Banca Generali e Reply, una Challenge sostenibile

Banca Generali è partner di Reply Sustainable Investment Challenge per condividere la propria esperienza nel settore degli Esg con studenti e giovani professionisti
Maria Comotti avatar
Maria Comotti
Giornalista professionista racconta tendenze e servizi fintech per renderli accessibili a tutti.
BG_Reply

Realizzare piani di investimento, ma in modo sostenibile: una sfida che Banca Generali ha accettato da tempo di proporre ai propri investitori grazie alle soluzioni Esg (Environmental, Social e Governance) e che ora presenta anche a studenti e giovani professionisti attraverso la prima Reply Sustainable Investment Challenge di cui è partner accanto a Reply. Si tratta di una competizione internazionale a cui prenderanno parte anche MIP Politecnico di Milano Graduate School of Business e MainStreet Partners.

Come si partecipa alla Challenge

Le iscrizioni alla Challenge si aprono l’8 aprile e c’è tempo fino al 16 per aderire. A questo seguirà dal 19 al 30 aprile la fase di qualifica. A ogni partecipante verrà infatti messo a disposizione un capitale virtuale di 1 milione di dollari da investire in tempo reale nel mercato statunitense: la classifica e la valutazione sarà fatta in base alle loro scelte di investimento sostenibile. Solo i primi 100 investitori che avranno ottenuto i migliori profitti adottando principi Esg potranno accedere al round finale (12-14 maggio) in cui una giuria premierà i primi tre vincitori. La Challenge consentirà ai partecipanti di ampliare le loro competenze di finanza generale e sugli investimenti anche tramite webinar online, pillole di apprendimento e test.

Se volete mettere alla prova la vostra conoscenza nel campo degli investimenti sostenibili, provate a iscrivervi e a mettervi in gioco.

L'esperienza di BG nel settore Esg

Banca Generali è per il secondo anno consecutivo tra i partner dell'Investment Challenge di Reply: il suo ruolo è di accompagnare gli studenti attraverso le diverse fasi della competizione, potendo offrire un supporto particolarmente significativo in un’edizione come questa focalizzata sul tema della sostenibilità. La prima private bank italiana vanta infatti una solida esperienza nell’ambito degli investimenti sostenibili e non è un caso che sia stata nominata “Best Esg Private Banking Solutions 2020” dalla rivista inglese Capital Finance International.

Sono i risultati a testimoniare come stia crescendo in maniera incessante la propensione agli investimenti sostenibili da parte dei clienti della banca guidata da Gian Maria Mossa. Nel 2020, infatti, le masse investite in soluzioni Esg della clientela di Banca Generali hanno raggiunto i 4,87 miliardi di euro; un risultato che a fine 2020 porta le masse gestite investite in soluzioni Esg al 13% delle masse totali, un dato già superiore al traguardo del 10% definito come obiettivo da raggiungere a fine 2021.

Gli elementi distintivi dell'offerta

Andrea Ragaini, vice direttore generale di Banca Generali, nel digital talk “Esg Analysis and Investing” del Politecnico di Milano sul comportamento Esg delle aziende italiane, tenutosi a fine marzo, ha spiegato le motivazioni della forte crescita dei prodotti Esg nel portafoglio dei clienti, fondate sulla qualità dei prodotti e sulla capacità dei rating Esg di cogliere profili di rischio che indicatori puramente finanziari non riescono a cogliere.

Ricordiamo infatti che l’offerta di Banca Generali si caratterizza e si differenzia grazie alla piattaforma IT sviluppata in collaborazione con MainStreet Partners (società londinese specializzata nell'advisory su investimenti sostenibili) che consente di sviluppare un percorso di investimento Banker-Cliente partendo dalla propensione del cliente stesso rispetto ai 17 obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite, ma anche di valutare risultati, personalizzare portafogli e conoscere con precisione le caratteristiche di ciascun fondo.

Tutto questo permette di spiegare chiaramente ai clienti di Banca Generali che l’elemento valoriale della sostenibilità aggiunge e non sottrae al tema del valore finanziario: proprio l’anno 2020 caratterizzato dalla pandemia ha dimostrato come gli strumenti di investimento Esg siano maggiormente resilienti alle intemperanze dei mercati e abbiano una migliore capacità di minimizzare i rischi nei portafogli.

C'è tempo fino al 16 aprile per iscriversi alla Reply Sustainable Investment Challenge, non lasciatevi sfuggire questa occasione.

Maria Comotti avatar
Maria Comotti

Giornalista professionista si occupa del mondo fintech raccontando le principali tendenze e analizzandone i differenti servizi per proporre una chiave di lettura accessibile a tutti.