Come e perché investire in tecnologia blockchain

Scopri le varie soluzioni per guadagnare grazie alla diffusione della tecnologia blockchain e perché possono essere potenzialmente molto remunerative.

come investire tecnologia blockchain

Molti dei servizi finanziari presenti su Fintastico ci sono stati segnalati dai nostri partner che ci compensano. Ciò può influenzare i servizi di cui scriviamo e come appaiono e vengono posizionati sulle nostre pagine. Tuttavia, questo non influenza le nostre valutazioni. Le opinioni espresse su Fintastico sono opinioni personali dell’autore e non devono essere intese come una consulenza professionale. Fintastico non è responsabile di alcuna perdita o danno derivato dalla visione o uso di queste informazioni.

Sempre più spesso si sente porre la domanda del come e perché investire in tecnologia blockchain al fine di ottenere interessanti guadagni.

Gli investimenti in blockchain sono, infatti, considerati remunerativi sia per il livello di maturazione che ha raggiunto questa tecnologia, sia per le potenziali infinite applicazioni che potrà avere in futuro.

Allo stesso tempo bisogna sempre considerare che ogni investimento implica dei rischi che possono essere contenuti, ad esempio con la scelta di uno strumento piuttosto che di un altro, ma non eliminati del tutto.

Scopri, allora, come e perché investire in tecnologia blockchain.

Cos’è la tecnologia blockchain?

La tecnologia blockchain fa parte della famiglia delle tecnologie di Distributed Ledger che si basano su un registro distribuito che può essere letto e modificato da più nodi di una rete.

La tecnologia blockchain è, quindi, un registro digitale di transazioni che viene replicato in molti nodi e non archiviato in un'unica posizione centrale.

Le transazioni vengono effettuate in blocchi che sono collegati tra loro al fine di formare una catena di dati che non può essere soggetta a modifiche. In caso di errori nelle informazioni presenti nella blockchain questi vengono corretti facendo riferimento ad altri nodi identici presenti all'interno della stessa. Di conseguenza la tecnologia blockchain garantisce eccellenti livelli di sicurezza.

Modelli di tecnologie blockchain

Le tecnologie blockchain possono essere di diversi tipi:

  • blockchain permissionless, chiunque può partecipare al processo di validazione delle transazioni e chiunque può diventare un nodo della rete
  • blockchain permissioned, solo alcuni partecipanti autorizzati possono accedere al sistema e la validazione è effettuata da un gruppo ristretto di utenti
  • blockchain ibride, chiunque può partecipare alla rete ma solo alcuni soggetti autorizzati possono occuparsi della validazione delle transazioni.

Le caratteristiche della tecnologia blockchain

Le tecnologie blockchain sono molteplici e pur presentando configurazioni differenti sono accomunate da alcune caratteristiche.

Le principali caratteristiche della tecnologia blockchain sono:

  • decentralizzazione, tutte le informazioni sono registrate su più nodi al fine di garantire la sicurezza
  • tracciabilità, è possibile risalire all'esatta provenienza di ogni elemento del registro
  • immutabilità del registro, i dati registrati non possono essere modificati senza il consenso della rete
  • trasparenza e verificabilità, chiunque può visionare facilmente il contenuto del registro
  • disintermediazione, tutte le transazioni possono essere gestite senza la necessità di intermediari o enti centrali
  • programmabilità dei trasferimenti, è possibile definire delle azioni che devono avvenire al verificarsi di determinate condizioni.

La relazione tra Bitcoin e blockchain

bitcoin blockchain

Al fine di comprendere la profonda relazione tra Bitcoin e blockchain è necessario andare a ritroso nel tempo ripercorrendo le tappe della nascita di questa valuta digitale.

Nel 2008 Satoshi Nakamoto, pseudonimo dietro a cui si nasconde chi o coloro che hanno inventato i Bitcoin, ha pubblicato un white paper spiegando l'idea di una moneta virtuale crittografata, peer-to-peer, senza intermediari e governata da algoritmi. Questo documento ha anticipato il concetto alla base del funzionamento del Bitcoin che è stato introdotto l’anno successivo e che di fatto fu il primo esempio di utilizzo di una rete blockchain.

Fino al 2014 il mondo bancario e finanziario ha considerato la questione Bitcoin piuttosto controversa per via dell'assenza di un'autorità di controllo e solo successivamente è nato l'interesse verso la tecnologia blockchain che la utilizzava.

Sull’onda di questo interesse sono nate altre piattaforme blockchain e oggi il mercato considera le potenzialità di questa tecnologia enormi.

Perché investire nella tecnologia blockchain

Secondo le stime di molti esperti del settore finanziario, la tecnologia blockchain può essere considerata una buona opportunità d’investimento in quanto il suo ambito di applicazione è potenzialmente molto vasto.

Questa tecnologia può essere utilizzata nel settore bancario e finanziario per migliorare l'efficienza e la sicurezza delle transazioni e ridurre la gestione del rischio. In ambito medico può essere applicata per tutelare la privacy e la sicurezza dei dati dei pazienti, nel settore dell'energia e delle utility può concorrere a trainare la digitalizzazione. Altre potenziali applicazioni possono riguardare il settore della logistica, delle telecomunicazioni, delle assicurazioni e della pubblica amministrazione.

Ne consegue che le realtà che si occupano di sviluppo della blockchain o che ne sono coinvolte nei prossimi anni dovrebbero registrare un importante crescita.

Rischi dell’investire in tecnologia blockchain

technology blockchain

Ogni investimento presuppone dei rischi quindi anche chi decide di investire in tecnologia blockchain non ne è esente.

Prima di investire in tecnologia blockchain è necessario valutare la propria propensione al rischio ed essere consci che le sue enormi potenzialità potrebbero essere limitate da diversi fattori che potrebbero causare una battuta d’arresto al suo sviluppo.

Tra questi fattori vi sono il rischio di cyber attacchi, i costi energetici da sostenere per la sua creazione e mantenimento e l’impossibilità di modificare transazioni e informazioni registrate.

Come investire nella tecnologia blockchain

È possibile investire nella tecnologia blockchain scegliendo tra molteplici strumenti in base al capitale a disposizione e alla propria propensione al rischio.

Azioni blockchain

Un primo modo per investire in tecnologia blockchain è acquistare azioni delle aziende coinvolte nel processo di creazione e sviluppo del mondo blockchain.

Tra queste aziende vi sono i colossi informatici che producono hardware e software e le realtà che si occupano di servizi collaterali come pagamenti e logistica. Se si desidera, quindi, investire in azioni blockchain la scelta può ricadere, ad esempio, su azioni Ibm, Microsoft, Nvidia, Texas Instruments e Mastercard.

L’investimento in azioni è adatto a chi ha una propensione al rischio medio-alta con un orizzonte temporale a medio-lungo termine. Le azioni di qualunque azienda, a prescindere dalla sua solidità, possono sempre essere soggette a oscillazioni anche importanti e perdite.

ETF blockchain

L’ETF o exchange-traded fund è una tipologia di fondo d'investimento a gestione passiva che tramite la sua composizione riflette l'andamento del valore di un indice o di una materia prima.

Gli ETF contengono un elevato numero di titoli di aziende che operano in un determinato settore e tale diversificazione comporta una riduzione dei rischi insiti nell'investimento. Allo stesso tempo, la logica di funzionamento di tali fondi, che replicano e non superano le performance degli indici, implica una ridotta operatività e di conseguenza una gestione più semplice e meno onerosa dal punto di vista economico.

Questo tipo di investimento è adatto a chi ha una propensione al rischio media e anche a chi si avvicina per la prima volta al mondo degli investimenti.

Tra gli ETF più conosciuti che investono in blockchain vi sono:

  • BLOK, investe in società direttamente coinvolte nello sviluppo della blockchain e tra queste figurano anche PayPal e Coinbase
  • BLCN, investe nelle azioni di aziende che allocano risorse materiali nella ricerca in ambito blockchain come JP Morgan e Silvergate Bank
  • LEGR, investe in azioni di qualsiasi azienda che possa ottenere dei vantaggi dall’applicazione della tecnologia blockchain. In genere tale fondo è molto stabile.

Investire in una startup blockchain

Un altro metodo per investire in blockchain è destinare una parte del proprio capitale a un’azienda che sta sviluppando questa tecnologia ponendosi come un investitore privato.

Grazie a questo tipo di investimento si entra in possesso di una quota di società e se questa ha successo si può ottenere un reddito passivo molto interessante.

Questo tipo di investimento richiede la disponibilità di un buon capitale e può essere decisamente rischioso. Se, infatti, il progetto non va a buon fine si perde tutta la cifra investita.

Crowdfunding

Il crowdfunding rappresenta un’opportunità interessante per investire in aziende che operano nella blockchain.

È possibile registrarsi su una delle molteplici piattaforme specializzate nel crowdfunding e valutare gli investimenti disponibili considerando la cifra minima richiesta e le principali informazioni circa le realtà richiedenti.

In genere, le piattaforme di crowdfunding offrono l’opportunità di effettuare investimenti a partire da poche centinaia di euro e questo le rende adatte anche a chi ha un capitale irrisorio da investire o a chi si approccia per la prima volta al mondo del fintech e vuole testare le varie possibilità che offre.

Acquistare Bitcoin

È possibile investire in blockchain anche acquistando e rivendendo Bitcoin o altre criptovalute che utilizzano questo tipo di tecnologia.

L’investimento in Bitcoin, come in altre criptovalute, è da considerarsi sempre rischioso in quanto il loro valore è soggetto ad ampie variazioni.

Young Platform

Young Platform

Young Platform è un exchange che permette di comprare e vendere le principali criptovalute.

  • Progetto Made in Italy
  • Una sezione Academy ricca di contenuti
  • Due tipi di piattaforme per principianti e utenti esperti (Young Platform Pro)