BNPL, luci ed ombre del nuovo trend dei pagamenti

Il BNPL rappresenta una modalità innovativa di pagamento che sta rivoluzionando il modo di fare shopping soprattutto tra le nuove generazioni.
Tommaso Raucci avatar
Tommaso Raucci
Sono un giurista appassionato di mercati finanziari e di fintech
BNPL

Dinanzi alla vetrina di un negozio quante volte ci sarà capitato di voler acquistare un vestito che facesse al caso nostro, ma il cui costa era inaccessibile; oppure saranno state tante le volte in cui abbiamo voluto comprare un nuovo device, ma il prezzo era davvero alto per farlo subito. Ma da qualche tempo a questa parte il prezzo non rappresenta più un ostacolo all’acquisto di ciò che desideriamo. Infatti è sempre più spesso possibile acquistare attraverso una nuova modalità di pagamento: parliamo del “Buy Now Pay Later”.

Cosa è il BNPL?

Per Buy Now Pay Later (anche BNPL) si intende una modalità di pagamento che permette di acquistare beni di consumo dilazionando il pagamento in tre o più rate uguali, senza interessi o costi aggiuntivi.

È una delle tendenze dei pagamenti digitali più in rapida crescita negli ultimi anni: utilizzata per lo più da millennial (i nati tra il 1980 ed il 2000) e Gen Z (ossia i nati dal 2000 in poi, veri e propri nativi digitali, in quanto nati durante una epoca in cui l’adozione delle tecnologie era già ampiamente diffusa) per l’acquisto di vestiti, smartphone, etc.

Questa funzionalità permette di ottenere il prodotto pagando il corrispettivo prezzo attraverso un finanziamento da rimborsare in più rate mensili e, nella maggior parte dei casi, con zero interessi.

Si parla di un vero e proprio trend, vista l’attenzione che ha ricevuto dagli investitori: basti pensare al recente round di investimento di Klarna, realtà fintech svedese attualmente valutata intorno ai 49 miliardi di dollari. Ma non è l’unica storia di successo targata BNPL che interessa il mercato e gli investitori interessati al segmento delle fusioni e acquisizioni.

Square, la società di pagamento di Jack Dorsey, il fondatore di Twitter, ha acquistato l’australiana AfterPay per la cifra di 29 miliardi di dollari. Inoltre non manca l’interessamento di altri nomi noti del comparto tech come Apple e Mastercard, interessati al lancio di proprie opzioni BNPL. Apple ha avviato una partnership con Goldman Sachs e introdurrà l’opzione Apple Pay Later con la quale sarà possibile suddividere in più rate i pagamenti effettuati dai propri utenti; lo stesso vale per un player già navigato nel settore dei pagamenti come Mastercard, il cui nuovo servizio prenderà il nome di Mastercard Installments.

Tra i player attivi in Italia troviamo Scalapay che nel 2021 ha chiuso un round di investimento da 155 milioni di dollari e Soisy, la fintech che ha raccolto in Italia una somma considerevole in tre campagne di crowdfunding (oltre 5 milioni di euro).

Sono tutti risultati che attestano un forte interesse da parte del mercato verso il BNPL, nei prossimi paragrafi andiamo a scoprire perché consumatori, imprese e investitori lo trovano così interessante.

Aspetti innovativi

I vantaggi del BNPL sono molteplici: basti pensare alla possibilità offerta al consumatore attraverso un pagamento differito di ottenere termini di pagamento più agili e flessibili; per il commerciante, invece, permette di aumentare le vendite mettendo a disposizione dei possibili clienti un nuovo metodo di pagamento.

A causa delle restrizioni imposte durante i vari lockdown c’è stata una forte impennata degli acquisti online determinando, quindi, un notevole incremento dei pagamenti via web.

La digitalizzazione dei servizi di pagamento permette lo sviluppo di tali innovazioni che sono apprezzate maggiormente da segmenti di popolazione che, di solito, non dispongono di fondi propri e attraverso queste soluzioni hanno la possibilità di monitorare le spese. Infatti come detto sono i più giovani ad usufruirne di questa nuovo metodo di pagamento.

Siamo già nell’era dei pagamenti invisibili?

Ci stiamo avviando verso una nuova era di pagamenti strettamente personalizzati e che ci permettono di pagare nella modalità e nei tempi che vogliamo. Il BNPL ne rappresenta sicuramente un'importante pietra miliare. Attraverso lo sviluppo digitale del settore dei pagamenti sarà possibile pagare anche senza immettere alcune credenziali, né tantomeno validare il pagamento attraverso un click in una apposita app.

Un esempio di modalità avanzata di pagamento è dato da una Big Tech come Amazon che permette agli utenti dei propri store fisici di pagare anche attraverso sistemi di Artificial Intelligence che valideranno l’acquisto di un bene da parte di un acquirente una volta varcata l’uscita.

I pagamenti invisibili rappresentano una evoluzione ulteriore dei pagamenti frictionless; questa tipologia è pienamente fruibile solo attraverso un sofisticato e ben strutturato sistema di raccolta e analisi dei dati che permetterà di conoscere esigenze ed abitudini dell’utente fino a giungere ad una offerta strettamente personalizzata di servizi finanziari.

Possibili rischi

Ad ogni modo, non poco rilevanti appaiono i rischi che una smodata adozione del BNPL può ingenerare. Il più imminente, senza dubbio, è rappresentato dal rischio di indebitamento di quella parte di utenti che non ha sviluppato in modo sufficiente la capacità di tenere a bada le spese.

Si aggiunge a questo l’imposizione di gravosi interessi moratori dovuti al mancato pagamento tempestivo della rata concordata e che, molto spesso, risulta difficile da percepire da parte dell’utilizzatore medio del servizio. Inoltre utilizzando queste modalità di pagamento si va ad influenzare anche il merito di credito personale.

Le minacce paventate di arrecare instabilità finanziaria e di minare la protezione del consumatore, hanno richiamato l’attenzione di Authority e legislatori di tutti i paesi con l’intento di definire un framework regolamentare atto a prevenire ogni eventuale rischio e predisponendo giuste ed appropriate cautele.

Prima fra tutte ad interessarsi del fenomeno è stata la Financial Conduct Authority, la CONSOB inglese, la quale ha avviato uno studio approfondito del fenomeno così da dare certezza operativa a tutti gli stakeholder.

Conclusioni

I pagamenti invisibili molto presto diventeranno una prassi permettendo al consumatore una fruibilità maggiore dei servizi di pagamento. Il fenomeno BNPL indubbiamente rappresenta uno snodo importante all’interno del mondo dei pagamenti: le aziende del settore hanno individuato un segmento di business vincente per via soprattutto del driver “coronavirus”, ma che, al contempo, deve essere sorretto da chiarezza regolamentare affinché non si parli di buy now, regret later.

Tommaso Raucci avatar
Tommaso Raucci

Sono un giurista appassionato di mercati finanziari e di fintech