e la scarsa usabilità, il sito per lo scambio di criptovalute Kraken, fondato nel 2011 a San Francisco e attivo in Canada, UE, Giappone e USA, è il più grande trader di bitcoin in termini di volume e liquidità in Euro ed è stata la prima piattaforma bitcoin ad avere il prezzo e il volume di trading visualizzati sul terminale Bloomberg.

Tramite ATM

E se volessimo un bancomat per criptovalute? No, non è possibile, si potrà pensare eppure esiste: è il Robocoin Kiosk, il primo sistema che permette di acquistare o vendere "in automatico" bitcoin. Basta creare il proprio account su una macchina Robocoin (società presente in 13 Paesi con la possibilità di scambiare bitcoin in 12 valute differenti) e gestire facilmente le transazioni e altre attività attraverso uno schermo touch grazie a Bitstamp, una delle più grandi piattaforme mondiali di compra-vendita di criptovalutee e in possesso di una licenza come istituto di pagamento pienamente regolamentato. Per rispettare le normative antiriciclaggio, il livello di controllo è elevato grazie anche alla scansione palmare, del codice fiscale, di un documento di identità e di una foto. 

Di persona

Localbitcoins è una piattaforma che permette di effettuare compravendite tra persone di ogni parte del mondo che possono scambiare le loro monete locali con i bitcoin. Gli utenti del sito pubblicano annunci con tasso di cambio e metodi di pagamento per l'acquisto o la vendita. Rispondendo agli annunci si accetta di incontrare la persona per l'acquisto di bitcoin (compravendita locale) ed è altamente sconsigliato pagare il venditore utilizzando un metodo di pagamento online prima di incontrare effettivamente il venditore, oppure si può optare per completare interamente il processo sul Web (compravendita online). 

Per investire

Coincube è un auto-trader di valuta virtuale, una sorta di robo-advisor delle criptovalute che fornisce ai suoi utenti una gestione completa del portafoglio (consentendo di eseguire operazioni su diversi scambi di criptovaluta allo stesso tempo) compresi i servizi di diversificazione. L'utente permette l'accesso tramite API ai vari exchange e l'algoritmo fa un ribilanciamento automatico del portafoglio. Apparentemente ancora in fase beta, Coincube è "pro bono", anche se i fondatori stanno considerando una versione premium a pagamento.

Per essere sempre aggiornati ci si può affidare a CryptoPing, un tool di intelligenza artificiale che funziona da sistema di allerta, avvisando se i volumi di scambio di una criptovaluta cambiano in modo repentino. La segnalazione offerta da CryptoPing può essere utilizzata gratuitamente, ma sono disponibili funzionalità aggiuntive per chi si abbona. Al momento il tool si appoggia a Telegram, app di messaggistica che ha totalizzato rispetto allo scorso anno una crescita del 150% venendo usata costantemente da oltre 4 milioni di persone in Italia. 

Per gestire

Quasi un "classico": fondata nel 2014, Ledgerè leader nelle soluzioni di sicurezza per criptovalute e applicazioni blockchain. Con sede a Parigi, Vierzon e San Francisco, l'azienda ha un team di 80 professionisti che sviluppano una varietà di prodotti e servizi per salvaguardare asset digitali per privati e aziende, tra cui la linea di portafogli hardware Ledger già venduta in 165 paesi.

Altrettanto noto è Xapo, un portafoglio virtuale di bitcoin ma anche una cassaforte (in grado di proteggere i bitcoin da furti o attacchi hacker). Per scongiurare il problema delle truffe legate all'anonimato, Xapo mira a fornire servizi bancari globali ma non anonimi. Gli utenti hanno la possibilità di effettuare facilmente transazioni, archiviare in sicurezza e persino spendere bitcoin con un colpo di carta di credito ma solo dopo aver fornito una serie non indifferente di dati personali. 

Servizi B2B

Fondata a Rovereto, in Trentino, e con una sede distaccata a Milano, inbitcoin è costituita da 18 soci fondatori e con capitale interamente privato dei lavoratori, che sono designer, docenti e programmatori (qui l'intervista al loro cofondatore). Inbitcoin sviluppa prodotti e servizi per l'uso di bitcoin. Tra i clienti, aziende nel campo dell'energia, dei viaggi, delle costruzioni, ma anche commercianti, negozi fisici, passando per le PMI fino agli enti pubblici

tinkl.it nasce dalla richiesta di negozianti e aziende, per rispondere alla loro esigenza di poter accettare bitcoin come metodo di pagamento. Tinkl.it è una startup innovativa fondata da TheRockTrading. L'attivazione dell'attività, gratuita, assegna sul sito tinkl.it un URL e una pagina internet. Il commerciante accede alla schermata di pagamento, dove inserire l'importo in Euro e i riferimenti del documento fiscale desiderato. Il software produce una richiesta di pagamento in bitcoin, mostrando sullo schermo del dispositivo un codice QR con l'indirizzo per il pagamento. Il cliente pagherà tramite il suo wallet bitcoin. A processo concluso l'azienda riceverà un'email di conferma della transazione e troverà tutti i dati necessari per contabilizzare i pagamenti ricevuti.



Maria Comotti avatar
Maria Comotti

Giornalista e mamma, trasformo le mie passioni in scrittura e utilizzo la curiosità come lente di ingrandimento del reale. Cresciuta professionalmente nel quotidiano .Com dove mi occupavo di raccontare il mondo della pubblicità, del marketing e degli eventi, ho poi collaborato con Il Sole 24 Ore, Il Mondo e altre testate economiche. Ora scrivo anche di design, architettura, running e fintech.